Per la maggior Gloria di Nostro Signore cerchiamo persone disponibili ad eventuali Traduzioni da altre lingue verso l'Italiano. per chi si rendesse disponibile puo' scrivere all'indirizzo Mail: cruccasgianluca@gmail.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

lunedì 6 agosto 2012

Monsignor Williamson: "O stolti Cattolici Tradizionali! Chi vi ha ammaliati, così che non dovreste seguire la Tradizione di Nostro Signore Gesù Cristo, come vi è stata esposta?"...

Nel giorno in cui la "nuova Chiesa conciliare" ( Monsignor Lefebvre: uscita dal liberalismo e dal modernismo, è tutta e interamente avvelenata; essa nasce dall'eresia e finisce nell'eresia),  celebra l'infausta memoria di Paolo VI, proponiamo il commento Eleison di S. Ecc. Mons. Richard Williamson. 

 Commenti settimanali di
di S. Ecc. Mons. Richard Williamson
Vescovo della Fraternità Sacerdotale San Pio X
  4 agosto 2012

Un Capitolo

Come molti di voi sanno, un certo vescovo è stato escluso dal Capitolo Generale, la riunione dei capi della Fraternità San Pio X, tenutosi il mese scorso a Ecône, Svizzera. Per confermare l’esclusione sembra che sia stato fatto uso dell’adattamento di “Commenti Eleison” (n° 257 del 16 giugno) dell’apparente desiderio omicida di San Paolo che voleva tagliare fuori i corruttori della fede cattolica (Galati V, 12). In realtà, Ambrogio, Girolamo, Agostino e Crisostomo ritengono tutti che in quel contesto (Gal. V, 1-12) il pensiero fosse rivolto alla virilità dei giudaizzanti piuttosto che alle loto vite, e Crisostomo pensa che sia uno scherzo.

Tuttavia, quando ho sentito dell’uso serio che nel Capitolo si è fatto di tale scherzo, devo ammettere che ho avuto una visione un po’ birichina: ho immaginato i miei nobili colleghi del quartier generale della FSSPX che guardavano fuori dalle finestre, nella notte, per vedere se non potesse esserci un allampanato vescovo inglese, travestito da Jack lo Squartatore, che si aggirasse tra i cespugli con un lungo coltello da scalco luccicante alla luce lunare, alla ricerca di qualcuno da fare a pezzi. Cari colleghi, dormite sonni tranquilli – io non ho ambizioni omicide. Davvero no!

Ma il Capitolo è stato una faccenda seria. Cos’ha prodotto? Soprattutto una Dichiarazione, resa pubblica pochi giorni dopo, e sei pre-condizioni per un futuro accordo Roma- FSSPX, trapelate presto su internet (visto che molte anime stanno attualmente affidando la propria fede e la loro salvezza a chi guida la FSSPX, trovo tale fuga di notizie non irragionevole). Ora, ogni onore alle persone buone del Capitolo che, a detta di tutti, hanno fatto del loro meglio per limitare i danni, ma se la Dichiarazione e le pre-condizioni ci dicono qual è l’intento attuale dell’insieme dei capi della Fraternità, allora c’è da preoccuparsi.

Circa questa Dichiarazione del 2012, è sufficiente confrontarla brevemente con la Dichiarazione di Mons. Lefebvre del 1974, per chiedersi cosa sia accaduto alla sua Fraternità. Considerato che Monsignore denunciò esplicitamente e ripetutamente la riforma attuata dal Vaticano II (“uscita dal liberalismo e dal modernismo, è tutta e interamente avvelenata; essa nasce dall'eresia e finisce nell'eresia”) con parole che attirarono su di lui l’ira dei papi conciliari, invece questa Dichiarazione del 2012 si limita a riferirsi al Concilio una sola volta, parlando di “novità” semplicemente “viziate da errori”, in termini che, si può facilmente immaginare, possono essere sottoscritti da Benedetto XVI dall’inizio alla fine.
La FSSPX ritiene che i papi conciliari non rappresentino più un problema serio?

Circa le sei pre-condizioni per ogni futuro accordo Roma-FSSPX, esse meritano un esame approfondito, ma per il momento sia sufficiente far notare che la deliberazione del Capitolo Generale del 2006, che stabilì che ogni accordo pratico doveva essere preceduto da un accordo dottrinale, sembra completamente accantonata.
Ritiene oggi la FSSPX che la dottrina dei Romani a cui si sottometterebbe non è più così importante? Oppure è la stessa FSSPX che ha ceduto al fascino del liberalismo?

Per un punto di vista opposto, mi permetto di raccomandare la collezione, dal 1994 al 2009, dei “Sermons and Doctrinal Conferences” di Sua Eccellenza Jack lo Squartatore, adesso disponibili in sette CD su http://truerestorationpress.com/node/52, con speciali incentivi per l’acquisto fino a fine mese.
Non tutte le parole sono oro, alcune sono indubbiamente troppo accalorate, ma almeno ci si sforza di sbudellare i nemici e non gli amici della nostra fede cattolica.

 Kyrie eleison.

Londra, Inghilterra

12 commenti:

  1. Ruy de Saintclaire6 agosto 2012 16:56

    Sinceramente sembra che Willianson sia preda di risentimento e il suo comportamento ha un che di patologico. Oramai sembra voglia combattere contro tutto e tutti. Forse i motivi del suo allontanamento sono più profondi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì. Da ammirare la lucida, onesta, virile e tradizionalissima posizione di Vidkun Quisl... Pardon, Sua Ottosettembrità Fellon Fellè.
      riccardo

      Elimina
    2. Per Riccardo:
      anche se concordo col tuo pensiero non posso accettare - come è stato detto molte volte - alcun epiteto verso Mons. Fellay, come verso nessun altro. Cerchiamo di rendere gli stessi concetti con argomentazioni precise e concrete. Ti ringrazio.

      Elimina
    3. Se Mons. Williamson fosse "preda di risentimento" passerebbe alle vie legali e metterebbe definitivamente a posto chi lo sta perseguitando ormai da anni, con bugie, calunnie, abusi di potere, maltrattamenti veri e propri effettuati in pubblico ed in privato, alterazioni delle linee processuali a suo danno, trabocchetti televisivi, ed oltre a tutto questo anche una campagna di demonizzazione nei suoi confronti, attuata presso il clero della Fraternità che, ormai inficiato dalle false accuse, si schiera per due terzi con chi oggi detiene il potere nella FSSPX, al quale si da - per un falso concetto di obbedienza - una fiducia che per i suoi comportamenti passati e presenti non merita.

      Ed anche non ricorrendo alla legge, avrebbe potuto rendere pubbliche, ad esempio, le lettere piene di insulti volgari che ha ricevuto - scritte è superfluo dire da chi - aprendo gli occhi a tutti sulla vera natura di colui che oggi sta passando per vittima quando invece è il carnefice (nel senso letterale del termine) del confratello, e della Fraternità tutta. Ma come tutti sappiamo, questo Williamson non l'ha mai fatto. Evidentemente perché accetta la persecuzione per amore di Cristo e della verità, sapendo che chiunque professi entrambi, a questo mondo sarà sempre odiato, infamato e perseguitato; perciò tutto il contrario di uno stato di risentimento si trova in Monsignore.

      Quanto ai motivi del suo allontanamento non c'è dubbio che siano più profondi, ma da parte di chi vuole allontanarlo, e questi sono presto detti:
      Monsignor Williamson è sempre stato totalmente contrario a fare vergognosi e dissacranti inciuci con la Roma conciliare, in perfetta adesione e coerenza con il pensiero e la linea di azione del Fondatore Mons. Lefebvre, lo ha sempre apertamente manifestato e questo ha sempre dato molto fastidio. Poiché Williamson è persona di fortissima personalità, si è temuto che le sue parole portassero i sacerdoti della Fraternità a ragionare e a scegliere secondo giustizia e verità, per questo e per nessun altro motivo è stato ridotto al silenzio, all'emarginazione più completa ed escluso perfino dall'ottemperare ai suoi uffici episcopali.

      Ecco perché Williamson ha giustamente risposto che non si può impedire ad un vescovo di fare apostolato, di evangelizzare, non si può chiudere la bocca con violenza ed abuso di potere ad un principe della Chiesa, successore degli Apostoli, e per questo ha continuato a parlare, oltretutto con una misura, un equilibrio, una lucidità ed un'educazione che pochi altri al suo posto avrebbero usato.

      Elimina
  2. Senta "lord" Sinclair De La Senape de La Vega vada a messainlatino a sfrucugliare come è suo uso; non perda il suo eccellentissimo tempo qua...

    Veda,soltanto le frasi di Riccardo sono troppo dotte per la sua mente, poichè raccolgono fatti storici che sfuggono alle sue conoscenze aneddottiche e la metterebbero in confusione tradizional-modernista ancora di più.Il caldo poi agirebbe ancor più fatalmente ad invalidare le sue squeezed meningi.
    Molti auguri di lesto cammin di ritorno alla greppia moderna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ruy de Saintclaire7 agosto 2012 09:02

      Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    2. Anonimo-Ruy de Saintclaire,
      il suo commento è stato tolto perché in questo blog non si da del "pazzo" a nessuno.
      Per la verità andrebbe tolto anche il suo precedente intervento, perché dare del "patologico" a Williamson, oltre che essere di per se' vergognoso e totalmente mancante di un briciolo di rispetto verso un vescovo di Santa Romana Chiesa, ripropone pedissequamente le calunnie messe in giro dal Superiore Generale, al quale ha sempre fatto molto comodo diffondere nell'opinione pubblica la leggenda che Williamson sia "fuori di testa"....

      Per chi volesse farsi quattro risate, legga qui:
      http://blog.messainlatino.it/2009/01/mons-williamson-sta-morendo-di-cancro.html

      Elimina
  3. Mons Williamson non ha potuto trovare altra arma che l'ironia ,di fronte alla vergognosa messa fuori della sua persona.
    Vorrei vederlo più deciso e serio nell'affrontare i gravi problemi di scissione, adottando linee più dure e mantenendo le sue analisi senza timori.

    RispondiElimina
  4. Ruy de Saintclaire7 agosto 2012 09:04

    Se ascolterà i suoi consigli-interessati- tra un pò sarà liberissimo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Se ascolterà"? CHI? Chi è il soggetto di questa frase?
      "tra un pò sarà liberissimo" chi?
      La pregherei di usare meno minacce e più regole di grammatica.

      Elimina
  5. Ogni tanto mi faccio un po' prendere la mano.
    Riccardo

    RispondiElimina
  6. Ruy de Saintclaire13 agosto 2012 16:15

    Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.