Per la maggior Gloria di Nostro Signore cerchiamo persone disponibili ad eventuali Traduzioni da altre lingue verso l'Italiano. per chi si rendesse disponibile puo' scrivere all'indirizzo Mail: cruccasgianluca@gmail.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

sabato 27 ottobre 2012

IMPORTANTE DECISIONE...

"Commenti Eleison" di Mons. Williamson

Numero CCLXXVI (276)
27 ottobre 2012
IMPORTANTE DECISIONE
Così, l’esclusione dalla Fraternità San Pio X di uno dei quattro vescovi consacrati nel 1988 da Mons. Lefebvre per servirla, è adesso ufficiale. Si tratta di una decisione importante da parte dei capi della FSSPX, non tanto per motivi personali, quanto perché equivale alla rimozione di ciò che molte persone pensano essere stato il più grande ostacolo dentro della FSSPX a qualsiasi falsa riconciliazione fra la Tradizione cattolica e la Roma conciliare. Ora che l’ostacolo è rimosso, la FSSPX potrà più facilmente continuare il suo slittamento verso il liberalismo più comodo.
Se il problema fosse stato la persona, non ci sarebbero state serie conseguenze. Si tratta infatti di un 72enne (“più o meno rimbambito”) con ancora non tanti anni di attività davanti a sé. Egli avrebbe potuto essere tranquillamente ignorato o ulteriormente screditato se necessario, lasciato a sbraitare e a farneticare nel suo isolato ritiro. Ma se invece la sua esclusione significa il rigetto dell’opposizione a Roma Conciliare che egli rappresentava, la FSSPX è in difficoltà, e lungi dal risolvere le sue tensioni interne per mezzo dell’esempio dato con lui, adesso rischia di essere dilaniata dal dissenso silenzioso o dall’aperta contestazione.
Questo perché Mons. Lefebvre ha fondato la FSSPX per resistere alla distruzione della Chiesa: della fede cattolica operata dal Concilio con i suoi 16 documenti, e della pratica della fede soprattutto tramite la nuova Messa. La resistenza al Concilio fece parte, dall’inizio, della natura della FSSPX. Ora, non si può cancellare la natura di una cosa senza cancellare la cosa. Ne consegue che con questa esclusione, la FSSPX di Mons. Lefebvre è sulla buona strada per essere cancellata ed essere rimpiazzata con qualcosa di diverso. In realtà, questa trasformazione la si è potuta osservare da diversi anni. L’esclusione è semplicemente un colpo finale.
Non che Monsignore fosse primariamente o solo contro il Concilio. Innanzi tutto era cattolico, un vescovo cattolico, un vero pastore d’anime, come si evince chiaramente dai suoi scritti anteriori al Concilio. Ma una volta che quello disastro indicibile della Chiesa ebbe fine, egli si accorse che il compito più urgente in difesa della fede, era resistere alla rivoluzione del Vaticano II, che stava contaminando milioni e milioni di cuori e menti cattoliche. Da qui la fondazione nel 1970 della FSSPX, che avrebbe utilizzato esclusivamente il rito tridentino della Messa. Da qui la sua famosa dichiarazione del novembre 1974, che fu come una carta dei principi cattolici che ispiravano la resistenza della FSSPX. Solo l’inversione e la conversione delle autorità della Chiesa alla vera fede può giustificare l’abbandono di questi principi. Tale inversione o conversione ha avuto luogo? Nient’affatto. Al contrario.
E il futuro? Per riempire il vuoto lasciato dall’abbandono degli scopi di Monsignore, probabilmente i dirigenti della FSSPX si affretteranno a gettarsi nelle braccia di Roma, specialmente se la coscienza di Benedetto XVI lo muove perché ponga fine prima di morire allo “scisma”. L’esclusione del vescovo può essere stata o meno una precondizione di Roma per un accordo Roma-FSSPX, ma in ogni caso certamente lo favorirà. I sacerdoti della FSSPX che ci vedono chiaro, per il momento potrebbero tenere un profilo basso e aspettare che tutti i nodi vengano al pettine. I laici della FSSPX per il momento potrebbero assistere alle Messe della FSSPX, ma stando attenti al momento in cui la suindicata trasformazione incominci a minacciare la loro fede. Circa il vescovo escluso, tutte donazioni per lui e per la sua causa dovranno aspettare un poco. Bisogna sistemare il metodo per riceverle. Questo è certo: non pensa al pensionamento.
Tenersi stretti, tutti. Siamo in una sarabanda. Che ci si lasci fare un giro in Cielo!
Kyrie eleison.

------------------------------ 
 E a conferma di ciò che afferma Monsignor Williamson riguardo la sua esclusione scandalosa dalla Fraternità San Pio X: " Così, l’esclusione dalla Fraternità San Pio X di uno dei quattro vescovi consacrati nel 1988 da Mons. Lefebvre per servirla, è adesso ufficiale. Si tratta di una decisione importante da parte dei capi della FSSPX, non tanto per motivi personali, quanto perché equivale alla rimozione di ciò che molte persone pensano essere stato il più grande ostacolo dentro della FSSPX a qualsiasi falsa riconciliazione fra la Tradizione cattolica e la Roma conciliare. Ora che l’ostacolo è rimosso, la FSSPX potrà più facilmente continuare il suo slittamento verso il liberalismo più comodo".

E subito, ecco farsi avanti gli assasini conciliari della Fede, per ricominciare le contrattazioni, là dove le avevano lasciate...

 
I rappresentanti modernisti Vaticani hanno "battuto un colpo", subito dopo l'esclusione di Monsignor Williamson dalla Fraternità...

Roma-FSSPX: Dichiarazione della Pontificia Commissione 'Ecclesia Dei'

Dichiarazione della Pontificia Commissione "Ecclesia Dei" 27\10\12

La Pontificia Commissione “Ecclesia Dei” coglie l’occasione per annunciare che, nella sua più recente comunicazione (6 settembre 2012) la Fraternità sacerdotale di S. Pio X ha indicato di aver bisogno per parte sua di ulteriore tempo di riflessione e di studio, per preparare la propria risposta alle ultime iniziative della Santa Sede.
Lo stadio attuale delle attuali discussioni fra la Santa Sede e la Fraternità sacerdotale è frutto di tre anni di dialoghi dottrinali e teologici, durante i quali una commissione congiunta si è riunita otto volte per studiare e discutere, fra le altre questioni, alcuni punti controversi nell’interpretazione di certi documenti del Concilio Vaticano II. Quando tali dialoghi dottrinali si conclusero, fu possibile procedere ad una fase di discussione più direttamente focalizzata sul grande desiderio di riconciliazione della Fraternità sacerdotale di S. Pio X con la Sede di Pietro.
Altri passi fondamentali in questo processo positivo di graduale reintegrazione erano stati intrapresi dalla Santa Sede nel 2007 mediante l’estensione alla Chiesa universale della Forma Straordinaria del Rito Romano con il Motu Proprio Summorum Pontificum e, nel 2009, con l’abolizione delle scomuniche. Solo alcuni mesi orsono in questo cammino difficile fu raggiunto un punto fondamentale quando, il 13 giugno 2012, la Pontificia Commissione ha presentato alla Fraternità sacerdotale di S. Pio X una dichiarazione dottrinale unitamente ad una proposta per la normalizzazione canonica del proprio stato all’interno della Chiesa cattolica.
Attualmente la Santa Sede è in attesa della risposta ufficiale dei Superiori della Fraternità sacerdotale a questi due documenti. Dopo trent’anni di separazione, è comprensibile che vi sia bisogno di tempo per assorbire il significato di questi recenti sviluppi. Mentre il nostro Santo Padre Benedetto XVI cerca di promuovere e preservare l’unità della Chiesa mediante la realizzazione della riconciliazione a lungo attesa della Fraternità sacerdotale di S. Pio X con la Sede di Pietro – una potente manifestazione del munus Petrinum all’opera– sono necessarie pazienza, serenità, perseveranza e fiducia.
  
Benedetto XVI, capo modernista  della "nuova Chiesa Conciliare"...
-------------------

E prima ancora che gli assasini della Fede si facessero vivi ecco la dichiarazione dei discendenti dei Deicidi, Sionisti Giudei massoni, che s'impicciano, come hanno fatto nel conciliabolo attraverso consacrati corrotti nelle loro fila, della vicenda di Monsignor Williamson:

Fonte Unavox:

 
 Esclusione” di Mons. Williamson: Ebrei contenti, ma non troppo...

Riportiamo una nota d'agenzia diffusa del Congresso Ebraico Mondiale (World Jewish Congress - WJC) sulla “esclusione” di Mons. Williamson dalla Fraternità Sacerdotale San Pio X.

Ovviamente, la cosa non ci tocca neanche un po'… sono cose ebraiche… che riguardano solo i Giudei, ma abbiamo pensato che fosse opportuno riportare la notizia a titolo documentario e a futura memoria. Soprattutto dopo le ripetute dichiarazioni vaticane circa la impossibilità di essere veramente cattolici se si esprimono opinioni critiche nei confronti dei “fratelli maggiori nella fede”.

Come accade nella vita ordinaria, a tutti gli uomini ordinari, e come ricorda il vecchio proverbio: “se gli dai il dito, si prende la mano… e il braccio”, anche i Giudei non resistono a questa tentazione accaparratoria. Ad ogni concessione vaticana è sempre seguita una puntualizzazione che chiedeva di più. E il Vaticano non si è fatto indietro… anzi… si fa sempre più avanti.

Il questa questione di Mons. Williamson, i Giudei dissero la loro già nel 2009, suscitando gli sproloqui filoebraici di tanti prelati e le famose e pietose dichiarazioni del portavoce della Sala Stampa Vaticana. Non poteva mancare, quindi, il becco ebraico in questa nuova succulenta pietanza della “esclusione” di Mons. Williamson dalla Fraternità.
E da buoni “fratelli maggiori”… essi precisano che è “troppo poco” e “troppo tardi”. Ovviamente perché quegli sprovveduti dei dirigenti della Fraternità non si sono preoccupati di chiedere i lumi ebraici, almeno così sembrerebbe, poiché se lo avessero fatto, i Giudei avrebbero suggerito loro quale esemplare punizione sarebbe stata la più adatta. Magari li avrebbero invitati ad usare il passo del Levitico (16, 10) e ad abbandonare nel deserto, tra le braccia di Azazel, il nuovo Capro Espiatorio… il cattivissimo vescovo cattolico… soprattutto oggi che nei vari deserti della Palestina e dintorni si va a morte certa se si dà fastidio ai Giudei.

Né poteva mancare, in questa nota del WJC, la regolare direttiva per il Vaticano: se la Fraternità non accetta la visione ebraica… pardon… filo-ebraica dei nuovi preti della neo-Chiesa conciliare… non fatele mettere piede inVaticano!
Uomo avvisato è mezzo salvato!

Ma, visto che i Giudei si permettono di emettere direttive per i cattolici, ci siamo detti: perché allora noi, che non siamo il Vaticano, ma dei semplici sprovveduti fedeli di Nostro Signore Gesù Cristo, perché non proviamo ad elargire qualche consiglio… tanto non ci costa niente… e quelli a cui lo elargiamo se ne infischiano?

E abbiamo pensato di consigliare ai dirigenti della Fraternità San Pio X di non mettere piede in Vaticano fino a quando i prelati ivi residenti non abbiano cambiato opinione sui Giudei, sugli Ebrei, sui “fratelli maggiori” e su diverse altre piccole cosucce che stanno ogni giorno di più riducendo la povera Barca di Pietro in una tinozza bucherellata e sbrindellata su cui volteggiano nugoli di uccellacci pronti a soddisfare le loro incoffessabili bramosie.

Kyrie eleison.
 




Congresso ebraico mondiale

24 ottobre 2012


Il capo del World Jewish Congress (WJC), Ronald S. Lauder, ha accolto con favore l’espulsione del vescovo Richard Williamson da parte del gruppo cattolico separato Fraternità San Pio X (FSSPX), ma ha detto che questo si sarebbe dovuto fare anni fa e “
non serve per ripristinare la credibilità di questa organizzazione”.

Lauder ha dichiarato: “
È bene che il seminatore di odio e negatore dell’ultimo olocausto, Williamson sia stato finalmente relegato nel deserto, ma questa è una decisione che la dirigenza della FSSPX avrebbe dovuto prendere anni fa, quando il chierico ha apertamente negato l’esistenza delle camere a gas. Adesso è troppo poco e troppo tardi. Le ragioni addotte oggi per l’allontanamento di Williamson non parlano del danno che quest’uomo ha causato attraverso la diffusione di invettive contro gli Ebrei e altri, sia dal pulpito, sia attraverso la sua lettera settimanale e le sue dichiarazioni ai media.

Nel 1989, in un discorso nella chiesa di Notre-Dame-de-Lourdes, a Sherbrooke, Canada, Williamson ha sostenuto che "Non vi è stato un ebreo che sia stato ucciso nelle camere a gas. Sono tutte bugie, bugie, bugie”. In un’intervista alla televisione svedese, concessa in Germania alla fine del 2008, ha ribadito la sua visione.


Il presidente del WJC ha detto che anche se non tutti i membri della FSSPX sono antisemiti come Williamson, il gruppo è ancora alle prese con la questione dell’antisemitismo nei suoi ranghi e in qualche modo con coloro “
che continuano a considerare gli Ebrei come la personificazione dell’Anticristo”. Lauder ha ringraziato Papa Benedetto XVI e il cardinale Kurt Koch, il prelato vaticano incaricato delle relazioni con gli Ebrei, per la loro condanna inequivocabile delle tendenze antisemite nella Chiesa. “Conosciamo la posizione del Vaticano su questo. Quello che non sappiamo è se la dirigenza della FSSPX è d’accordo con essa. Fino a quando la Fraternità San Pio X non prenderà una posizione chiara, non dovrebbe essere riammessa nel seno della Chiesa cattolica” – ha sottolineato Ronald Lauder.

In una dichiarazione rilasciata mercoledì, la FSSPX ha detto: “
Mons. Richard Williamson, avendo preso da diversi anni le distanze dalla direzione e dal governo della Fraternità Sacerdotale San Pio X, e avendo rifiutato di manifestare il rispetto e l'ubbidienza dovuti ai suoi legittimi superiori, è stato dichiarato escluso dalla Fraternità Sacerdotale San Pio X”. La Fraternità di tradizionalisti, che si è staccata dal Vaticano più di due decenni fa per le sue riforme, ha detto che la decisione è stata presa il 4 ottobre 2012. Williamson è uno dei quattro vescovi consacrati dal vescovo Marcel Lefebvre a Ecône, in Svizzera, nel 1988, contro gli ordini del Papa Giovanni Paolo II, che in seguito li scomunicò. Nel gennaio 2009, Papa Benedetto XVI ha revocato la scomunica dei quattro.

Grazie a Dio la saga Williamson sarà presto alle nostre spalle, una volta che il tribunale di Ratisbona deciderà per la sua condanna per negazione dell’olocausto”, ha detto Lauder.
 ------------------------------------------
Dopo queste "eminenti dichiarazioni" dei nemici di Nostro Signore, modernisti Vaticani ed Ebrei sionisti, esistono ancora dei dubbi sul vero motivo dell'esclusione di Monsignor Williamson? 

Gianluca Cruccas
Anna Rita Onofri

41 commenti:

  1. No!! Non ne esistono più!!

    papa con la p minuscola, vedi un po' tu,se hai intenzione di farci massacrare da questa progenie satanica prima di lasciare questa terra.
    Per il tuo bene eterno, cerca di riprendere in mano le redini e mi dimostrearai che sei cattolico e un vero vicario di Cristo, altrimenti per me tu non mi rappresenti più.

    papa con la p minuscola, chi ha deciso che analizzare a fondo il fatto storico delle camere a gas si va contro la fede cattolica?
    sei stato tu? o quelli che ti girano attorno?
    ma tu hai mai fatto ricerche storiche? sai come funziona la cosa? lo sai che bisogna analizzare tutto impiegando varie discipline, che vanno dall'archeologia, dalle analisi chimiche, dalle anlisi di documenti di testimoni che NON sono soli quelli di parte, che caso strano su Gesù Cristo sulla Chiesa su qualsiasi fatto si può e si deve indagare ma sulle camere a gas no!
    Indagare NON significa negare, indagare significa accertare, o la progenie teme che indagando si vengano a scoprire altre verità a loro scomode?

    il papa con la p minuscola, deve dirlo alto chiaro e forte e poi personalmente saprò che direzione prendere.

    Saluti

    un cattolico che vuole rimanere tale con o senza il papa con la p minuscola.

    N.B. La Madonna a Fatima disse che Roma perderà la fede e siamo già arrivati.

    Mons. Williamson io non la conoscevo prima di questo fatto, ora so chi e che cosa l'ha fatta "disubbedire" e per questo La ringrazio.

    La verità prima o poi verrà a galla e spero che Dio faccia giustizia.

    RispondiElimina
  2. La verita' e' venuta a galla il giorno che Roncalli ha indetto il conciliabolo. Oggi abbiamo preso atto del miracolo della SS.ma Vergine di Fatima "Roma perdera' la Fede" e di fatto Roma ha perso non solo la fede ma anche la bussola.
    Un cattolico che vuole rimanere tale con o senza il papa con la p minuscola e possibilmente anche senza tutta la gerarchia eretica.
    E' GIUSTO OBBEDIRE A VOI PIUTTOSTO CHE A DIO?
    I profeti di sventura avevano torto o ragione?
    La Roma modernista vuole una chiesa mondializzata guidata dai massoni/ebraico/protestanti. Ed io restero' un Cattolico eremita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, puoi andare!

      Elimina
    2. La stessa cosa che dirà a te Cristo quando sarà la tua ora.......

      Meglio che questa frase la dicano gli eretici postconcilari, come te che non valgono nulla, anzi sono già con i piedi dentro la Genna...mi preoccupo se a dirla è Gesù Cristo quindi....

      va in pace e segui l'eresia e gli eretici postconciliari in tutta tranquillità.

      Elimina
    3. Devi pur illuderti Delfino per dare un senso alla tua esistenza. D'altro canto se la superstizione ti aiuta a vivere è sempre meglio del Valium.

      Elimina
    4. Definire "superstizione" la Fede Cattolica di sempre e le sue motivazioni, è tipico del pensiero massonico, e dell'eresia EBRAICO-GNOSTICA che lo alimenta da secoli, e che nasce durante il primo Cristianesimo in opposizione a questo.
      In seguito questa diabolica dottrina venne identificata tutta nella cabala scritta(cabala=Tradizione) ebraica, e fissata nero su bianco nel maledetto libro del Talmud, e nel terribile libro dello Zohàr, che è la MISTICA ESOTERICA dei rabbini giudaici, vale a dire le loro allucinazioni personali in cui credono di ricevere delle "illuminazioni" dall'Alto....

      "Zohàr" significa "libro dello splendore"....sì, lo "splendore" di Lucifero...

      Elimina
  3. Cari amici, quello che sto per scrivere sarà scomodo, ma vi invito a cercare di capire se foste vittime di un lavaggio del cervello pericoloso. Pericoloso per voi e per la collettività cristiana.
    Inizio con una premessa, mi pare che le cose che dividono voi e la Chiesa di Roma siamo molte. Alcune possono essere risolvibili perché, assomigliano per lo più al filoque ortodosso. Altre no. In particolare l’ecumenismo e la vostra accusa contro il Papa di collaborazionismo ebraico massone.
    La Chiesa nel corso degli anni non ha sempre condannato gli ebrei, ma, in alcuni casi, li ha anche perseguitati. Ha dato il pretesto ad Hitler di sterminarli (il negazionismo lo lascio, perché se facessimo la somma algebrica tra gli ebrei prima della II guerra mondiale e dopo, ne mancherebbero 4 milioni).
    Vi segnalo tre autori Martin Lutero, Hitler e P. Mateo Crawley (Santo Sacrificio della Messa 1948).
    Iniziamo da Lutero in “Von den Juden und Ihren Lügen” del 1543 scriveva:
    Mosè scrive al XIII capitolo del Deuteronomio, che se una città pratica l’idolatria, bisogna distruggerla completamente col fuoco e non conservarne nulla. E se egli ora fosse in vita, sarebbe il primo a incendiare le sinagoghe e le case degli ebrei. Perchè ordinò molto severamente ai capitoli IV e XII del Deuteronomio di non togliere nè aggiungere niente alla sua legge. E Samuele dice al XV capitolo del I libro che non obbedire a Dio è idolatria. Ora, la dottrina degli ebrei non è altro che glosse di rabbini e idolatria della disobbedienza, cosicché Mosè è diventato del tutto sconosciuto presso di loro (come si è detto), proprio come per noi sotto il papato la Bibbia è diventata sconosciuta. E dunque anche in nome di Mosè le loro sinagoghe non possono essere tollerate, perché diffamano loro tanto quanto noi, e non è necessario che essi abbiano per una simile idolatria le loro proprie, libere chiese.
    Segue un’attenta disanima dei metodi attraverso i quali si devono distruggere gli ebrei e le loro sinagoghe. Il papato sotto il quale la Bibbia diventava sconosciuta era Leone X, il pontefice che aveva sancito l’uguaglianza tra ebrei e cristiani e che aveva nella sua corte moltissimi giudei come consultori. La negazione del deicidio da parte di Leone X e la sua “amicizia” con gli ebrei, è stato uno dei temi attraverso il quale si è consumato lo scisma. Inoltre la stessa Chiesa non ha avuto sempre la stessa posizione e spesso entrava in contraddizione. Ho postato alcune cose copiate da S. Agostino e S. Tommaso facendole passare per opinioni di sedicenti “concidiaboli”.

    RispondiElimina
  4. Segue dal precedente:
    Passo a Hitler in “La mia Battaglia” del 1934:
    “E così io credo come sempre che il mio comportamento è in accordo con l’Onnipotente Creatore. Fin quando mi reggerò in piedi sarò contro il Judeo difendendo l’opera del Signore”. Hitler, il figlio di Satana, introduceva con queste parole, tratte da Lutero, le sue farneticanti teorie sulla razza e sullo sterminio degli ebrei.
    La Chiesa, purtroppo, sia cattolica che protestante e ortodossa, ha contribuito allo sterminio di milioni di uomini. Oggi ha capito che Cristo, mai avrebbe sguainato una spada, ha chiesto perdono, ed è passata dalla logica dell’imposizione alla logica della proposizione. Proponendo un modo alternativo di vivere, in accordo e sintonia col Padre, per amore e non per paura (anche dell’inferno).
    Concludo con P. Mateo Crawley, un autore, a voi, e anche ai cattolici romani, molto caro:
    Il Sacrificio è l'Offerta che il Verbo fa di Se stesso al Padre con queste parole: "Ecco lo vengo, o Dio, per fare la tua volontà" (Eb X, 7) - "Si è fatto obbediente fino alla morte, e alla morte di Croce" (Fil II, 8). Il Sacrificio è dunque la realizzazione ineffabile, sull'Altare come sul Calvario, di que¬ste parole: "Tradidit semetipsum"! (Ef V, 2). Per la gloria del Padre e la redenzione dell'uomo colpevole, il Figlio di Dio si abbandona in olocausto al Padre... Abbandono mille volte sublime che si potrebbe glossare con queste povere parole: "Padre, poiché tu vuoi che io muoia, sia fatta la tua volontà!... Sì, mi sono incarnato per poter morire crocifisso, perché vo¬glio essere tua Vittima di lode e di propiziazione. Io voglio, Padre, glorificarti tanto e molto più di quanto il peccato ti ab¬bia oltraggiato.
    Cristo si è dato alla Croce in assoluta libertà, per colpa dei nostri peccati (i miei e i tuoi, del passato presente e futuro), lo ha fatto per mandato del Padre. Quindi se è morto in Croce le responsabilità sono nostre. Paradossalmente il mandante del deicidio è proprio il Padre e l’esecutore Cristo stesso, con la complicità ignorante dei romani e degli ebrei. La colpa di questo delitto è solo nostra, dell’umanità, perché senza i nostri peccati il Padre non avrebbe mandato il Figlio ad emendarli.
    Saluti Avamposticulturali.

    RispondiElimina
  5. Che dire se non che che ignori, profondamente la storia, la vera storia che è cominciata qualche millennio prima di hitler?

    Cosa vuoi non tutte le ciambelle escono con il buco.

    Invece di studiare ciò che ti propina la scuola, perchè non cominci a crescere e gurdarti attorno?

    Ad esempio semplicemente ti sei mai chiesto come mai tanta pubblicità, onorificenza solo alle vittime di razza e religione ebraica, e mai per tutte le altre numerosissime vittime morte per lo stesso motivo, anche senza camere a gas? il loro sacrificio e martirio vale cento volte più del sacrificio di un non ebreo? Su rispondi e vediamo, sono forse migliori e più degni di lode? hanno forse il sangue blu? e gli altri sono feccie?

    Leggiti la storia dei gulag e quella atroce degli Armeni e quella dei Palestinesi, per cominciare. E poi non estrarpolare la storia perchè è ben più vasta di come te l'hanno insegnata. Impara a volare da solo ne guadagnerai!!!

    saluti a te

    RispondiElimina
  6. Non ignoro la storia, anzi ti dirò di più. Noi cattolici abbiamo nel nostro DNA proprio il martirio. Iniziando dalle origini S. Stefano, S. Agata, S. Lucia i grandi nostri protomartiri, poi gli uniati russi di cui pochi parlano, i Santi Martiri Spagnoli della guerra civile. La persecuzione e la relegazione dei Copti in Egitto, il genocidio degli armeni, le vittime della violenza mafiosa quale Don Pino Puglisi. Nelle camere a gas finirono anche moltissimi cristiani come San Massimiliano Kobe e Edith Stein Santa Teresa Benedetta della Croce patrona d'Europa. La lista non è lunga, ma lunghissima. Noi cristiani siamo martiri anche quando ci opponiamo allo sfruttamento dell'uomo, nelle fabbriche, nella finanza, nella ricerca scientifica. Siamo martiri perchè spesso le nostre azioni diventano scomode e ci causano l'essere additati come reazionari e bigotti. Il nostro martirio è silenzioso perchè, se fosse plateale, sarebbe null'altro che un suicidio ai fini della lotta politica.
    Ma alla fine, se ci opponiamo al mondo, attraverso il nostro volontario martirio, alla stessa maniera non possiamo ignorare e, anzi dobbiamo condannare, coloro che col pretesto di difendere nostre posizioni usano la violenza e rendono martiri altri. Nel caso specifico degli ebrei, a me non piace la loro politica contro i palestinesi, come non mi piacciono le continue ingerenze contro beatificazione di Pio XII, ma, per fare questo, per dire la mia opinione, devo essere intellettualmente onesto: La Chiesa, cattolica, protestante e ortodossa, ha avuto una grandissima responsabilità nel genocidio della II guerra mondiale. Mai l'odio e le divergenze intereligiose dovranno sporcare l'olocausto di Nostro Signore sulla Croce e mai dovrà essere usato per produrre violenza e opposizione. Saluti Avamposticulturali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. " Nelle camere a gas finirono anche moltissimi cristiani come San Massimiliano Kobe e Edith Stein Santa Teresa Benedetta della Croce patrona d'Europa. La lista non è lunga, ma lunghissima."

      Sbagliato: San Massimiliano Maria Kolbe, sostituitosi volontariamente ad un padre di famiglia e morto al suo posto, è stato destinato al CAMPO DELLA FAME. Ridotto in fin di vita per denutrizione, ma vedendo che la sua morte non sopraggiungeva, subì una INIEZIONE DI ACIDO FENICO, con cui venne finito.
      NESSUNA CAMERA A GAS PER LUI.

      Elimina
    2. Camera a gas o non è morto da Martire cristiano! Mi interessa invece la tua opinione sul resto, il precedente post, che ho scritto.

      Elimina
    3. UNA COSA PER VOLTA.
      Ho voluto rimarcare, per ora, questo falso storico della sua morte nelle camere a gas, per far notare quanto sia facile creare, ed involontariamente diffondere, delle leggende sulla morte di alcune persone non passate inosservate, come pseudo conferma di notizie imposte all'opinione pubblica come fossero dogmi, di cui è severamente VIETATA la verifica attraverso indagini condotte su vari fronti di studio. Cosa che mi pare sia il centro del problema delle recenti affermazioni di Williamson in merito.
      Poi, se me ne dai il tempo, rispoderò al resto...

      Elimina
    4. Allora, Avamposti....
      cerco di rispondere più brevemente possibile, perchè hai messo un sacco di cose....

      PRIMO: il "filioque" non è risolvibile, perchè è in ultima analisi l'incrinamento del dogma della Santissima Trinità, perciò è peggio di qualunque altra cosa....

      SECONDO: quello che difinisci "irrisolvibile" lo sarebbe molto facilmente se l'attuale gerarchia, anzichè rifarsi alla Carta dei Diritti dell'Onu si rifacesse al Vangelo, sia sull'ecumenismo (movimento di origine protestante, perciò eretico e antievangelico) sia sul predicare ogni giorno principi massonici anzichè quelli di Cristo.

      TERZO: le tue accuse contro la Chiesa (la quale è solo quella Cattolica Romana, mentre le altre sono assemblamenti eretici e scismatici, quindi non fare di tutta l'erba un fascio) sono troppo generici e non documentati: devi DOCUMENTARE dove e quando la Chiesa Cattolica avrebbe dato il pretesto ad Hitler di sterminare gli ebrei, quando Pio XII, da solo, ne salvò, dalle mani dei nazisti, oltre 5000, nascondendoli in tutti i conventi e monasteri nel circondario. DOCUMENTI, FONTI STORICHE...altrimenti cadi nella calunnia.

      QUARTO: dici che la somma degli ebrei prima e dopo della guerra è di 4 milioni; non farti sentire in giro a dirlo...perchè stai contraddicendo i giudei, che continuano imperterriti a dire che l'olocausto ha ucciso 6 milioni di ebrei (e lo dicono non perchè il numero sia quello, ma perchè il "6" per loro è un numero simbolico, ma questo non si deve dire, perchè quello che loro asseriscono è legge, è dogma, anche se si può dimostrare il contrario. Guai! Hai contraddetto l'olocausto! Sei un negazionista...sei un antisemita...ha commesso un reato...)
      <<<

      Elimina
    5. <<<
      QUINTO: NON COMMENTERò MINIMAMENTE né Lutero né Hitler, perchè entrambi fuori dalla Chiesa di Cristo: Lutero per essere un eresiarca dei peggiori mai vissuti ed un Massone del gradO di ROSACROCE, CIOè UN NEMICO SPECIFICO DEL sANTISSIMO sACRIFICIO DELL'ALTARE, quindi un menzognero sistematico e non starò ad impazzirmi neanche per un minuto a leggere le sue corbellerie e menzogne.
      Hitler era un Illuminato di Baviera, una delle peggiori razze di massoni al mondo, quindi tutto tranne che un cristiano, come forse in pochi sanno di origine ebraica, che ha sterminato molti ebrei assimilazionisti ma questo non gli ha impedito di avere per amico, seguace e socio in affari niente meno che Prescott Sheldon Bush, nonno del presidente George W. Bush. Questa famiglia di ebrei sionisti finanziò la sua guerra in cui vennero sterminati milioni di ebrei, loro fratelli. Pertanto non era gente della Chiesa e non fanno testo.

      SESTO: Le parole del cattolicissimo P. Matteo Crawley sono totalmente condivisibili (la prossima volta ricordati di mettere le virgolette di citazione, perchè devo intuire quando finiscono le citazioni e quando cominci a parlare tu...)solo che come ti spiega l'anonimo più in seguito hai totalmente toppato nell'interpretazione di quelle parole e sei giunto a conclusioni gnostiche e non cristiane.

      SETTIMO: Che il Padre ed il Figlio abbiano deciso nel loro Amore infinito il sacrificio cruento del Figlio per la redenzione del genere umano, e che lo abbiano fatto nella libertà della loro divina decisione, NON ALLEGGERISCE LE RESPONSABILITA' UMANE CHE CI FURONO IN QUELL'EVENTO. Come per Giuda: che il suo tradimento abbia innescato la Passione del Figliolo di Dio, che ha portato l'umanità a potersi salvare (se accetta la redenzione e si converte) non toglie che lui tradì il suo Maestro ed il suo Signore e che abbia ricevuto il giudizio per le sue opere.

      (Un'ultima cosa: se desideri sapere come la pensa un altro, circa un tuo pensiero, non sottoporgli post chilometrici, non è rispettoso. Anch'io scrivo post a volte molto lunghi, ma non impongo poi la fatica agli altri di dovermi rispondere per forza...)

      Elimina
  7. Ci sarà un motivo se tutti quelli che hanno una visione ultratradizionalista appartengono all'estrema destra, spesso fascista, interessata solo a mantenere dei privilegi e contraria ad ogni miglioramento in campo sociale. La storia li ha sconfitti ma c'è sempre qualche nostalgico: emblematica la fine della TFP.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "ultratradizionalista" è un termine senza senso visto che non esiste una "ultratradizione" ma semplicemente LA Tradizione.
      E facciamola finita con lo stereotipo tradizionalista= fascista, un cattolico osservante non può esserlo essendo stato il fascismo un nemico della religione cattolica.
      Azzurra

      Elimina
    2. stiamo tornando ai post di qualche settimana fa, solo insulti, uso delle parole e del loro significato del tutto gratuito...detto poi da emeriti ignoranti di storia, italiano ma sopratutto religione!
      non 'cè bisogno nemmeno di rispondere in merito ( Mons Lefebvre negli anni 70\80 veniv a definito Fascista, nulla di nuovo )
      CZC

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    4. Ma lei cosa ne sa? le sue chiacchiere sono da comare del villaggio, anche GPII incontrò Pinochet e lo benedì, ma non per questo fu mai tradizionalista e nemmeno tacciato di fascismo. Qualche soggetto potrà anche esserlo e non torna certo in suo onore, ma generalizzare dando dei fascisti a tutti i tradizionalisti è sbagliato, scorretto e offensivo.
      Io non lo sono!
      Azzurra

      Elimina
    5. "Paradossalmente il mandante del deicidio è proprio il Padre e l’esecutore Cristo stesso, con la complicità ignorante dei romani e degli ebrei"

      All'anonimo pseudo cattolico: ci sono degli errori molto gravi.
      1) L'omicidio è di per sé un peccato quindi il mandante (Persona che affida ad altri l'incarico di eseguire qlco., spec. un reato) commette anch’egli un peccato in questo caso Il Padre avrebbe incaricato il Figlio di commettere un omicidio, anzi tecnicamente un suicidio, essendo il mandatario, quindi l’esecutore, Cristo stesso. Ora poichè l'omicidio di un'innocente è un peccato grave, in questo caso la Vittima innocente per eccellenza, lei afferma che Dio volle la morte ingiusta del suo Figlio prediletto da parte del Figlio stesso ma Dio non può volere il male poichè non fa parte della sua essenza quindi lei dice una grave cosa.
      2) Il fatto che Cristo fosse l'esecutore si tratterebbe evidentemente di suicidio il che risponderebbe ad altro peccato gravissimo ascritto a Dio.
      3) La dottrina cattolica insegna che Cristo aveva ricevuto dal Padre il precetto di patire, poiché sta scritto [Gv 10, 18]: "Ho il potere di offrire la mia vita e il potere di riprenderla di nuovo: questo comando ho ricevuto dal Padre mio", cioè di offrire la vita e di riprenderla. (ST pIII q47 a2 ad1)Non di suicidarsi.
      Inoltre San Tommaso, ancora, insegna che “si può essere causa di un effetto in due modi.
      Primo, agendo per produrlo direttamente.
      Ed è in questo modo che uccisero Cristo i suoi persecutori: poiché gli inflissero dei supplizi capaci di produrre la morte, con l'intenzione di ucciderlo e conseguendo l'effetto, poiché tali supplizi provocarono effettivamente la morte.”
      Come di fatto fecero ebrei e romani.
      "Secondo, uno può essere causa di un fatto indirettamente, cioè perché non lo impedisce pur avendone la possibilità: come si dice, p. es., che uno bagna un altro perché non chiude la finestra da cui entra l'acqua.
      E in questo modo si può dire che Cristo stesso fu causa della sua passione e della sua morte.
      Poteva infatti impedirle." (ST p III q47 a1 r)
      Ciò però non equivale a dire che fu lui l’esecutore della sua morte tanto meno il Padre il mandante dell’omicidio! (Deicidio)

      Ritratti in toto.
      Concludo: “ È vero che tutti siamo peccatori e che, come tali, abbiamo partecipato alla morte di Cristo, il quale è venuto sulla terra propriamente per salvare i peccatori, ed è morto per i peccatori, non può dubitarsi; ma non può affermarsi neppure che tutti i peccatori lo hanno ucciso di propria mano o lo hanno condotto a Pilato e ne hanno chiesto con insistenza la morte. Ed infatti, una cosa è dire che Cristo è morto per salvare tutti i peccatori; un'altra è dire che tutti i peccatori l’hanno ucciso, spingendo forsennatamente Pilato a condannarlo a morte e a rilasciarlo nelle loro mani, ed in balìa della loro volontà perversa, prepotente e sanguinaria, la quale più volte ne richiese il supplizio della croce...” (p. Isidoro da Alatri)
      La Chiesa da sempre ha insegnato infallibilmente la responsabilità degli ebrei nel deicidio, non c'è bisogno di parlarne oltre, c'è invece da dire che lei sbaglia anche nel definire "martire cristiano".
      Ora se lei intende martys nel suo termine generico chiunque può essere un martys, ma se lo intende nel senso religioso nessuno può esserlo all'infuori del Cristiano Cattolico.
      Infatti come insegna Agostino è la Causa che fa il martire non il martirio.
      Morire quindi da ebreo o musulmano o animista o chicchessia per il proprio falso dio non vuol dire essere martire
      Per favore se è veramente cattolico abiuri questa grave ingiuria fatta a Dio!

      Elimina
    6. unicuique suum29 ottobre 2012 18:57

      Azzurra lei è la stessa che scriveva su quel pessimo blog tradimodernista di chiesa e postconcilio e dove Annarita è stata umiliata per aver difeso Mons. Williamnson? li vi era una blogger dal nome Azzurra e le dirò, condividevo ciò che scriveva, ma poi è stata sicuramente censurata, perchè non ho più letto suoi interventi.

      Non è una novità li censurano tutto ciò che può mettere in imbarazzo l'equilibrismo da giocoliere postconciliare.

      Chi conosce la dinamica delle sette, sa come funziona e quel lido ne è una dimopstrazione ...ovviamente, mascherando il tutto sotto il paravento di provocazione e modi non consoni...

      Eppure si definiscono cattolici, ma ben poco hanno o sanno. Ad esempio quel passo dove si smascherano quei falsi profeti che vanno in giro a gridare pace pace quando pace non c'è, così da addormentare le coscienze e lasciare che i nemici di Dio continuino a dilaniare la Chiesa...evidentemente nella loro edizione modernista non esiste.....oppure l'avranno censurata?

      Elimina
    7. Unicuique,
      vorrei chiederti cortesemente di non concentrarti troppo su quel blog, od altri, perchè non desidero alimentare particolari polemiche fra i vari siti e ancor meno dare ad altri il destro per accusarci di maldicenza....
      Poi ci sono così tante cose nell'argomento del thread su cui riflettere e da rimarcare, che non abbiamo proprio il tempo per occuparci di altro, giusto?... ;-)

      Se Azzurra è lo stesso blogger che scrive o scriveva (non so..) altrove, è comunque la benvenuta in mezzo a noi, come del resto lo siete tutti quanti.

      Elimina
    8. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    9. Credo che sia interessante sintetizzare cosa io chiedo alla mia Chiesa: La Chiesa cattolica deve tollerare e legittimare le altre religioni e le altre concezioni del mondo (la legittimazione comunque passa dalla libertà); deve chiedere reciprocità; deve trovare tutti i punti comuni per evitare guerre e violenze; infine,non all’ultimo posto, ma, come fine, proporre la propria fede.
      Il messaggio cristiano è sublime è il più esaltante per un uomo: Un Dio che per amore si fa uomo e ci chiama a partecipare della sua Natura. Carità e amore. Un simile messaggio non può essere imposto o brandito con la paura dell’inferno o dei castighi, è un atto intrinseco di amore e dialogo tra noi la creatura e il proprio creatore. Non si aderisce al cristianesimo per paura, ma per amore.
      Attraverso questa politica ecumenica: Giovanni XXIII ci salvò dalla III guerra mondiale, frapponendosi tra Krushiov e Kennedy, ricorderete poi che la figlia di Nikita fu ricevuta in Vaticano; Giovanni Paolo II, senza spargere una goccia di sangue ha sconfitto definitivamente il comunismo. Prima di loro ricorderemo solo le vittime del genocidio cattolico in Russia e i Santi Martiri Spagnoli.
      L’ecumenismo si oppone alla violenza e alla guerra proponendo Amore e Carità, ossia Cristo.
      Avamposticulturali

      Elimina
    10. Sul terzo punto sono d’accordo con te e sottoscrivo in pieno quello che dici, anzi trovo l’ingerenza sulla beatificazione di Pio XII da parte degli ebrei fuori luogo e storicamente sbagliata. Se il Papa avesse condannato il Nazismo (alla maniera che avrebbero voluto gli ebrei), oltre ai 4 milioni (la fonte è Norimberga) visti prima avremmo avuto altri 10 milioni di cattolici.
      Sul mio commento a P. Crawley preciso che ho detto “paradossalmente” non sono uno gnostico.

      Elimina
    11. Vorrei consigliare a Rita di leggere ciò che dice Lutero, perché sono le stesse tesi che presumo di aver letto in questo sito e vorrei essere smentito. Uno dei motivi di scontro con Leone X erano proprio gli ebrei. Lutero fu colui che armò la mente perversa di Hitler. Lo scisma si consumò anche perché Lutero accusava Leone X di essere asservito agli ebrei.

      Sul filioque, per me resta solo il pretesto vantato dagli ortodossi per lo scisma, ma sarebbe interessante capire se accetti la frase del Credo che dice “Credo nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita, e procede dal Padre e dal Figlio.

      Concludo e chiedo scusa perché sono stato lungo, non pretendo comunque risposta, ma a me piacerebbe che qualcuno mi leggesse almeno per la fatica di scrivere,

      Elimina
    12. @ unicuique suum

      Azzurra lei è la stessa che scriveva su quel pessimo blog tradimodernista di chiesa e postconcilio e dove Annarita è stata umiliata per aver difeso Mons. Williamnson? li vi era una blogger dal nome Azzurra e le dirò, condividevo ciò che scriveva, ma poi è stata sicuramente censurata, perchè non ho più letto suoi interventi.

      -----------------

      No la blogger che ha scritto con il nome di Azzurra è una mia omonima, non sono io! Strano che non le abbia risposto, in fondo che male c'era? Mi spiace che abbia il mio stesso nickname ed eventualmente pregherei di mettere una distinzione tra i due, perchè se un giorno volessi postare qualche commento in questo blog non è carino avere gli stessi nick name.

      Propongo quindi che l'Azzurra in questione metta una sigla a fianco così da poter distinguere la cosa.

      Al momento ho deciso di non commentare più, in nessun forum per motivi di lavoro,e le dirò ho fatto una cernita. Ora leggo pochissimi blog e questo è incluso nella lista, anche se sono sempre tentata di dire la mia, ma il tempo non è mai galant'uomo e quindi quando me ne rimane un po'preferisco leggere solamente, vedo comunque che ci sono persone all'altezza che rispondono e danno ragione di ciò che dicono e pensano. Sorvolo sempre i commenti di certi blogger, fanno solo perdere tempo e non insegnano nulla.
      Apprezzo moltissimo chi conosce e difende la Storia della Chiesa e non potrò mai e poi mai perdonare chi la deturba. Annarita quindi il mio grazie!!!

      Già che ci sono, voglio solo dire che mai mi sarei aspettata una soluzione così drammatica verso Mons. Williamson, anche se non lo mai conosciuto credo che non sia stata una giusta decisione.

      Neanche a me piacciono gli accordi se alla base ci sono delle cose poco chiare come sembrerebbe che sia. Ma aspettiamo e preghiamo, E' solo Dio il Padrone assoluto della sua Chiesa e saprà come fare.


      un caro saluto

      Elimina
    13. Oddio Avamposti...ma che cosa stai dicendo?

      Scusa ero in linea e non posso credere a quello che hai scritto.

      La Chiesa cattolica che vuoi deve tollerare le altre religioni? Guarda sei cascato proprio male, come ho appena scritto non sopporto chi scrive menzogne anticultrali contro la storia della Chiesa, perchè oltre a fare falsa informazione, dimostra di non conoscere proprio nulla in merito.

      Se i sacrifici umani che vi sono stati in tutti i secoli prima che il Cristianesimo fosse liberalizzato avessero continuato che cosa ora avresti scritto, che va bene tollerare le altre religioni? e di quali religioni stai parlando? E quando mai la religione cattolica è stata intollerante verso le altre se non vi era motivo di pericolo di vita e dannazione eterna?

      Se tu vuoi vivere come se nulla fosse, come se l'inferno non esistesse fallo pure nessuno ti obbliga, ma lascia che chi vuol essere salvato segua e venga ammaestrato secondo verità di Gesù Cristo che è la Tradizione millenaria.

      Gesù, ad esempio ha mai messo in guardia dal pericolo dell'inferno?

      Ma guarda questo...

      Ora vado ho già scritto a sufficenza, non volevo proprio ma dato che ero collegata per rispondere al commento che mi ha tirato in ballo, non ho potuto fare a meno di risponderti. Hai ancora molta strada da fare tu per conoscere la vera storia della Chiesa Cattolica, ma tanta assai!!!

      Elimina
    14. E' ora chiaro avamposto è eretico (almeno materialiter):
      Credo che sia interessante sintetizzare cosa io chiedo alla mia Chiesa:
      1) Lei non chiede niente alla Chiese la Chiesa insegna e basta! La Chiesa cattolica deve tollerare e legittimare le altre religioni e le altre concezioni del mondo (la legittimazione comunque passa dalla libertà);
      2)Tollerare è una cosa, il legittimare è stato condannato dalla Chiesa l'errore non ha diritti si legga le numerose encicliche, gia Felice I (se non vado errato)condannò questa eresia
      deve chiedere reciprocità; deve trovare tutti i punti comuni per evitare guerre e violenze; infine,non all’ultimo posto, ma, come fine, proporre la propria fede.
      3) Le false religioni hanno solo degli accidens in comune ma rimangono false e non possono essere messe sullo stesso piano l'idea che in fondo siano tutte buone è stata condannata nella "mortalium animos"
      Un simile messaggio non può essere imposto o brandito con la paura dell’inferno o dei castighi, è un atto intrinseco di amore e dialogo tra noi la creatura e il proprio creatore. Non si aderisce al cristianesimo per paura, ma per amore.

      4) Quarto errore è evidente che lei non conosce il timor servile, la Chiesa insegna che ci sono due modi per arrivare a Dio, certo il timor filiale, cioè l'amore di Dio, è più perfetto ma Dio accetta anche quello servile cioè aver paura di essere dannato.
      Dio non dialoga con noi comanda e noi obbediamo ma chi è lei che vuol dialogare con Dio cosa vuole insegnarle!!!!!!!!!!!!!
      Giovanni Paolo II, senza spargere una goccia di sangue ha sconfitto definitivamente il comunismo
      5) Altro errore il comunismo non è stato sconfitto perchè la Russia non si è convertita, se così fosse ci sarebbe la pace quindi la Madonna, Madre di Dio, avrebbe mentito.Non sia mai!
      L’ecumenismo si oppone alla violenza e alla guerra proponendo Amore e Carità, ossia Cristo
      6) Ancora doppio errore l'ecumenismo è stato condannato dai papi precedenti, inoltre la carità che lei dice è filantropia perchè dovrebbe sapere che la Carità che infusa nei nostri cuori dallo SPirito Santo non è mai disgiunta alla Grazia che hanno solo i cattolici (non tutti) e non gli altri che dunque non possono dialogare ma ascoltare, ed è vero che Cristo si è proposto ma insegna e non dialoga perchè nulla si aggiunge alla perfezione.
      E la Pace l'ecumenismo la vuole come la da il mondo togliendo di mezzo Cristo. Se la tenga questa pace.
      "Evviva Cristo Re evviva la Madonna de Guadalupe" gridava Jose Sanchez Del Rio mentre moriva MARTIRE ucciso dai suoi compagnucci comunisti così come gli altri CRisteros, per voi pietra d'inciampo per noi esempio glorioso.
      Si tenga la pace massonico -luciferina.

      Lei ha proprio fatto una bella scorta di eresie in 17 righe, complimenti.

      Scusate la lungaggine.

      Elimina
    15. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    16. Come hanno precisato sopra io sono un'altra Azzurra e per non fare confusione in caso di altri interventi mi firmerò Azul.

      Elimina
    17. Correggo: Formaliter!

      Elimina
    18. unicuique suum30 ottobre 2012 10:17

      Ottimo Anonimo delle 8.18!! Ottima risposta all'eretico pollo d'allevamento!!!


      Ringrazio sia Azzurra che Azul per aver risposto ad una mia che era solo una curiosità.
      Comunque volevo ringraziare Azzurra per gli interventi che ho letto in altro lido, del quale se mi è permesso non ho cambiato e non cambierò mai idea.

      Mi fa piacere se continuerà a scrivere in questo blog, che (data la mia esperienza di girovago e di lettore assiduo di tutti o quasi i blog con l'etichetta cattolica), questo rispecchia esattamente i canoni veramenti cattolici, quelli che la Chiesa Cattolica ha sempre insegnato.

      Ecco, comne vede è preso di mira da anonimi eretici, luterani, ortodossi e massoni, come il pollo d'allevamento delle 8:55, sicuramenti sono pagati per vigilare quei luoghi dove si coltiva la vera dottrina cattolica.

      Comunque il liquame dell'anonimo sopra (il pollo d'allevamento delle 8:55), è lo stesso che esce dall'indottrinamento forzato di chi appartiene alle sette dei neocatecumenali, dei focolarini e del rinnovamento.

      Ma questo lo ha espresso tante volte anche lei,vale la pena di ripetere.

      Buona giornata sia ad Azzurra che ad Azul.

      Elimina
    19. unicuique suum30 ottobre 2012 11:09

      Anonimo delle 8.18 solo una postilla.
      lei scrive:

      Giovanni Paolo II, senza spargere una goccia di sangue ha sconfitto definitivamente il comunismo


      Non è esatto!! Gp2, non ha sconfito il comunismo, ne ha solo spostato l'asse e lo ha fatto rngalluzzire dove prima era più debole, ovvero in Italia. Questa è storia e non è fantascienza.

      Gp2 ha fatto danni immensi sia alla Chiesa e di onseguenza alla società. Non bisogna dimenticarlo, altrimenti non potremmo mai capire ed individuare chi sono i veri nemici dell'umanità e come lavorano.

      Si è mai chiesto come mai al cv2, non si è condannato il comunismo ma solo il fascismo? Perchè? forse che il comunismo ha ucciso meno persone? anzi ne ha uccise ben 100 volte in più. Bene non si deve guardare ai numeri? e a che cosa si deve guardare per stabilire chi siano i nemici dell'umanità? in base a quale criterio? il sangue versato da un innocente ucciso dalla furia comunista val meno che il sangue versato dal nazismo? e il sangue versato dagli islamici quello non conta?

      Attenzione alle parole e ai meriti. Ad ognuno il suo!!

      Elimina
    20. Ed il sangue degli abitanti di Gerusalemme "liberata" dai crociati? E quello degli schiavi neri o dei popoli precolombiani che non volevano convertirsi? O quello degli ugonotti e di altri eretici?

      Elimina
    21. Anonimo 13.26,
      a parte che non capisco cosa c'entri questo con l'argomento dell'articolo... Ho detto varie volte che se si vuole imbastire una conversazione partendo da accuse fatte ai cristiani o alla Chiesa, sarebbe necessario fornire fonti attendibili di quanto si afferma. Poi, con dati certi alla mano, se ne può anche parlare. E per favore, non dite che queste notizie sono su tutti i libri di storia.....

      Elimina
    22. Per unicuique:
      La frase:

      Giovanni Paolo II, senza spargere una goccia di sangue ha sconfitto definitivamente il comunismo

      NON E' MIA ma è dell'eretico cui ho confutato le affermazioni nei punti riportati all'inizio ho trascritto le sue eresie.

      Elimina
    23. Lancio una sfida, ma che è anche un assist, soprattutto per A.Rita.
      Dalle risposte capirò chi siete!
      Due parole. Zeitgest e Houston, Chi è il loro capo in Italia? Cosa dicono?

      Elimina
    24. unicuique suum31 ottobre 2012 00:27

      per anonimo 20:55

      Scusa, ora che me lo ha fatto notare ho visto.... il fatto è che non essendoci stati degli spazi tra l'una e l'altra cosa, mi è sfuggito.

      Ottima confutazione all'eretico!!!

      P.S. se non chiedo troppo, potrei chiederle di darsi un nickname così da distinguerla tra tutti questi anonimi portavoce di eresie, che sappiam benissimo da che scuola provengano...La ringrazio sin d'ora. cordiali saluti.

      Elimina
  8. «Essi hanno odio
    verso tutto ciò che è di tradizionale
    e sacro».
    (S. Pio X)
    ***
    «... Vedrete stabilirsi nei luoghi santi
    la desolazione abominevole,
    predetta dal Profeta Daniele».
    (Mt. 24,15)
    cosa pensava Monsignor. Lefebvre su Ratzinger e su questa accozzaglia: http://youtu.be/6wPfjK4cCHM

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.