Per la maggior Gloria di Nostro Signore cerchiamo persone disponibili ad eventuali Traduzioni da altre lingue verso l'Italiano. per chi si rendesse disponibile puo' scrivere all'indirizzo Mail: cruccasgianluca@gmail.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

martedì 30 aprile 2013

Monsignor Lefevre:"Se mi si facesse la domanda: "Ma come è possibile che la Chiesa, cattolica dal tempo di Pietro, fino a Pio XII, si sia mutata in una chiesa liberale e modernista?" Come è possibile ciò? Miei cari fratelli, voi siete sufficientemente al corrente della storia del Concilio vi è stata sufficientemente spiegata"...

Un carissimo amico che ci ha fornito la traduzione dal Francese di questa attualissima Omelia di Monsignor Lefebvre; ci ha anche inviato un suo commento a ciò che dice il Monsignore, e che noi postiamo integralmente:

 http://3.bp.blogspot.com/-F_W-gF7oxxQ/T65O2p7jBbI/AAAAAAAAFug/3xCZFUiG0ow/s1600/Lefebvre-1947.JPG

COMMENTO

Questa straordinaria omelia di Mgr Lefebvre presenta contenuti che OGGI sono ancor più validi di 24 anni fa,su cui tutti i cattolici del mondo intero, tutti noi siamo chiamati,da N.S.G.C., a meditare pregare lottare con la guida e l'aiuto della SS Vergine Maria.

(1) Denuncia dell'apostasia distruttrice della Chiesa, della S. Messa, del Regno Sociale di N.S.G.C. OGGI GLI ASSASSINI MODERNISTI DELLA SANTA FEDE HANNO ANCOR PIU' SFIGURATO LA CHIESA UFFICIALE PROTESTANTIZZANDOLA E SUBORDINANDOLA AI POTERI MONDIALISTI.

(2) Impossibilità di accordo tra cattolici ed ecumenisti massonici. Mgr Lefebvre dice: "Nella situazione attuale è impossibile per noi intenderci con Roma finchè il Sovrano Pontefice SOSTIENE e INCORAGGIA questo SEGRETARIATO (gli eretici cardinal Bea e compagnia). OGGI  L'ACCORDO E' ANCOR PIU' IMPOSSIBILE! AD ASSISI N°1 SONO SEGUITE MOLTISSIME ALTRE INIZIATIVE SIMILARI ED ALTRETTANTO BLASFEME.
LO SPIRITO DEGLI ECUMENISTI E' ORMAI LONTANISSIMO DAL CATTOLICESIMO E SUL SOGLIO CHE FU DI PIETRO SIEDE IL LORO CAPO ACERRIMO NEMICO -TRA L'ALTRO- DELLA SANTA MESSA CATTOLICA.

(3) Ma ...NON PREVALEBUNT! La S. Chiesa cattolica continua ad esistere, dice Mgr Lefebvre, nei preti  cattolici nelle migliaia di famiglie cattoliche che educano cattolicamente i figli e ora, dice monsignore, anche nei nuovi 4 vescovi che abbiamo fatto.
ANCHE OGGI E' COSI': NON CI PUO' ESSERE CHIESA SENZA PRETI CATTOLICI NON CI POSSONO ESSERE PRETI SENZA VESCOVI ! TENENDO PRESENTE L'ACCORDISMO DELLA DIRIGENZA DELLA NEO-FSSPX NOI PREGHIAMO ARDENTEMENTE CHE CHI HA RICEVUTO DA NSGC, MEDIANTE MGR LEFEBVRE, IL POTERE DI CONSACRARE VESCOVI VEDA LE NECESSITA' DELLA CHIESA SOFFERENTE E, IN NOME DI DIO, AGISCA PER IL BENE DELLE ANIME.

(4) L'EUROPA CRISTIANA INVASA ....MGR LEFEBVRE DENUNCIAVA QUESTO FATTO "APOCALITTICO" 24 ANNI FA. OGGI CON LA COMPLICITA' DEGLI ECUMENISTI SECONDO-VATICANISTI PIU' DI 50MILIONI DI MUSSULMANI SI TROVANO ORMAI IN EUROPA ERGENDO DAPERTUTTO MOSCHEE E PRETENDENDO CHE I SIMBOLI CRISTIANI (IN PRIMIS LA CROCE) SIANO TOLTI DAGLI EDIFICI PUBBLICI. D'ALTRA PARTE I POTERI PUBBLICI MASSONICI COLGONO L'OCCASIONE DI CAMBIARE I PROGRAMMI SCOLASTICI PER L'INSEGNAMENTO STORICO. RELIGIOSO.

(5) Denuncia del mondialismo massone socialista Come profetizzò la SS. Vergine Maria la Russia effettivamente ha sparso i suoi errori nel mondo ...non sotto forma di "comunismo" ma sotto forma di "stati laici" sostanzialmente atei (anti e/o acristiani). Organizzazioni statali dominate dalla finanza apolide usuraia espropriatrice delle naturali ricchezze delle nazioni, nemica della religione cattolica, della istituzione della famiglia naturale, propagatrice dll'omosessualismo, dell'ideologia transgender, delle manipolazioni genetiche. OGGI ANCOR PIU' CHE AI TEMPI DI MGR LEFEBVRE  GLI ERRORI( E  ORRORI) DELLA RUSSIA HANNO INVASO IL MONDO,COME AVEVA PROFETIZZATO LA MADONNA A FATIMA.

(6) Denuncia dell'ecumenismo sincretista che vuole formare una nuova religione mondiale al servizio del potere massonico mondiale...
VIENE L'ANTICRISTO...

(7) Mgr Lefebvre si chiede : "CHE FARE'?"  Come puo' il piccolo gregge opporsi a tutto ciò?  POSSIAMO! Esclama Mgr Lefevbre: "COME DAVIDE HA RACCOLTO LA SUA PIETRA E L'HA SCAGLIATA CONTRO GOLIA COSI' NOI OGGI ABBIAMO LA NOSTRA PIETRA CHE E' CRISTO!!"

SI, ANCHE OGGI NON DOBBIAMO PREOCCUPARCI ECCESSIVAMENTE; DICE L'APOSTOLO: "SE DIO E' PER NOI CHI SARA' CONTRO DI NOI?"(RM8,31) E PRIMA ANCORA CI RASSICURA: "SAPPIAMO POI CHE TUTTO COOPERA AL BENE PER CHI AMA DIO CIOE' PER QUELLI CHE SECONDO IL SUO PIANO SONO CHIAMATI".(RM8,28)
SI', COME DISSE ALLORA MGR LEFEBVRE, ANCHE OGGI DOBBIAMO CANTARE CON TUTTA LA NOSTRA FEDE COME I VANDEANI "NON ABBIAMO ALTRO ONORE CHE L'ONORE DI GESU' CRISTO; NON ABBIAMO CHE UNA PAURA AL MONDO, QUELLA DI OFFENDERE GESU' CRISTO".

 http://www.dici.org/en/wp-content/uploads/2011/02/mgr_Lefebvre_1.jpg


OMELIA DI S.E. MGR MARCEL LEFEBVRE NEL SUO GIUBILEO SACERDOTALE - 60 ANNI 
PARIGI-LEBOURGET, 19 NOVEMBRE 1989

Signori
miei carissimi confratelli
carissime sorelle
miei carissimi fratelli

non è senza una profonda emozione che vi vedo oggi, riuniti così numerosi nell'occasione di questo anniversario sacerdotale. Voi avete sopportato la fatica di un lungo viaggio e alcuni  tra voi vengono da altri continenti. Ma io penso che questa fatica valeva bene il viaggio. Poichè per quale motivo siamo oggi riuniti miei carissimi fratelli? Per festeggiare il sacerdozio cattolico. Io penso che questo sia il motivo profondo che vi ha spinto a venire qui.
Sì noi non ringrazieremo mai abbastanza la SANTISSIMA TRINITA' e NOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO, DIO fatto uomo, di aver istituito l'eterno sacerdozio. Sì, nostro Signore è essenzialmente il Mediatore, il Prete. E DIO che si è fatto prete per noi, per offrire il suo Santo sacrificio, un sacrificio degno, a suo Padre, ha voluto nella sua saggezza divina, ha voluto far partecipare al suo sacerdozio degli uomini da Lui prescelti che grande mistero della carità divina, dell'amore di DIO per noi! Come ci sentiamo indegni di portare questa grazia immensa del sacerdozio. Sì, che DIO sia benedetto! Che sia benedetto NOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO, che sia benedetta anche la VERGINE MARIA; poichè senza MARIA noi non avremmo avuto il GRANDE PRETE al cui sacerdozio noi partecipiamo.
MARIA, madre dei preti, madre del sacerdozio; sì ELLA è veramente nostra madre per noi preti. Che DIO sia ringraziato e benedetto per il sacerdozio che ha voluto conferirmi, per questi 60 anni sacerdotali, questi 42 anni di episcopato duranti i quali per la sua santa GRAZIA, indegno ho potuto dare le consacrazioni episcopali; ho potuto conferire numerose ordinazioni sacerdotali - io penso circa 500-; io ho potuto celebrare la Santa Messa, il Santo sacrificio della Messa quotidianamente; ho potuto dare NOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO  lui stesso ai fedeli, con i sacramenti, e particolarmente col Santo Sacramento dell' Eucarestia. Che grazie! Che doni! E io vorrei aggiungere a questo inno delle azioni di grazia - cui voi volete associarvi volentieri, miei carissimi fratelli - io vorrei aggiungere la traduzione delle parole dell'orazione dell'offertorio, che mi sembrano convenire perfettamente a questa circostanza e che il prete recita tutti i giorni: "Ricevete, PADRE SANTISSIMO, DIO eterno onnipotente, questa Ostia immacolata che vi offro, servitore veramente indegno, a Voi mio DIO, vivente e veritiero, per i miei innumerevoli peccati, offese e negligenze, per tutti quelli che sono qui presenti, per i fedeli cristiani vivi e morti,  affinché questa oblazione serva alla mia e alla loro salvezza, per la vita eterna. Così sia". Ecco la preghiera di oblazione dell'Ostia che il prete recita tutti i giorni sul Santo Altare. Che magnifica preghiera. Sì, davanti questo mistero sublime del sacerdozio non possiamo, non sentirci veramente indegni e poveri. Miei cari confratelli nel sacerdozio e a voi che mi rivolgo per qualche momento. A voi soprattutto, miei cari amici, carissimi confratelli che siete incaricati della formazione dei futuri preti: oh sì, fateci tanti preti, tanti santi Preti, molti preti cattolici, aventi una fede profonda, aventi un desiderio di santità, e desiderio di essere missionari.
E' questo quello che voi fate e io ve ne ringrazio a nome di tutti i fedeli che sono qui presenti e che comprendono così bene la necessità d'avere dei preti veramente cattolici, veramente degli altri cristi. Miei carissimi fratelli è di questo dunque che avete bisogno, non è vero? Allora che il buon DIO vi dia la grazia miei carissimi amici di formare molti preti, molti santi PRETI.
Mi rivolgo anche a voi miei carissimi confratelli che siete nella pastorale. E' vostro compito discernere i germi della vocazione nei cuori dei fedeli che vi circondano e dei giovani che vi frequentano; anche le vocazioni per le società religiose. A voi, di conseguenza che il BUON DIO dia anche la grazia di preoccuparvi di cercare le anime che il BUON DIO si è scelte per divenire preti e partecipare, voi, anche se in modo indiretto al sacerdozio con la vita religiosa.

http://www.dici.org/wp-content/uploads/2012/12/marcel_lefebvre.jpg
Quanto a voi, carissimi fratelli, voi genitori cristiani, voi siete il santuario nel quale si formano le vocazioni sacerdotali, voi siete  il santuario nel quale si formano le vocazioni religiose. Senza di voi che faremmo? Dove troveremmo le vocazioni di preti, le vocazioni di religiose e religiosi?
Allora vi supplico salvaguardate questo santuario lontano o sì molto lontano da qualsiasi influenza deleteria, da tutte le influenze malvagie di questo mondo. Ah, non lasciate penetrare il mondo nei vostri focolari. Che le vostre case siano veramente degli annessi delle vostre parrocchie, delle vostre chiese.
Che i bambini non abbiano davanti agli occhi che delle immagini edificanti e non delle figure che possano corrompere le loro anime per tutta la vita.
Allontanate dai loro occhi tutto ciò che può corrompere il loro cuore, affinchè nelle vostre case il buon  DIO possa  scegliersi delle anime d'elite.
Non c'è niente di più bello di un prete in una famiglia, niente di più bello di una vocazione di religiose o religiose in una famiglia. E' una protezione per tutta la famiglia, per i fratelli e le sorelle! Non dubitatene.
Ed è per questo che nel corso di questa Santa Messa noi pregheremo tutti insieme affinchè il BUON DIO ci conceda che il sacerdozio cattolico e le vocazioni religiose continuino malgrado gli assalti del mondo e dell'inferno contro le buone vocazioni e il sacerdozio.
Cosa sarebbe una chiesa senza preti? La chiesa che può essere ancora una chiesa cattolica e che non avrà ben presto che delle a.d.a.p.,come si dice ora nel linguaggio moderno: "assemblea domenicale in assenza di prete"! Che possono essere queste assemblee? Questo non è più il sacrificio di NOSTRO SIGNORE rinnovato sull'altare, al quale voi partecipate e noi tutti partecipiamo: No, la chiesa cattolica non è una chiesa da a.d.a.p.
La chiesa cattolica è una chiesa di preti cattolici senza preti cattolici non c'è più una chiesa cattolica. Non si possono avere preti cattolici senza vescovi cattolici.
Noi avremmo potuto, forse, come voi sapete, avere, dopo le conversazioni romane, un vescovo. Ma che sarebbe stato questo vescovo, dato che ci hanno è richiesto che avesse il profilo desiderato dal vaticano?  Che vuol dire ciò? Se non che questo vescovo sarebbe stato un vescovo conciliare; un vescovo che
avrebbe avuto lo spirito del concilio lo spirito del vaticano secondo .
ED E' PRECISAMENTE PER PROTEGGERCI DA QUESTO SPIRITO CHE NON E' LO SPIRITO DI DIO, CHE NON E' LO SPIRITO CATTOLICO, CHE NOI ABBIAMO DECISO DI FARE QUESTI CARI QUATTRO VESCOVI CATTOLICI. Al fine di trasmettere a quelli che verranno e alle generazioni di seminaristi, il sacerdozio cattolico.
E così  voi potete esser sicuri che dei preti continueranno ad insegnarvi e ad insegnare ai vostri figli la vera fede cattolica e a trasmettervi la Grazia con i veri Sacramenti e con il vero Santo Sacrificio della Messa.

http://2.bp.blogspot.com/_zjKxCA1O-D0/TDIR4T50J6I/AAAAAAAACw0/VmClBiUzoew/s1600/Mgr+Lefebvre+in+Redemptoristine+Vestment.jpg

In questa occasione, miei carissimi fratelli, io vorrei dirvi qualche parola sulla situazione attuale all'interno della Chiesa.
Se mi si facesse la domanda: "Ma come è possibile che la Chiesa, cattolica  dal tempo di Pietro, fino a Pio XII, si sia mutata in una chiesa liberale e modernista?" Come è possibile ciò? Miei cari fratelli, voi siete sufficientemente al corrente della storia del Concilio vi è stata sufficientemente spiegata, voi avete letto dei libri in cui si parla di questi fatti disgraziatamente dolorosi, tristi per i nostri cuori di cattolici.
Noi abbiamo sentito una rottura, un allontanamento dal passato, un allontanamento dalla Tradizione, un allontanamento dai predecessori da Papi che hanno fatto il concilio.
Ebbene, tra i numerosi fatti che hanno costellato la storia del Concilio, io vorrei solamente riportare, per una risposta breve, il seguente fatto: ciò che ha pesato sul disorientamento della Chiesa - poiché è veramente è un disorientamento - sul cambiamento completo dello spirito che animava  la Chiesa in uno spirito liberale, ciò che ha pesato sulla preparazione del Concilio, il Concilio e il dopo Concilio, è il SEGRETARIATO PER L'UNITA' DEI CRISTIANI.
Sono appena comparsi tre libri molto istruttivi a proposito: la vita di MGR Bugnini, in un librone scritto da lui stesso, autobiografico, ma che è stato pubblicato dopo la sua morte. Un libro sul cardinale Bea. Enorme libro, allo stesso modo, che mostra tutta l'influenza del cardinal Bea, prima, durante e dopo il Concilio.
Ed infine, una vita del Cardinale Villot che, egualmente, mostra gli orientamenti del cardinale Villot e l'influenza che lo stesso ha avuto nel Concilio e successivamente.
TUTTO CIO' CI MOSTRA CHE CI E' STATA UNA FERMA VOLONTA' DI CAMBIARE LO SPIRITO DELLA CHIESA, DI FARE QUESTO "AGGIORNAMENTO" DELLA CHIESA, DI APRIRE LE PORTE DELLA CHIESA ORMAI A TUTTI QUELLI CHE NON HANNO LA NOSTRA FEDE, DI DAR LORO L'IMPRESSIONE CHE NON C'E' DIFFERENZA TRA NOI E LORO. Questo è un CAMBIAMENTO RADICALE DELLA POSIZIONE DELLA CHIESA.
Prima del Concilio - e personalmente ne ho fatto l'esperienza - noi siamo stati mandati in missione al di là del mare. Io ho passato 30 anni in Africa- e i nostri cari Gabonesi che sono qui ne sono i testimoni - 30 anni in Africa per fare cosa? Certamente per convertire le anime a NOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO.
Per convertire le anime alla Chiesa. Per mettere a riparo le anime nella Chiesa con il Battesimo cattolico.
Cosa ha fatto San Pietro dopo il suo primo sermone  a Gerusalemme? Egli ha battezzato 4000 persone. Poiché egli sapeva che con il battesimo egli costituiva la Chiesa e che ormai tutti quelli che avrebbero voluto entrare nella Chiesa e nella via della salvezza, e seguire Nostro Signore Gesù Cristo e partecipare al Sangue di Nostro Signore Gesù Cristo , al Sangue redentore del divino Salvatore, avrebbero dovuto essere battezzati cattolici.
E' questo che la Chiesa ha fatto durante 20 secoli. All'improvviso ci si dice:  "No,no,no ora bisogna dialogare. Non bisogna convertire. Bisogna rispettare l'opinione di ciascuno. Non bisogna dar loro l'impressione che siano nell'errore." Allora, dove è la missione della Chiesa? Di questo cambiamento radicale è stato ottenuto grazie alle pressioni di gruppi che erano particolarmente membri del segretariato per l’unità dei cristiani.
D'altronde, se noi riflettiamo qualche istante: perché un segretariato per l'unità dei cristiani? Non era la congregazione della PROPAGANDA, cioè della PROPAGAZIONE della Fede, che era incaricata di portare la fede a tutti quelli che non l'avevano? E' la congregazione della propaganda della fede che era incaricata di inviare i missionari attraverso il mondo per convertire tutte le anime, quelle che siano: pagani, animisti, atei, buddisti, mussulmani, protestanti.
La propagazione della fede era incaricata di inviare i missionari per radunare all'interno della Chiesa, mediante il Battesimo cattolico, tutte queste anime smarrite.
Per qual motivo allora affianco della congregazione istituire come una nuova congregazione che ormai prenderà semplicemente dei contatti, dei contatti d'amicizia con tutte le false religioni e le false ideologie?

http://www.crisidellachiesa.com/articoli/vatiicano_II/vaticano_II_rottura_o_continuita/marcel_lefebvre.jpg

E' di questo che muore attualmente la Chiesa. Essa, però, non morrà, voi ne siete i testimoni e gli attori. Siete voi che siete la Chiesa. Siete voi che sarete la Chiesa. Siete voi che continuate la Chiesa mediante la fede che voi mantenete e con la santità della chiesa che voi continuate SIETE VOI !
Viceversa noi potremmo domandarci dove sta andando la nostra santa Chiesa cattolica. Il cardinal Bea, prima del Concilio, ha percorso tutto il mondo, riunendo di episcopati per domandare loro di far sì che questo concilio fosse un concilio ecumenista. Io non parlo di concilio ecumenico, i concili sono stati sempre ecumenici. Ma ecumenista, cioè promovente l'unione di tutte le religioni. Ciò non è possibile, ciò è contrario alla divinità di nostro SIGNORE GESU' CRISTO.
Ed è per questo che ci è impossibile ,nella situazione attuale, intenderci con Roma, finchè questo segretariato sarà sostenuto ed incoraggiato dal Sovrano Pontefice.
E ciò mostrerà fino in fondo che ormai i membri di questo segretariato dovranno continuare la loro azione distruttrice della Chiesa e del regno sociale di Nostro Signore  Gesù Cristo. Il nome di Mgr. Willebrads è sufficientemente conosciuto per sapere che è precisamente il suo ruolo quello di andare dappertutto e di prendere contatti con chiunque. Nessuno più di lui è lontano dall' ideologia della Chiesa, dalla fede della Chiesa.
Mgr. Desmedt, segretario del Segretariato per l'unità dei cristiani è stato colui che ha sostenuto, durante il concilio, la difesa del tema della libertà religiosa.
Mgr. Bugnini faceva parte del segretariato. Ed è Mgr Bugnini che ha distrutto la liturgia e che ha rimpiazzato la vera liturgia della Santa Messa e dei sacramenti, della quale non si sa dove finirà l'evoluzione. E' in continuo cambiamento.
ALLORA DAVANTI A QUESTA SITUAZIONE, E' ASSOLUTAMENTE CERTO CHE E' IMPOSSIBILE PER NOI POTER AVERE DEI CONTATTI COSTANTI CON ROMA POICHE' FINO AD ORA ROMA RICHIEDE CHE QUALSIASI COSA NOI RICEVIAMO, UN QUALCHE INDULTO PER LA SANTA MESSA, PER LA LITURGIA, PER I SEMINARI, NOI DOVREMMO SOTTOSCRIVERE LA NUOVA PROFESSIONE DI FEDE CHE E' STATA REDATTA DAL CARDINALE RATZZINGER, NEL MESE DI FEBBRAIO SCORSO. E QUESTA PROFESSIONE DI FEDE CONTIENE ESPLICITAMENTE L'ACCETTAZIONE DEL CONCILIO E DELLE SUE CONSEGUENZE. ALLORA, BISOGNA SAPERE CIO' CHE VOGLIAMO.
E' IL CONCILIO E LE SUE CONSEGUENZE CHE HANNO DISTRUTTO LA SANTA MASSA; CHE HANNO DISTRUTTO LA NOSTRA FEDE; CHE HANNO DISTRUTTO I CATECHISMI, CHE HANNO DISTRUTTO IL REGNO SOCIALE DI NOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO NELLE SOCIETA' CIVILI. COME POSSIAMO ACCETTARLO?
Ecco miei cari fratelli la situazione attuale. Allora davanti a questa situazione cosa dobbiamo fare? Noi dobbiamo preservare la Fede Cattolica, fare la guardia alla fede cattolica, proteggerla con tutti i mezzi.
Voi avete nel banchetto dei libri che sono esposti nella sala di lettura molti libri che sono ormai a vostra disposizione affinchè approfondiate il senso della crisi che subiamo e per aiutarvi a conservare la fede. Due nuovi libri sono appena pubblicati : iI libro del padre Marziac e quello di don Guillou. Il libro di don Guillou in particolare tratta del Canone romano della Messa e della differenza che si riscontra tra il Canone di sempre e il nuovo Canone. E' un libro molto prezioso, interessante ed istruttivo.
E poi noi stiamo per ripubblicare alcuni libri molto preziosi, come il piccolo libro "Gesù Cristo Re delle nazioni" del Padre Philippe, un redentorista che viveva all'inizio del secolo. Egli scrisse questo piccolo libro ammirevole, nello stile di catechismo, su Gesù Cristo Re delle nazioni. Il libro è pieno di estratti delle encicliche dei Papi che mostrano quale era la fede dei nostri antenati, la fede dei Papi che hanno preceduto il Concilio. Fede che è incompatibile con quella che si insegna attualmente nella Chiesa: la neutralità degli stati, la laicità degli stati, la laicizzazione delle società civili. Cose inammissibili. Nostro Signore non può più regnare sulle società.
Egli non è più il capo delle società. Da quando? Non è lui il Creatore? Non ha più il diritto di regnare?
ALLORA PROTEGGETE LA VOSTRA FEDE, NUTRITE LA VOSTRA FEDE CON DELLE BUONE LETTURE.
Io non posso citare tutte le pubblicazioni tutte le riviste, tutto quello che grazie a Dio è stato prodotto da anime ferventi ed intelligenti che hanno compreso la necessità di aiutare i fedeli a proteggere la loro fede cattolica. Ma voi le conoscete. Io citerò solamente se voi lo permettete "Mondo e vita", che è stata ferma nella sua posizione a proposito delle consacrazioni dei vescovi. Io penso che attraverso "radio cortesia", noi possiamo anche, grazie a Dio, far passare il nostro messaggio, quello della tradizione. Questi sono dei mezzi preziosi senza contare tutte le edizioni: edizioni di "Fideliter", edizioni di Chirè-en-Montreuil, edizioni di "Dismas" in Belgio. Non posso citarle tutte. Ma ormai  sono sorte delle anime generose che hanno voluto scrivere, parlare in favore della tradizione e difendere la nostra fede cattolica, allora noi dobbiamo approfittare di questa felice proliferazione di quelli che vogliono aiutarci a restare cattolici.

E poi non è tutto, non bisogna soltanto difendere la nostra Fede, noi dobbiamo PROFESSARLA.
Ecco la conclusione del giuramento antimodernista di San Pio X. Noi possiamo ripetere sovente queste parole: "Io proteggo fermamente e proteggerò fino al mio ultimo respiro la FEDE DEI PADRI, in ciò che concerne il dono della Verità che è, è stata e sarà nell'episcopato che succede agli apostoli, non nel senso che la Verità debba adattarsi alla cultura di ciascuna generazione ma che la Verità assoluta e immutabile predicata dalle origini dagli Apostoli non sia mai né creduta compresa in un altro senso". Ecco ciò che San Pio X ci domandava e domandava a tutti i preti di prestare come giuramento sul Vangelo, al fine di conservare la Fede di sempre, la Fede degli Apostoli. Non ne abbiamo un'altra. Questa è quella che noi professiamo, quella che voi professate nei piccoli catechismi che trasmettete ai vostri figli. Oh, sì. Conservate con cura gli antichi catechismi e se per caso qualche famigliola si trova isolata per essere seguita da uno dei nostri preti si può indirizzare alle nostre sorelle de Sajnt-Michel-en-Brenne che fanno un catechismo per corrispondenza che possono così istruire le famiglie con un vero catechismo. Esse hanno ora 800 abbonati. Spero che esse ne abbiano sempre di più per permettere alla Fede di continuare per quelli che sono lontani dai nostri preti. E infine, noi dobbiamo conservare la Santità, la grazia del Buon Dio, e ciò noi non possiamo farlo senza Gesù Cristo. "Senza di me voi non potete far niente" ha detto Nostro Signore; niente, niente. 

Di conseguenza è per il suo sacrificio, per la sua croce, per la partecipazione al suo Sangue che noi riceviamo la Grazia del Buon Dio e ciò in tutti i Sacramenti e particolarmente nel Sacramento dell'Eucarestia. Allorquando noi siamo fedeli alla Messa di sempre, ai Sacramenti di sempre.
E così noi conserveremo la grazia nei nostri cuori e le nostre anime saranno trasformate e pronte ad andare all'appuntamento del Buon Dio, pronte per l'eternità per la vita eterna.
Dirò ancora due parole - mi scuso di dilungarmi un po’, ma io dirò ancora due parole sulla situazione internazionale. Mi sembra che è per noi ci sia una riflessione da fare e una conclusione da tirare davanti agli avvenimenti che noi viviamo attualmente e CHE HANNO VERAMENTE QUALCOSA DI APOCALITTICO.
Voi conoscete questi AVVENIMENTI: "invasione delle religioni nei nostri paesi e più particolarmente dell'islam", invasione non solamente in francia ma in Inghilterra ,Belgio, ecc.. Voi sapete che due anni fa 100000 turchi hanno sfilato nelle strade di Monaco lanciando degli slogan contro la Germania e contro il Cristianesimo. 100000 turchi hanno sfilato nelle strade di Monaco! Ecco dei fatti che sono sintomatici.
E' QUESTO  A CUI SIAMO DESTINATI, SE I NOSTRI GOVERNI NON APPRONTANO UNA DIFESA E LASCIANO CHE LA CRISTIANITA' SIA INVASA DALL'ISLAM. NON E' PER NIENTE CHE SAN PIO V E GLI ALTRI PAPI HANNO VOLUTO ARRESTARE LA MAREA DELL'ISLAM CHE ALTRIMENTI AVREBBE GIA' FATTO SPARIRE LA CRISTIANITA'.
E poi altra cosa sorprendente tutti questi movimenti che non comprendiamo sempre perfettamente. Queste cose straordinarie che accadono dietro la cortina di ferro e ora attraverso la stessa cortina di ferro. Noi non dobbiamo dimenticare, in occasione di questi avvenimenti le "profezie" che hanno fatto le sette massoniche, che sono state pubblicizzate dal Papa Pio IX ; esse hanno fatto allusione ad un governo mondiale e alla soggezione di Roma agli ideali massonici; esse hanno fatto delle allusioni chiare più di un secolo fa. Svelate da Pio IX, per mezzo dell'intermediario Jackues Cretineau-Joly. E poi, non dobbiamo mai dimenticare le profezie della Santissima Vergine.
La Santa Vergine ci ha avvertito. SE NON C'E' LA CONVERSIONE DELLA RUSSIA, SE IL MONDO NON SI CONVERTE, NON PREGA E NON FA PENITENZA, IL COMUNISMO INVADERA' IL MONDO.. Che cosa vuol dire?
Noi sappiamo molto bene che lo scopo delle sette segrete, è un governo mondiale con delle idee massoniche, cioè i diritti dell'uomo, cioè l'uguaglianza, la fraternità e la libertà, compresi in un senso anticristiano, contro Nostro Signore.
NOI SAPPIAMO CHE QUESTI IDEALI SARANNO DIFESI DA UN GOVERNO MONDIALE CHE STABILIRA' UNA SPECIE DI SOCIALISMO A USO DI TUTTI I PAESI E IN SEGUITO UN CONGRESSO DELL RELIGIONI, COMPRENDENTE TUTTE LE RELIGIONI COMPRESA LA RELIGIONE CATTOLICA, CHE SAREBBE AL SERVIZIO DEL GOVERNO MONDIALE come gli ortodossi russi sono al servizio del governo sovietico.
CI SAREBBERO DUE CONGRESSI: IL CONGRESSO POLITICO UNIVERSALE CHE DIRIGEREBBE IL MONDO E QUESTO CONGRESSO DELLE RELIGIONI CHE VERREBBE IN SOCCORSO DI QUESTO GOVERNO MONDIALE DI CUI SAREBBE EVIDENTEMENTE AL SOLDO.
NOI RISCHIAMO DI ARRIVARE A QUESTA SITUAZIONE. NOI DOBBIAMO ESSERE PRONTI A CIO'. ALLORA DAVANTI A QUESTO COSA FARE?
Ebbene occorre resistere a questa distruzione del regni di Nostro Signore Gesù' Cristo poiché a questa distruzione totale e definitiva che essi vogliono arrivare.
http://www.dici.org/wp-content/uploads/2013/04/Mgr_lefebvre.jpg

E' QUELLO CHE DICEVA LEONE XIII SUI FRAMMASSONI: "ESSI VOGLIONO DISTRUGGERE COMPLETAMENTE LE ISTITUZIONI CRISTIANE. ECCO IL LORO SCOPO". EBBENE ESSI CI ARRIVANO. CI STANNO ARRIVANDO!
Allora noi dobbiamo ricostruirle DAVANTI A QUESTA DISTRUZIONE NOI DOBBIAMO LEVARCI, E' QUELLO CHE VOI FATE E IO MI FELICITO CON VOI. NON MI CONGRATULERO' MAI ABBASTANZA.IO SONO SICURO DI ESSERE L'INTERPRETE DI DIO, DI NOSTRO SIGNORE, DELLA SANTISSIMA VERGINE, PER DIRVI: "CONTINUATE, CONTINUATE A FARE CIO' CHE VOI FATE".
Dappertutto si erigono delle scuole, dei priorati, delle parrocchie, si moltiplicano in tutti i nostri paesi dappertutto delle chiese sono acquisite per la Tradizione. BISOGNA RICOSTRUIRE IL REGNO DI NOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO IN QUESTO MONDO CRISTIANO CHE SCOMPARE.
Voi mi direte :" Ma Monsignore, è la lotta di Davide contro Golia!". E sì, io lo so bene, ma nella lotta che l'ha opposto a Golia Davide ebbe  la vittoria. Come ha ottenuto la vittoria su Golia? Per mezzo di una piccola pietra che andò a cercare su un torrente. Quale è la pietra che abbiamo noi? Gesù Cristo, Nostro Signore Gesù Cristo.
Noi diremo come i nostri antenati vandeani che hanno versato il loro sangue per la fede: "NOI NON ABBIAMO ALTRO ONORE CHE L'ONORE PER GESU' CRISTO, NOI NON ABBIAMO CHE UNA PAURA AL MONDO: E' DI OFFENDERE GESU' CRISTO". Ecco quello che hanno cantato andando alla morte per difendere il loro Dio. Ebbene, cantiamo anche noi allo stesso modo con coraggio,con cuore: "Noi non abbiamo che un amore, il nostro Signore Gesù Cristo e noi non abbiamo che una paura: quella di offenderlo".
E noi domanderemo alla Santissima Vergine di aiutarci in questa lotta. E per questo tra qualche istante dopo la Santa Messa, noi ci riuniremo, i vescovi qui presenti, i cinque che noi siamo, per pronunciare nuovamente la consacrazione del mondo e della Russia al Cuore Immacolato della Santissima Vergine Maria.
Persuasi che la Santissima Vergine nostra cara madre, CHE LEI E' SEMPRE IN PRIMA FILA NELLA LOTTA, E CHE E' LEI CHE CI INCORAGGIA. E' LEI CHE VIENE SULLA TERRA PER DOMANDARCI DI LOTTARE, DI NON AVER PAURA CHE GESU' E' CON NOI, CHE LEI E' CON NOI.
Allora noi gli domanderemo consacrando le nostre famiglie, le nostre persone, le nostre città, le nostre patrie di venire in nostro soccorso e che Lei farà sì che noi la raggiungeremo un giorno nella vita eterna. Ne siamo assolutamente certi.
NEL NOME DEL PADRE DEL FIGLIO DELLO SPIRITO SANTO COSI' SIA.


Parigi-Le Bourget 19 novembre 1989
La sala 4 di Bourget, davanti a 23000 fedeli.
 ------------------------------------
 http://www.dici.org/wp-content/uploads/2011/10/pfluger_01.jpg

NOTA
 

(1)Don Pfluger ha detto durante un giro di conferenze - in risposta a una domanda di un fedele del sud della Francia - che sarebbe il Papa - in caso di riconoscimento canonico della Fraternità - che sceglierebbe il successore di Mgr Fellay dopo la sua morte. Noi inciamperemmo dunque sulla pietra rilevata da Mgr Lefebvre all'inizio di questa omelia: "Noi avremmo potuto forse...avere...un vescovo. Ma che vescovo sarebbe stato?...Un vescovo conciliare, un vescovo che avrebbe avuto lo spirito del concilio Vaticano II. Ma è proprio per proteggerci da questo spirito che non è uno Spirito cattolico che noi abbiamo deciso di fare questi cari quattro vescovi cattolici".

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.