Per la maggior Gloria di Nostro Signore cerchiamo persone disponibili ad eventuali Traduzioni da altre lingue verso l'Italiano. per chi si rendesse disponibile puo' scrivere all'indirizzo Mail: cruccasgianluca@gmail.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

lunedì 2 gennaio 2012

Crisi del Sacerdozio, lettura dello stato attuale della chiesa Conciliare: di don Yannick Escher, membro della comunità San Pio X...



Traduzione e testi in italiano tratti dall'editoriale "La Tradizione Cattolica" Anno XXII - n° 1 (78) - 2011
--------------------------------------------------------------------------------­

 

Il Concilio Vaticano II è il nuovo Vitello d'oro

Pubblichiamo l'introduzione e la traduzione dell'intervento di don Yannick Escher sulla crisi del sacerdozio cattolico apparse sul sito messainlatino.it il 10 e l'11 febbraio 2011 a firma di Daniele Di Sorco.

Alcuni ricorderanno la vicenda di don Yannick Escher, canonico regolare agostiniano, che l'estate scorsa ha abbandonato l'Abbazia di San Maurizio di Agauno, in Svizzera, per unirsi alla Fraternità di S. Pio X. In un video divulgato di recente dall'agenzia DICI, il religioso ha esposto i motivi che l'hanno spinto a tale scelta.
Ne risulta un quadro allarmante, ma profondamente realistico, della situazione attuale del clero. Le riflessioni del can. Escher rivestono, a mio avviso, una grande importanza, non solo perché mettono in luce tutti i principali aspetti della crisi, ma anche perché si fondano sulla sua esperienza di sacerdote, tenendosi a debita distanza da qualunque pregiudizio ideologico o intento polemico.

Proprio questo è il loro valore aggiunto: lo spassionato realismo. E proprio questo è ciò che manca al cattolicesimo di oggi, ivi compresi certi ambienti che si dicono legati alla Tradizione.

L'immersione nella realtà, nella realtà vera, è ciò che serve per dissipare decenni di teorie, equivoci, dubbi, che ancora oggi inducono molti a negare l'esistenza della crisi o ad ignorare le sue cause profonde. Perciò ho creduto opportuno realizzare una traduzione italiana del discorso di don Escher.

A tale scopo, mi sono servito della trascrizione pubblicata sulla lettera di aggiornamenti (n. 268) di «La paix liturgique». Buona lettura.

Daniele di Sorco

3 commenti:

  1. Accompagno dal Brasile il tuo blog e mi permetto di farti una critica: il titolo non sta bene.
    Qdo l'ho letto (perchè appare nel mio blog-roll) sembrava tutta n'altra cosa! Pareva che un sacerdote della FSSPX fosse in crisi... e non è vero.
    É la storia di un sacerdote che ha cercato e ha trovato nella FSSPX quello che, sfortunatamente, no trova più nel mondo, dove vogliono che la Chiesa viva... Sbaglio?
    La FSSPX svolge oggi un ruolo molto più importante de quanto lo si pensasse all'inizio, ma, penso, già previsto da Mons. Lefebvre.
    Un felice anno nuovo a te e auguri per il tuo apostolato...

    RispondiElimina
  2. Ti ringrazio per la correzione, spero che adesso vada bene, auguri anche a te e alla tua famiglia...

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.