Per la maggior Gloria di Nostro Signore cerchiamo persone disponibili ad eventuali Traduzioni da altre lingue verso l'Italiano. per chi si rendesse disponibile puo' scrivere all'indirizzo Mail: cruccasgianluca@gmail.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

domenica 2 dicembre 2012

Monsignor Williamson: "Certamente la maggior parte dell’attuale confusione deriva dal più grande dei problemi odierni della Chiesa, cioè dal diabolico concilio Vaticano II (1962-1965)"...

 Commenti settimanali di
di S. Ecc. Mons. Richard Williamson
Vescovo della Fraternità Sacerdotale San Pio X

  1 dicembre 2012

Questi commenti sono reperibili tramite il seguente accesso controllato:
http://www.dinoscopus.org/italiano/italianiprincipale.html

Varie “Chiese”

Oggi regna molta confusione sull’identità della vera Chiesa di Nostro Signore qui sulla terra, e sulla varietà di nomi con cui essa può essere chiamata. Certamente la maggior parte dell’attuale confusione deriva dal più grande dei problemi odierni della Chiesa, cioè dal diabolico concilio Vaticano II (1962-1965). Vediamo di districare un po’ di questa confusione.

“Church” (Chiesa), deriva dall’inglese antico “cirice”, che a sua volta deriva dal greco “kuriakon”, che significa “del Signore”. Così, “Doma kuriakon” significava “casa del Signore”, e col chiamare “Church” (chiesa) l’edificio, si è finito con l’indicare anche le persone che vi si trovavano regolarmente.

Chiesa “Cattolica” indica in genere l’edificio, ma principalmente l’insieme delle persone che nel mondo intero (“katholos”, in greco significa “universale”) condividono una stessa Fede, una serie di Sacramenti ed una Gerarchia, tutti e tre istituiti duemila anni fa da Dio Incarnato, Nostro Signore Gesù Cristo, nel corso della sua vita sulla terra. Ma dal gruppo originario di credenti, come istituito da Nostro Signore, si sono separati con regolarità altri gruppi, che tuttavia hanno continuato ad affermare di essere la vera Chiesa di Cristo. Come si fa a sapere, quindi, qual è la Sua vera Chiesa?

La “Chiesa di Cristo” possiede quattro contrassegni. 1. Una – intesa soprattutto come unità di Fede in Nostro Signore, per unire la Sua Chiesa e per non fondare molte chiese (Cfr. Gv. XVII, 21-23: “che tutti siano una sola cosa”). 2. Santa – Nostro Signore ha fondato la Sua Chiesa per condurre gli uomini a Dio Tutto Santo, nel Suo Santo Paradiso (Cfr. Mt. V, 48: “siate perfetti”). 3. Cattolica – Nostro Signore ha fondato la Sua Chiesa per tutti gli uomini di ogni paese ed età (Cfr. Mt. XXVIII, 19: “Andate e ammaestrate tutte le nazioni”). 4. Apostolica -- Nostro Signore ha fondato la Sua Chiesa come una monarchia, che fosse governata dall’Apostolo Pietro e dai suoi successori (Cfr. Mt. XVI, 18: “Tu sei Pietro e su questa pietra (“petran” in greco) edificherò la mia Chiesa”). Dovunque si ritrovino questi quattro contrassegni, lì è la vera Chiesa di Cristo. Dove mancano, lì non c’è la Chiesa di Cristo.

http://images2.corriereobjects.it/gallery/Cronache/2012/12_Dicembre/papa/1/img_1/papa_02_672-458_resize.jpg?v=20121201160254  
Ratzinger il modernista:"capo del circo concilare Vaticanosecondista"..

Chiesa conciliare, indica la Chiesa Cattolica centrata su Dio, in quanto è caduta e continua a cadere sotto il dominio del concilio Vaticano II centrato sull’uomo. Il conciliarismo (errore distillato dal Vaticano II) sta alla vera Chiesa di Cristo come il putridume sta alla mela che sta marcendo. Come il putridume invade la mela e dipende dalla mela e non può esistere senza la mela, e tuttavia è diverso dalla mela (come l’immangiabile è diverso dal mangiabile), così il conciliarismo, che è centrato sull’uomo, invade la Chiesa di Cristo, tale che solo una piccola parte della Chiesa non è più o meno marcia, e tuttavia il conciliarismo è così diverso dal Cattolicesimo che si può veramente dire che la Chiesa conciliare non è la Chiesa Cattolica. Ma la Chiesa Cattolica è visibile! E non è visibile anche la Chiesa conciliare?

Chiesa visibile
indica tutti gli edifici, i funzionari e le persone della Chiesa, che possiamo vedere con i nostri occhi. Ma dire che la Chiesa Cattolica è visibile e quindi che la Chiesa visibile è la Chiesa Cattolica, è tanto stupido quanto dire che tutti i leoni sono animali e quindi tutti gli animali sono leoni. La sola parte della Chiesa visibile che può dirsi Cattolica è quella una, santa, universale e apostolica. Il resto non è altro che marciume di vario tipo.

Chiesa ufficiale” indica la Chiesa che segue ed è guidata dai suoi funzionari visibili. Dal momento che oggi costoro sono in gran parte conciliari, la “Chiesa ufficiale” è in gran parte conciliare e non Cattolica, in base ai quattro contrassegni. Allo stesso modo, “Chiesa principale” indica la Chiesa ufficiale e maggioritaria inquanto opposta al piccolo resto dei “Tradizionalisti”. Tuttavia, che nessuno dica che non c’è niente dell’una, santa, universale o apostolica nella Chiesa maggioritaria, non più di quanto nel resto “Tradizionalista” ogni cosa esprima appieno i quattro contrassegni. Nella Chiesa di Cristo il grano e l’oglio sono sempre mescolati (Cfr. Mt. XIII. 24-30).

 Kyrie eleison.

Londra, Inghilterra

5 commenti:

  1. Io non ho capito nulla. Mi sembra una "supercazzola" alla Conte Mascetti col tutto il rispetto per Williamson o per il traduttore. Poi ho sempre da capire cos'è quell'"oglio" accanto al grano in fondo al discorso. Mah .....Buonanotte

    RispondiElimina
  2. Beh, succede di non capire tutto, per via delle traduzioni o dei pensieri filosofici da seguire con attenzione.
    L'oglio e' chiaramente il loglio, non certo l'olio con la G, caro ragazzo che hai letto e commentato sopra, o irridente o ignorante di Vangelo!

    Anche io non capisco, e chiedo spiegazione ai conosciuti, non agli anonimi troll, dove sia ora l'Unita' della Chiesa cui accenna Williamson.

    Mi sembra che non ci sia piu' "Una" chiesa ma tante variegate sia in quella "ufficiale" o conciliare, sia nelle altre diramazioni "moderne" o "tradizionali".
    E questo, secondo me, e' l'effetto devastante del grosso tarlo che mangia e corrode la Chiesa che prima era Una,Santa, Cattolica ed Apostolica.Or non lo e' piu'.

    Il tarlo che ha reso la mela marcia e' il conciliabolo massonizzato, venerato come unico superlativo ed aderente ai concilii precedenti dai ratzingeriani e confratelli.
    Anche se alcuni contadini armati di coltello ne tagliano via le fette piu' marce (seguendo il paragone di mons. Williamson) mela MARCIA comunque e' diventata la ex chiesa una,santa ecc.
    Il Signore la rigenerera' dalla morte di marciume, nel modo che Lui sa e di questo non abbiamo dubbi visto che di Resurrezioni se ne intende eccome!
    Attendiamo con pazienza questo avvenimento,sapendo pero', ora, vedere il marciume.
    Non vederlo significa non attendere l'esito finale della trasformazione operata dal Signore, poiche' si vedono solo le trasformazioni generate dagli uomini (di "chiesa") e se ne gioisce poiche' non si e' capito nulla e non si vuole vedere nulla.
    Perche'?
    Perche' chi non vuol vedere fa parte della famiglia dei tarli ed il marcio e' la norma per lui ed e' per lui il "bello" della mela dove ci si puo' aggirare e rinvoltolare in mezzo ai propri stessi escrementi...
    Mardunolbo

    RispondiElimina
  3. Salve,
    sono "il ragazzo o ignorante o irridente del Vangelo".
    Almeno ora si capisce il concetto. Ho pensato: "Questi, con il leggere continuamente la "Pascendi", hanno dimenticato l'italiano moderno. Del resto si sa: "Al di fuori della Traditio, niente merita rispetto"

    Alle volte mi soffermo a leggere i commenti di questo blog e rimango perplesso ed attonito dinanzi all'acredine dimostrata nei confronti del SOMMO PONTEFICE. Mi chiedo: "Chissà cosa aveva voluto dire Gesù nelle celebre frase: "da come vi amate, capiranno che siete miei discepoli".

    Tanto amate la Tradizione quanto disprezzate la Chiesa nella persona viva del Papa, la Chiesa dei preti e dei fedeli, delle parrocchie e dei conventi, troppo misera e deludente per meritare la vostra compassione, nel senso di cum-patire (soffrire insieme).

    Dunque credo:
    Forse in qualche apocrifo noto solo agli adepti del sedevacantismo si racconta dell'immenso livore con il quale San Giovanni Apostolo trattò San Pietro (dopo che ebbe rinnegato Gesù) non riconoscendolo più quale "Principe degli apostoli" ma "tarlo che si rivoltola in mezzo ai suoi escrementi"

    Forse pecco d'ignoranza...mah..

    Juan de San Mattia

    RispondiElimina
  4. Ti confermi ragazzo irridente od ignorante dei Vangeli!

    Infatti citi un pezzo di Vangelo a sproposito, tipico degli ignoranti -tuttoso di era postconciliare: "da come vi amate capiranno che siete miei discepoli..."

    Tutti noi di questo blog ci amiamo molto....ma non amiamo i saccenti che vogliono scrivere le loro stupidaggini qui.

    lEGGI PURE, ma cerca di capire, ma per capire devi leggere indietro le ricerche e la documentazione fornita negli anni, altrimenti vai altrove.
    Mardunolbo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. QUOTONE PER MARDNOLBO!!!

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.