Per la maggior Gloria di Nostro Signore cerchiamo persone disponibili ad eventuali Traduzioni da altre lingue verso l'Italiano. per chi si rendesse disponibile puo' scrivere all'indirizzo Mail: cruccasgianluca@gmail.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

martedì 28 febbraio 2012

Grossi dubbi sulle apparizioni a Medjugorie, domande lecite che meriterebbero una risposta nella vera TRADIZIONE DELLA CHIESA CATTOLICA......

In attesa che, se è disponibile a farlo, il carissimo Don Camillo ci faccia pervenire la sua testimonianza rispetto a Medjugorje, pubblichiamo uno studio di Marco Corvaglia che da tempo cerca di mettere in guardia la gente sul fenomeno che accade da 25 anni a Medjugorje. Noi di questo blog abbiamo parecchi dubbi sul fenomeno e questi dubbi sono semplici: 


1.       Possibile che la Madonna non abbia mai parlato della deriva dottrinaria della Chiesa negli ultimi 50 anni dal concilio in poi?
2.     Possibile che la Madonna in 25 anni non abbia mai istruito i numerosissimi carismatici che il loro modo di pregare è protestante?
3.     Possibile che la Madonna in 25 anni non abbia mai detto di Celebrare con il Messale di San Pio V ma permetta di celebrare con il Novus Ordo Missae? Qui riportiamo un video di una Messa dei giovani in perfetto stile carismatico protestante.
4.   Possibile che la Madonna non corregga i vari testimoni che portano avanti questo fenomeno con varie contraddizioni? In questo articolo si parla del frate che svelerà i cosiddetti 10 segreti.
5.      Possibile che la Madonna in 25 anni non abbia mai messo in guardia la gente dalla deriva post conciliare che ha preso la chiesa?
6.      E che dire di questo fatto documentato su uno scellerato che si è proclamato Papa?
7.    Infine pare che la Madonna sia venuta a completare Fatima, ebbene in 25 anni non si è visto neanche un barlume di ciò che la madonna ha detto di compiere a Fatima. Nel 1960 aveva dato ordine a suor Lucia che il 3 messaggio fosse svelato per dare una dirittura secondo Dio al Concilio, questo non è mai avvenuto anzi chi oggi siede sul soglio di Pietro, come anche in passato, è responsabile, insieme ad altri modernisti, dell’affossamento del 3 segreto e questo è storia.
 
    «Persuasi che rarissimamente si trovano uomini privi di qualsiasi sentimento religioso, sembrano trarne motivo a sperare che i popoli, per quanto dissenzienti gli uni dagli altri in materia di religione, pure siano per convenire senza difficoltà nella professione di alcune dottrine, come su un comune fondamento di vita spirituale. Perciò sono soliti indire congressi, riunioni, conferenze, con largo intervento di pubblico, ai quali sono invitati promiscuamente tutti a discutere: infedeli di ogni gradazione, cristiani, e persino coloro che miseramente apostatarono da Cristo o che con ostinata pertinacia negano la divinità della sua Persona e della sua missione. Non possono certo ottenere l’approvazione dei cattolici tali tentativi fondati sulla falsa teoria che suppone buone e lodevoli tutte le religioni, in quanto tutte, sebbene in maniera diversa, manifestano e significano egualmente quel sentimento a tutti congenito per il quale ci sentiamo portati a Dio e all’ossequente riconoscimento del suo dominio. Orbene, i seguaci di siffatta teoria, non soltanto sono nell’inganno e nell’errore, ma ripudiano la vera religione depravandone il concetto e svoltano passo passo verso il naturalismo e l’ateismo; donde chiaramente consegue che quanti aderiscono ai fautori di tali teorie e tentativi si allontanano del tutto dalla religione rivelata da Dio». Pio XI, Mortalium animos, 6 gennaio 1928.

1 Ottobre 1981: "Tutte le religioni sono uguali davanti a Dio"
• «Sulla terra voi siete divisi, ma siete tutti figli miei. Musulmani, ortodossi, cattolici, tutti siete uguali davanti a mio Figlio e a me. Siete tutti figli miei. Ciò non significa che tutte le religioni siano uguali davanti a Dio, ma gli uomini sì. Non basta, però, appartenere alla Chiesa cattolica per essere salvati: occorre rispettare la volontà di Dio. Anche i non cattolici sono creature fatte a immagine di Dio e destinate a raggiungere un giorno la salvezza, se vivono seguendo rettamente la voce della propria coscienza. La salvezza è offerta a tutti, senza eccezioni. Si dannano soltanto coloro che rifiutano deliberatamente Dio. A chi poco è stato dato, poco sarà chiesto. A chi è stato dato molto, sarà chiesto molto. Soltanto Dio, nella sua infinita giustizia, stabilisce il grado di responsabilità di ogni uomo e pronuncia il giudizio finale» (20.5.1982)
• «C’è un solo Dio e in Dio non esiste divisione. Siete voi nel mondo che avete creato le divisioni religiose. E tra Dio e gli uomini c’è un unico mediatore di salvezza: Gesù Cristo. Abbiate fede in Lui» (23.2.1982)

• «In tutte le religioni c’è del buono, ma non è la stessa cosa professare una religione o un’altra. Lo Spirito Santo non agisce con uguale potenza in tutte le comunità religiose» (25.2.1982)
• «Sulla terra voi siete divisi, ma siete tutti figli miei. Musulmani, ortodossi, cattolici, tutti siete uguali davanti a mio Figlio e a me. Siete tutti figli miei. Ciò non significa che tutte le religioni siano uguali davanti a Dio, ma gli uomini sì. Non basta, però, appartenere alla Chiesa cattolica per essere salvati: occorre rispettare la volontà di Dio. Anche i non cattolici sono creature fatte a immagine di Dio e destinate a raggiungere un giorno la salvezza, se vivono seguendo rettamente la voce della propria coscienza. La salvezza è offerta a tutti, senza eccezioni. Si dannano soltanto coloro che rifiutano deliberatamente Dio. A chi poco è stato dato, poco sarà chiesto. A chi è stato dato molto, sarà chiesto molto. Soltanto Dio, nella sua infinita giustizia, stabilisce il grado di responsabilità di ogni uomo e pronuncia il giudizio finale» (20.5.19822)
• «Voi dovete rispettare la religione di tutti (= gli appartenenti alle altre religioni), ma anche conservare a ogni costo la fede cattolica per voi e per i vostri figli» (19.2.1984)

La “Madonna” di Medjugorje è per l’eguaglianza delle religioni - In effetti, l’apparizione ha detto che tutte le religioni si equivalgono: «In Dio non ci sono divisioni né religioni. Siete voi nel mondo che avete creato le divisioni»! Di conseguenza, noi dovremmo rispettare le religioni altrui, come disse la “Madonna” di Medjugorie: «... noi dobbiamo rispettare ogni uomo nella sua fede. Un uomo non dovrebbe mai venir disprezzato a causa delle convinzioni che nutre sul cammino della vita». E ancora: «... soprattutto, nel villaggio, i credenti si separano troppo dagli ortodossi e dai musulmani. E questo non è bene»... «perché tale rispetto della libertà religiosa è una parte integrante della nostra fede». «Voi non credete se non rispettate le altre religioni: musulmana e serba». «Tu non sei cristiana se non le rispetti»! Ora, questo parlare di “mancanza d’unità delle religioni”, è uno slogan massonico che, in bocca a una “Apparizione”, non può essere che di Satana. Si ricordino le violenti diatribe  ...
... di Gesù contro i Farisei e le condanne degli Apostoli contro i primi eretici e scismatici che laceravano la Chiesa. Si pensi a tutti i Dottori della Chiesa, ai Santi Papi e ai Vescovi che compirono il loro dovere di difesa della dottrina della Chiesa.
A Medjugorje, al contrario, le differenze di religioni e di dottrine false, non contano agli occhi dell’“Apparizione”.
C’è da chiedersi: come mai, a Medjugorie, la Madonna viene a garantire i temi della teologia e della pastorale post-conciliare e imporre con fermezza la “libertà religiosa” che i teologi cattolici hanno sempre rifiutato, perché eresia di origine massonica e satanica?
(DON LUIGI VILLA)

 Ricordiamoci questa parola fondamentale di Gesù: “Nessuno viene al Padre se non per me”.
Tutti questi rappresentanti religiosi saranno confortati nell’idea che la loro religione è ugualmente gradita a Dio. Ma questo è falso poiché come dice Nostro Signore: “Chi non crederà sarà condannato”. (Mc 16,16)
Per questo un tale atteggiamento nei loro confronti è direttamente contraria alla vera virtù di carità che ci spinge a volere il bene più grande del nostro prossimo che è la sua salvezza eterna.
« La dottrina cattolica – ricordava San Pio X - ci insegna che il primo dovere della carità non consiste nel tollerare convinzioni errate, per quanto sincere siano, né nell'indifferenza teorica o pratica per l'errore od il vizio in cui vediamo piegati i nostri fratelli, ma nello zelo per il loro miglioramento intellettuale e morale, più che nel loro benessere materiale. Questa stessa dottrina ci insegna che la fonte dell'amore si trova nell'amore di Dio, Padre comune e fine comune di tutta la famiglia umana, e nell'amore di Gesù Cristo. No, Venerabili fratelli, non c'è vera fraternità fuori dalla carità cristiana.» (San Pio X, Enciclica Notre Charge apostolique all’episcopato francese, 25 agosto 1910). Confortare gli infedeli o gli eretici nelle loro false idee è quindi mancare gravemente alla carità.

I dubbi sono reali e meriterebbero una risposta per poter credere che la Madonna appaia a Medjugorjie in perfetto stile modernista...

 

Medjugorje: Cattolicesimo Geneticamente Modificato [Parte 1]

( di Marco Corvaglia )


1. Medjugorje New Age: padre Petar
VassulaVassula Ryden
Come vedremo, vari francescani carismatici di Medjugorje, compreso padre Petar Ljubicić - il sacerdote che, secondo la veggente Mirjana, dovrà svelare al mondo i dieci segreti - sono aperti sostenitori della sedicente mistica Vassula Ryden (a dire il vero, anche uno dei medici che hanno esaminato i veggenti di Medjugorje, il dottor Philippe Loron, aderente al movimento carismatico e stretto collaboratore del dottor Joyeux, è un seguace di questa donna e ha scritto anche un libro in proposito: P. Loron, J’ai vu écrire Vassula ["Ho visto Vassula scrivere"], F.-X. de Guibert, 1994).
Vassula è nata in Egitto nel 1942 da una famiglia originaria della Grecia, e si dichiara ortodossa.
In realtà il Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli (sotto la cui giurisdizione la donna ricade, in quanto ortodossa residente negli USA) la considera un’eretica (comunicazione del Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli del 16 marzo 2011: originale; traduzione inglese).

A dire di Vassula, Gesù le detta, tramite una sorta di “scrittura automatica” (modalità tipicamente New Age), dei messaggi. In quei momenti la donna usa una grafia (definita "ieratica" dai suoi seguaci) contraddistinta da caratteri grandi e lineari, come quelli di una bambina.
Tali messaggi sono stati pubblicati in dodici volumi, con il titolo La vera vita in Dio, in 40 lingue, e vengono diffusi anche tramite una stazione radio di proprietà della donna: True Life in God Radio.

Il celebre mariologo francese René Laurentin, che negli anni Ottanta, con i suoi numerosi libri, fu il responsabile e l'iniziatore della propaganda mondiale per Medjugorje, è un acceso fan anche di Vassula, e ha scritto due libri elogiativi su di lei (Quand Dieu fait signe, F.-X. de Guibert, 1993 e Qui est Vassula, F.-X. de Guibert, 1994).

Egli ci fa conoscere l'inizio dei presunti fenomeni soprannaturali di Vassula:

continua sul sito
http://www.marcocorvaglia.com/medjugorje/medjugorje-cattolicesimo-geneticamente-modificato.html
Questo sarebbe il Frate che svelerà i cosidetti "10 segreti" della Madonna...

Video di una  Messa dei giovani in perfetto stile protestante carismatico, assolutamente non cattolica.

 Apparizioni “preannunciate” e gestite dai Carismatici

«Mi rivolgo a Voi, o Vergine Immacolata e Madre di Dio e della Chiesa, Madre di questo popolo che Vi cerca, che Vi prega e che Vi ama. Mi rivolgo a Voi, io Vostro umile servitore, Vescovo di Mostar, ed in faccia al mondo professo la mia profonda ed incrollabile fede nella Vostra intercessione che fa di Voi la Mediatrice presso Dio Onnipotente per tutti i bisogni dei Vostri figli in questa valle di lacrime. Io professo la mia profonda ed incrollabile fede nel Vostro amore verso noi peccatori, in quell'amore che Voi avete manifestato nelle Vostre apparizioni e nei soccorsi che ci avete accordato. Io stesso, in passato, ho guidato dei pellegrinaggi a Lourdes. È con la forza datami da questa fede che io, Vostro servitore, Vescovo di Mostar, davanti a tutte le folle che Vi hanno invocato, scopro ed accetto il Vostro grande segno divenuto certo ed evidente al termine di questi sei anni. Di un segno speciale, io stesso non ne avevo bisogno; è stato tuttavia necessario per tutti coloro che hanno creduto in cose che non erano affatto vere. Questo segno consiste nel fatto che, dopo sei anni, Voi siete rimasta silenziosa, nonostante l'annuncio ripetuto secondo il quale stavate per darci un segno. Già nel 1981, i "veggenti" dicevano: "Ci sarà un segno visibile e durevole sulle colline delle apparizioni; questo segno sta venendo, lo si vedrà fra un po' di tempo; attendete ancora un po'; ancora un po' di pazienza ". E ancora: "Il segno avrà luogo per la Festa dell'Immacolata Concezione del 1981, per Natale, per Capodanno, ecc... ". Io Vi ringrazio, o Maria, d'aver dimostrato a sufficienza, con il Vostro silenzio durato sei anni, se Voi avete parlato o meno, se siete veramente apparsa, se avete confidato dei messaggi o dei segreti, se avete promesso o meno un segno particolare».
0 Vergine Santa, degnatevi di far sì che la si smetta di diffondere dei messaggi che non sono vostri
«Vergine SS.ma, Madre di Gesù Cristo e Madre nostra, degnateVi di intercedere affinché scenda la pace su questa turbolenta Provincia ecclesiastica, in questa Diocesi di Mostar. Intervenite specialmente in favore di questo paese e di questa parrocchia dove un'infinità di volte ci si è serviti del Vostro santo Nome per diffondere messaggi presentandoli come se provenissero da Voi. O Vergine SS.ma, degnateVi infine di accettare, in riparazione, le preghiere sincere delle anime devote che vivono lontane dal fanatismo e dalla disubbidienza alla Chiesa. Accordate a noi tutti di ritrovare l'autentica verità. O Vergine diletta, umile ed ubbidiente ancella del Signore, degnateVi di far sì che la nostra Medjugorje cammini con passo sicuro dietro il Pastore di questa Chiesa locale, e che tutti noi possiamo glorificarVi e pregarVi nella verità e nell'amore. Amen».
+ Pavao Zanic + Ex Vescovo di Mostar (Deceduto nel 1993)

Mentre a La Salette, a Lourdes e a Fatima, la Madonna è apparsa improvvisamente senza alcun preavviso ed ha deciso Lei come, dove e quando apparire, a Medjugorje, invece, le “apparizioni” della Madonna sono state, prima, “preannunciate”, poi programmate, sostenute e diffuse da membri del Movimento carismatico; movimento infiltratosi nella Chiesa, per il sostegno di certi membri dell’alta Gerarchia ecclesiastica.
I più scalmanati divulgatori delle presunte “apparizioni”, infatti, sono tutti carismatici: in Francia, il dr. Philippe Madre, membro carismatico della comunità “Leone di Giuda e dell’Agnello immacolato”; il fratel Efraim, della stessa comunità carismatica; il francescano Svetonar, pure carismatico; Laurentin, il noto teologo francese, ultra simpatizzante per il Rinnovamento carismatico; padre Emiliano Tardiv, apostolo mondiale del Rinnovamento; la stragrande maggioranza degli “esperti” di quelle presunte “apparizioni”, è tutta carismatica;  l’unico vescovo jugoslavo che credeva alle “apparizioni” Mons. Frane Franic, arcivescovo di Split (Spalato) era un appassionato carismatico; infine, i francescani della comunità di Medjugorje, padre Jozo  Zovko, parroco di Medjugorje al tempo delle prime “apparizioni”, apparteneva al Rinnovamento carismatico, mentre Tomislav Vlasic, era un leader carismatico che divenne, poi, il rappresentante ufficiale dei “veggenti” e dei “messaggi”.
Inoltre, quasi tutti i libri su Medjugorie, per esempio in Francia, sono prodotti da membri del Rinnovamento carismatico. La maggior parte delle testimonianze a favore di Medjugorie proviene da scrittori e teologi carismatici. Il premio “Sapienza” a Laurentin, fu dato dall’Agenzia di diffusione del “Rinnovamento Carismatico”, ecc. ecc..
Ma il legame tra le presunte “apparizioni” di Medjugorje e il Movimento carismatico sembra avere radici più profonde: l’abate Laurentin, il maggior apologista delle “apparizioni” di Medjugorje e teologo progressista nel Vaticano II, famoso per il suo lavoro minimalista sull’importanza della Madonna nella Chiesa, fu a conoscenza delle “apparizioni” ancor prima che avvenissero, assieme ad altri suoi confratelli carismatici.
Ad esempio: il Dott Heribert Muhlen, un prete tedesco, professore di dogmatica alla facoltà teologica di Paderborn, responsabile del Movimento carismatico in Germania, in una conferenza che tenne a Zagabria, disse al clero: «Nel vostro paese, Dio sta preparando delle grandi cose, che avranno un’influenza profonda sul destino dell’Europa intera!».
Nel maggio 1981, Padre Tardiv, uno dei massimi esponenti internazionali del Rinnovamento carismatico, così profetizzò al Padre Tomislav: «Non abbiate paura, vi mando mia Madre!» (R.F., p. 38).
Ma allora, forse che anche la Madonna è apostola e profeta del Movimento carismatico?..
Lo affermerebbe l’abbé Lautentin dicendo che c’è una vera “armonia prestabilita tra le apparizioni di Medjugorje e il Movimento carismatico”.
La stessa “apparizione” invita alla pratica dei riti carismatici: pregare per gli ammalati, digiunare per essi, imporre loro le mani, dare loro delle unzioni di olio carismatico. Il tutto può essere fatto dai laici!
Padre Bubalo chiese a Vicka: «Come vi è venuta l’idea di imporre le mani ai malati?»; Vicka rispose: «Ciò fa parte del messaggio di Nostra Signora»… Inoltre, l’“apparizione” raccomandò anche la creazione di gruppi di preghiera carismatici, non solo a Medjugorie, ma anche in tutte le parrocchie della Jugoslavia.
Fu allora che Padre Tomislav invitò a Medjugorie il Padre Tardiv, il quale, insieme al dr. Philippe Madre e Padre Rancourt, i tre apostoli del Rinnovamento carismatico, iniziarono la parrocchia ai riti “pentecostali”: battesimo dello Spirito, parlare le lingue, profezie, ecc…
Ma, cos’è questo Movimento carismatico, o Rinnovamento carismatico, detto anche “Pentecostismo”?
Il “Pentecostismo” nacque agli inizi del 1900, quando, in una casa di Topeka (Kansas), dove il pastore metodista Charles Parham aveva fondato una scuola per lo studio della Bibbia, in una veglia di preghiera, la studentessa Agnès Ozman (poi, Signora La Berge) chiese l’imposizione delle mani, come avveniva all’inizio del Nuovo Testamento, per ricevere lo Spirito Santo. Poco dopo, ella si mise a parlare in lingua bohemien. Lo stesso avvenne ad altri membri, nei giorni seguenti.
Si sa, però, che il racconto di quella Agnès è sempre stato stranamente introvabile, per cui la nascita del Pentecostismo è alquanto tenebrosa.
Tutto ciò, però, farebbe pensare ad una possessione diabolica, difatti, qui, non c’è alcuna sete interiore di amare di più Cristo e di ricevere i doni dello Spirito Santo, quanto piuttosto di godere, in maniera sensibile, di carismi straordinari di cui lo Spirito Santo colmava i primi cristiani.
Così, nacque il moderno “Movimento pentecostale”, con conversioni, guarigioni, profezie, e che si estese in breve tempo in tutto il Texas, e poi a Los Angeles, a Chicago, a New York, a Londra, in Scandinavia…
Da questo “Pentecostismo”, nacque il “neo-pentecostismo” (che Laurentin descrive come il risorgere della stessa esperienza che avveniva nelle confessioni cristiane più tradizionali) nelle sue forme episcopale, luterana, presbiteriana e cattolica.
L’abate Laurentin, già dal 1975, al suo lavoro “Pentecostismo presso i cattolici”, aveva aggiunto un capitolo nuovo, ossia: “Maria prototipo carismatico” (pp. 241-250), svolgendo la tesi su questo tema: “Maria è pentecostale…  Maria è il modello carismatico… il prototipo dei cristiani battezzati nello Spirito. Maria è profeta e glossale… prototipo non solamente dei carismi in generale, ma anche della preghiera in lingue, che caratterizza il Movimento della Pentecoste… Maria è, in primo piano, nel gruppo carismatico…”, ecc…
Dunque, secondo il Movimento carismatico, la Madonna è loro “modello” e loro “attiva collaboratrice”? Modello e collaboratrice per quali finalità?
Ci dobbiamo allora chiedere cos’è in realtà il Movimento carismatico e quale il suo fine. 
In sintesi, il Movimento carismatico è la corrente del “Pentecostismo” che vuole unire tutte le Chiese cristiane! È un movimento, quindi, che vuole realizzare il sogno della Massoneria: riunire tutte le religioni sotto la sua direzione e, così facendo, annichilire la Chiesa cattolica!
Infatti, nelle “Costituzioni massoniche” del 1723, si legge: «L’idea della Massoneria è di riunire tutte le religioni e creare una religione universale: religione nella quale tutti gli uomini si accordano».
Questo ecumenismo massonico, però, è l’arma letale per raggiungere lo scopo supremo della Massoneria, dichiarato in una istruzione segreta dal Capo dell’Alta Vendita, il Nubius: «Il nostro scopo è quello di Voltaire e della Rivoluzione francese: l’annichilimento totale della Chiesa cattolica e della stessa idea cristiana!».

Il card. Leo Suenens:

 “Padrino” del Movimento carismatico

Il “Padrino” del “Movimento carismatico” fu il card. Leo Suenens, arcivescovo della diocesi di Malines-Bruxelles. Nel 1967, introdusse nella Chiesa cattolica l’eresia del “Pentecostismo”, al quale cambiò il nome in “Rinnovamento carismatico”.
Il card. Suenens, nel Vaticano II fu uno degli arbitri occulti degli schemi sulla “libertà religiosa” e la “Chiesa nel mondo moderno”, sulla Liturgia, sulla Collegialità…
Egli patrocinò, a Bruxelles, il Congresso Internazionale dell’Alta Massoneria ebraica dei “B’nai B’rith”; ricevette il “Premio Templeton” (Fondazione massonica metodista americana) con la seguente Motivazione: “Per il suo contributo alla trasformazione delle strutture ecclesiastiche”. Una delle sue “trasformazioni” da lui auspicata fu: “Nulla si oppone, sul piano teologico, all’accesso delle donne al sacerdozio”.
Inoltre, prese  posizione contro l’enciclica “Humanae vitae”, e a favore dei contraccettivi; lasciò che un parroco invitasse, a distribuire la Comunione, un prete apostata, fattosi pastore protestante; in più, lo elevò al rango di “Decano”; impose la Comunione sulle mani; fece costruire chiese nuove senza alcuna possibilità di inginocchiarsi, parificandosi, così, ai protestanti che negano la Presenza Reale…
Di questo Prelato, “Il Borghese” del 26 ottobre 1969, (pp. 502-503) scrisse di un suo “matrimonio civile” (avvenuto prima o dopo il suo sacerdozio?). Era questa, forse, la ragione per la quale Egli voleva la reintegrazione dei “preti-sposati”?
Premesso tutto questo, è forse una sorpresa trovare il nome del card. Leo Suenens, nell’elenco dei 121 nomi di alti Prelati della famosa “Lista Pecorelli”, con tanto di data di iniziazione massonica: 15/6/1967; numero di matricola: 21/64; e sigla: LESU?

Il Vescovo Frane Franic

Di questo vescovo carismatico della Jugoslavia, l’unico di 35 Vescovi della Jugoslavia a credere alle “apparizioni” di Medjugorje, cosa si può dire?
Membro della Commissione teologica per i fatti di Medjugorje, in un articolo, tratto dalla Rivista Vjesnik Nadbiskupije Splitsko-Makarske del gennaio 1985, l’arcivescovo Frane Franic scriveva: «Molti studiosi, come per esempio R. Laurentin, Urs von Balthasar e altri teologi francesi e italiani, mi hanno aiutato in questo compito… avevo riflettuto molto su questi fatti: paragonavo continuamente Medjugorje a Fatima (...). Mi pare che, anche oggi, certe cerchie all’interno della Chiesa si servano di Fatima come sostegno e appoggio per un anticomunismo radicale. Ma i messaggi di Medjugorje, al contrario, predicano l’amore… verso comunisti, musulmani, ortodossi e cattolici... (...). A Medjugorje vengono confermate le dichiarazioni del Vaticano II sull’ecumenicità. Alcuni, all’interno della Chiesa si erano opposti all’ecumenismo, e altri vi si oppongono considerandolo un’“eresia” del Vaticano II. Ma intanto, i messaggi di Medjugorie hanno rafforzato le dichiarazioni del Concilio…».
Se i messaggi della “Madonna” di Medjugorje predicano tutto questo, ci domandiamo: «È veramente strana questa “Madonna” di Medjugorje che, dopo aver “dimenticato” le richieste e i segreti trasmessi a Fatima, a Medjugorje,dimentica” i pericoli rappresentati dalla Russia comunista, non chiede più la sua conversione, e “conferma e rafforza le dichiarazioni del Vaticano II” e il suo ecumenismo massonico, partoriti da quella stessa Gerarchia che Ella aveva accusato di apostasia; una Gerarchia che non ha il coraggio di togliere il bavaglio alla Madonna di Fatima sul suo “Terzo Segreto”, perché questo contiene la condanna del suo tradimento e della sua apostasia!».
La stessa accusa la Madonna l’aveva lanciata a La Salette: «Roma perderà la Fede e diventerà la sede dell’Anticristo!».
L’8 febbraio 1984, il Vescovo Franic dona a Giovanni Paolo II un libro di Ivan Muzic, intitolato: “I massoni e la Jugoslavia”, nella cui prefazione, Leo Magnino, presidente dell’Accademia archeologica italiana, dopo aver detto che un uomo quando bussa alla porta di un Tempio massonico, cerca la luce, la gnosi… dice: «egli bussa alla porta di un Tempio che comprende tutte le chiese… in cui vi è una paternità comune e incontestabile: Dio, per gli antichi ebrei, il Padre celeste, per i cristiani… e che per i massoni si identifica come Grande Architetto dell’Universo (detto anche Satana e Lucifero – n.d.r.)».
Magnino conclude: «Dobbiamo augurarci che… la Chiesa cattolica e la Massoneria raggiungano quell’intesa da tanti auspicata…»!
Dunque, la “Madonna” di Medjugorje con i suoi messaggi rafforzerebbe le dichiarazioni del Vaticano II, promuoverebbe l’incontro del Cattolicesimo con l’Islam e il Marxismo, e la tanta auspicata intesa tra Chiesa cattolica e Massoneria, sotto lo sguardo benevolo di un Dio-Padre-Grande Architetto dell’Universo?
Di fronte a questi fatti, è proprio il caso di ricordare ancora le parole di Gesù: «Sorgeranno falsi Cristi e falsi profeti, e faranno grandi segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti. Ecco, ve l’ho predetto!» (Mt. 24-25).

Le prime “apparizioni”

La prima “apparizione” avvenne il 24 giugno 1981, festa di S. Giovanni Battista; proprio lo stesso giorno di fondazione della Massoneria, nel 1717. (Nella data del 24 giugno, Solstizio d’estate, la Massoneria, cioè gli adoratori del Sole, nascondevano il nome del loro dio (Lucifero) sotto quello di un santo: San Giovanni Battista il cui nome “Giovanni” è associato a “Giano”, nome sotto il quale i Romani adoravano il sole).
Nei loro racconti sulle prime “apparizioni”, i “veggenti” appaiono impauriti, disturbati, persino in panico, alla vista dell’Apparizione. Dopo Ivanka, Mirjana e Milka, che hanno già visto l’Apparizione, arriva Vicka che, alla vista della figura apparsa, restò terrorizzata e, toltasi le scarpe, a piedi nudi, fuggì come una folle (Lj. p. 14).
Più tardi, ella dirà: «Il primo giorno, abbiamo tutti urlato, facendo boccacce» (p. 59). Questo lo disse anche a Padre Bubalo. Ancora singhiozzante, chiese ad Ivan di accompagnarla. Da lontano videro l’Apparizione: «Ivan fuggì immediatamente, scavalcando un muro di cinta e lasciando le mele e ogni altro che aveva... L’Apparizione fece segno alle ragazze di avvicinarsi, ma queste non lo fecero».
Vicka, al ritorno, disse: «mi sono gettata sul divano e non smettevo più di piangere, piangere…» (pp. 19-31).
Quale differenza tra la pace e la gioia traboccante di Bernadetta e dei tre pastorelli di Fatima! Giacinta esclamava di continuo: «Oh, che bella Signora!.. che bella Signora!».
Invece, Vicka raccontò di aver visto quella figura con abito e capelli neri, e che portava, nella mano destra, qualcosa che continuava a coprire e scoprire, senza poter mai vedere cosa fosse!
Ecco quello che padre Vlasic racconta di Mirjana: «Un giorno, mentre attendeva la santa Vergine, ella ha visto la luce, e dalla luce è uscito il diavolo, sotto le sembianze e le vesti di Maria, ma aveva un viso nero, orribile, e la guardava con degli occhi penetranti… e le proponeva tutti i piaceri del mondo… Dopo un po’, venne la “Vergine”(??) e le disse: “Scusami per quanto è successo, ma lo dovevi vedere per sapere chi è, e sapere anche che avrai delle tentazioni nel mondo”!.. Aveva un mantello grigiastro, di un grigio caffè e latte, tendente al blu» (L. p. 45).
Un’apparizione, illusoria o diabolica, ha sempre una qualche parte di cattivo e va avanti con imbrogli per un bel pezzo, magari con rassomiglianze di manifestazioni divine autentiche.
Quindi, anche in questo campo di fenomeni straordinari, la potenza del Demonio è immensa. Può vestirsi, persino, di Angelo di luce, e persino apparire con l’aspetto di Nostro Signore o della Madonna. Così camuffato, il Demonio può operare ogni sorta di prodigi, estasi, levitazioni, rumori strani, locuzioni in lingue, fare discorsi pii, ecc., pur di arrivare, poi, a infiltrare errori per le anime.
Però, mentre le opere di Dio sono sempre improntate a serietà e maestà, quelle diaboliche hanno sempre qualcosa di banale, di stravagante, di disordinato e persino di ridicolo.
La prima cosa che si nota nelle apparizioni è la banalità dei dialoghi.
Ecco, ad esempio, la registrazione di un dialogo con l’apparizione: «Cara Santa Vergine, cosa ti aspetti da noi?». Risposta: «Fede e rispetto per me»... e: «perché non appari in chiesa, così che tutti ti vedano?». Risposta: «Benedetti coloro che non hanno visto, eppure hanno creduto»!.. «Cosa desideri dai nostri sacerdoti?»... «che credano fermamente!»... «Preferisci che ti preghino o ti cantino?»... «fate ambedue le cose: cantate e pregate»... e via di questo passo.  La Madonna (?), alla fine del dialogo, disse: «Miei angeli, miei angeli cari!.. andate nella pace di Dio»!
Come si vede, è un dialogo banale, il cui ritornello è di “venir creduta senza prova!..”.
La sera, dopo aver detto alla Madonna: «...per quanti giorni verrai ancora a visitarci?»... «Per quanto tempo vorrete», rispose; e poi aggiunse: «Siete già così stanchi di vedermi?».
Il 30 giugno 1981, i veggenti dissero che la Madonna aveva promesso di tornare ancora soltanto per tre giorni, fino al venerdì successivo. Ora, come spiegare questa promessa e poi, invece, continuare ad apparire altre migliaia di volte?..
Dio non interviene in modo straordinario senza gravi ed evidenti motivi. Se i messaggi ripetono luoghi comuni, o si hanno ripetizioni di apparizioni precedenti, è certo che non sono da credersi.
Ma il parroco carismatico di Medjugorje Jozo Zovko, dopo solo tre incontri con i “veggenti”, e senza alcuna indagine, dava loro pieno credito e senza alcuna autorizzazione da parte delle autorità della Chiesa; quindi, non ispirato da Dio, ma solamente da carismatico!
P. Tomislav, senza aspettare anch’egli che l’autorità ecclesiastica si pronunciasse su quei fenomeni, invitò i fedeli a “partecipare anch’essi all’esperienza dei veggenti”,  trascinando, il popolo in un tipo di follìa carismatica, tanto più che “nessuno dei sacerdoti della parrocchia conosceva i veggenti”!
Da allora, i pellegrinaggi ebbero inizio.

Frati ribelli… e ricchi

Ecco il problema principale che esisteva, nella diocesi di Mostar-Duvno, prima delle “apparizioni”: negli ultimi anni, si era giunti fino allo scisma. Otto francescani (e forse più!) furono espulsi dall’Ordine OFM, e sospesi “a divinis”, perché si erano ribellati alla Santa Sede e, non avendo accettato che alcune parrocchie da loro amministrate passassero sotto la diocesi, occuparono, con la forza, almeno cinque parrocchie, continuando ad amministrarle e a dirigerle loro, invitando persino un diacono vetero-cattolico, che si spacciava per Vescovo, a cresimare circa 800 ragazzi, in tre parrocchie.
Che dire, quindi, di tutto questo e dei frutti (marci) di questa situazione di disubbidienza di quei francescani colà residenti?.. Quante confessioni senza la dovuta licenza necessaria! Quante assistenze invalide alle celebrazioni dei matrimoni! Quanti Sacramenti nulli! Quante disobbedienze, sacrilegi, irregolarità!..
Perché non è stato possibile e non è tuttora possibile ristabilire l’ubbidienza e l’ordine nella diocesi di Mostar?
Quando il Governo Centrale di Belgrado aprì le porte alla fiumana di turisti che si recavano a Medjugorje, le entrate si aggiravano sui 500.000 dollari all’anno; cifra che cresceva di continuo! Le “apparizioni” di Medjugorje, infatti, promossero un enorme flusso di denaro, tuttora imponente!
Vicino a Mostar c’è una piccolissima banca che, fino al 1980, aveva un ruolo insignificante nel sistema bancario internazionale, e che teneva i conti dell’Ordine Francescano e che, in parte, era anche sua proprietà.
Ebbene, la “Hrvatska Banka DD Mostar” teneva, tra le sue componenti, il meglio dell’universo bancario mondiale, i cui protagonisti erano: Citibank (che funge da corrispondente per New York e Londra), Deutsche ABN-Amro, Bank Brussels, Lambert, Nat West, BCI Skand, Enskilda, CSFB, Bank of Tokio, Cassa di Risparmio, Bayerische, Bank of America.
Come si vede, sono banche altolocate, comprese la “Unicredito Italiano S.p.a.” di Genova. Un dirigente di quel gruppo di società fu anche Franzo Grande Stevens, uno degli “uomini di fiducia” del Vaticano.
Il flusso di denaro, promosso dalle presunte “apparizioni”, però, non faceva perdere la testa solo ai frati, ma anche alla popolazione locale: «Nel momento in cui, nel 1991, in Jugoslavia scoppiò la guerra, l’afflusso dei pellegrini (e conseguentemente il giro d’affari) ebbe un calo vertiginoso. Ciò portò a una vera e propria faida tra tre gruppi familiari (di cui uno di origine serba) che si contendevano i pochi clienti disponibili e volevano, quindi, eliminare i concorrenti. Mart Bax, professore presso la Vrije Universiteit di Amsterdam, a partire dal 1983 ha soggiornato ogni anno (compreso il periodo della guerra) per alcune settimane a Medjugorje con lo scopo di studiare il fenomeno dal punto di vista socio-antropologico.
Questa la sua testimonianza sullo scontro tra clan di cui stiamo parlando, tratta dal libro Medjugorje: Religion, Politics and Violence in Rural Bosnia” di cui è Autore: “Circa ottanta persone, almeno sessanta delle quali del posto, furono uccise (...). I loro corpi mutilati, in genere appesi a un albero o alla trave del soffitto, testimoniano queste atrocità”. In nota, aggiunge: “Le mutilazioni seguivano uno schema fisso ed erano sempre più le parti del corpo che venivano asportate”». (Marco Corvaglia, “Medjugorje: è tutto falso”, p. 84).

La “Madonna” di Medjugorje sostituisce Fatima con l’apostasia modernaP. Tomislav, allora, rivolge ai veggenti la domanda: «Qual è il ruolo di Gesù Cristo, se la religione musulmana è buona?». Mirjana, però, non risponde a questa obiezione, ma ripete le parole, sopraddette sul rispetto delle altre religioni, della Madonna.

Il che è indifferentismo conciliare!
Una tale posizione spirituale fa giubilare Laurentin, da fargli dire: «Le apparizioni di Medjugorie non hanno uno stile retrogrado... s’iscrivono, invece, nella pastorale post-conciliare. La Madonna incoraggia l’apertura, l’ecumenismo, la pace», che è il messaggio più importante della “Madonna” di Medjugorje: «Occorre pregare, digiunare, bisogna convertirsi e promuovere la pace... il messaggio più importante è la pace. L’ha sottolineato Lei».
Ma non era la conversione del mondo il messaggio più importante della Madonna di Fatima? E questo non dipende, invece, dalla consacrazione al Cuore Immacolato di Maria e non con l’indiferentismo conciliare del rispetto delle altre religioni?
È, quindi, una vera rivoluzione: un cristianesimo aggiornato per conciliare l’inconciliabile e l’incompatibile: la “città del mondo” in opposizione alla “città di Dio”, quale descritta da S. Agostino.
Purtroppo, col Vaticano II si è cercato un compromesso storico di portata mondiale per attuare questa opposizione. È la “Gaudium et spes” che ha aperto proprio questo ordine: una compenetrazione di città terrena e città celeste per realizzare il medesimo compito... cooperando assieme alle altre chiese e religioni. Una missione, cioè, secondo una mentalità al servizio di un nuovo ordine mondiale.
Ma allora, Roma, sede venerata della Verità, diventerebbe un’altra volta centro di tutti gli errori, come disse Pio IX, quando si cercava di insinuare la conciliazione della Chiesa e del Papa con la Babele moderna?
Sembra proprio di sì, e la “Madonna” di Medjugorje  fa parte di questo inganno ecumenico, di questa seduzione dell’apostasia annunciata dalle Sacre Scritture e dalla Madonna di La Salette e di Fatima!

 Medjugorje, l’atto d’accusa del Vescovo-esorcista. Monsignor Gemma: “Le apparizioni della Madonna? Tutto falso: i veggenti mentono sotto ispirazione di Satana per arricchirsi economicamente”
di Gianluca Barile
CITTA’ DEL VATICANO - Un misto tra interessi economici e diabolici, con i presunti veggenti (nella foto) e i loro collaboratori direttamente coinvolti nei guadagni relativi all’elevatissimo flusso di pellegrinaggi e soggiorni in paese, e il Maligno ben contento di seminare zizzania tra i fedeli più convinti delle veridicità delle apparizioni di Medjugorje e la Chiesa, da sempre scettica verso quello che ha definito a più riprese, per bocca dei due Vescovi di Mostar succedutisi nel tempo, ‘un grande inganno’. Monsignor Andrea Gemma, già Vescovo di Isernia-Venafro, tra i più grandi esorcisti viventi, non usa mezzi termini: altro che la Vergine, a Medjugorje sono apparsi, sinora, solo fiumi di denaro. Un’accusa grave, che dà la cifra non solo del coraggio ma anche della levatura morale e spirituale del prelato che ha accettato di rispondere alle domande di ‘Petrus’ su una vicenda così spinosa.
Dunque, Eccellenza, come definire Medjugorje?
“E’ un fenomeno assolutamente diabolico, intorno al quale girano numerosi interessi sotterranei. La Santa Chiesa, l’unica a potersi pronunciare per bocca del Vescovo di Mostar, ha già detto pubblicamente, e ufficialmente, che la Madonna non è mai apparsa a Medjugorje e che tutta questa messinscena è opera del Demonio”.
Lei parla di ‘interessi sotterranei’… Quali?
“Mi riferisco allo ‘sterco del Diavolo’, al denaro, e a cosa, sennò? A Medjugorje tutto avviene in funzione dei soldi: pellegrinaggi, pernottamenti, vendita di gadgets. Cosicché, abusando della buona fede di quei poveretti che si recano lì pensando di andare incontro alla Madonna, i falsi veggenti si sono sistemati finanziariamente, si sono accasati e conducono una vita a dir poco agiata. Pensi, uno di loro organizza direttamente dall’America, con un guadagno economicamente diretto, decine di pellegrinaggio ogni anno. Ecco, costoro non mi sembrano proprio delle persone disinteressate. Anzi, unitamente a chi presta il fianco a questo clamoroso raggiro, hanno palesemente tutto l’interesse materiale di far credere di vedere e parlare con la Vergine Maria”.
Monsignor Gemma, il Suo è un giudizio senza appello?
“Potrebbe essere diversamente? Queste persone che asseriscono di essere in contatto con la Madonna, ma che in realtà sono ispirate solo ed esclusivamente da Satana, stanno creando scompiglio e confusione tra i fedeli per interessi e vantaggi assolutamente deprecabili. Pensi, poi, alla disobbedienza che hanno alimentato in seno alla Chiesa: la loro guida spirituale, un frate francescano cacciato dall’Ordine e sospeso a divinis, continua ad amministrare invalidamente i Sacramenti. E numerosi sacerdoti di tutto il mondo, malgrado il divieto esplicito della Santa Sede, non desistono dall’organizzare e dal prendere parte a pellegrinaggi con destinazione Medjugorje. E’ una vergogna! Ecco perché parlo di una miscela tra interessi personali e diabolici: i falsi veggenti e i loro assistenti intascano denaro, e il Diavolo crea discordia tra i fedeli e la Chiesa; i fedeli più accaniti, infatti, non ascoltano la Chiesa, che - lo ripeto - ha sin dall’inizio ha messo in guardia dalla mendacia delle apparizioni di Medjugorje”.
E se i presunti veggenti vedessero davvero la Madonna?
“In realtà vedrebbero Satana sotto mentite spoglie. Perché Satana ha tutto l’interesse a spaccare la Chiesa contrapponendo le due correnti dei ‘pro’ e dei ‘contro’ Medjugorje. E poi, non sarebbe una novità: lo stesso San Paolo asserisce che il Demonio può anche apparire come Angelo della Luce, e che cioè può camuffarsi. Lo faceva, ad esempio, con Santa Gemma Galgani. Ma al di là dei suoi travestimenti, il Maligno è già intervenuto e vi posso assicurare che è lui ad ispirare i falsi veggenti sin dall’inizio con la lusinga del denaro facile”.
Questi veggenti non Le piacciono proprio…
“Per carità! Basta vedere come si comportano: sono disobbedienti verso la Chiesa, avrebbero dovuto ritirarsi a vita privata e invece continuano a propagandare le loro menzogne per scopi di lucro, facendo così il gioco del Diavolo! Il mio pensiero va immediatamente a Santa Bernadette, la veggente di Lourdes: questa dolce creatura volle spogliarsi della sua vita e scelse l’abito da Suora per servire il Signore. Invece, gli impostori di Medjugorje continuano a vivere comodamente nel mondo senza manifestare alcun tipo di amore né per Dio, né per la Chiesa”.
I sostenitori di Medjugorje sottolineano che la Santa Sede non si è mai espressa in materia.
“Questa è un’altra menzogna! Come accennavo in precedenza, il Vaticano ha vietato i pellegrinaggi da parte di sacerdoti in quel luogo ed ha già parlato per bocca dei due Vescovi succedutisi in questi anni a Mostar, i Monsignori Zanic e Peric, con cui ho parlato personalmente e che mi hanno sempre manifestato i loro dubbi. Veda, neanche per Fatima e Lourdes è accaduto che la Santa Sede si esprimesse direttamente sulle apparizioni mariane. Perché, dunque, avrebbe dovuto fare un’eccezione proprio in questo caso? La verità è che quando parla il Vescovo di Mostar, parla la Chiesa di Cristo ed è a lui, che si esprime con l’autorità conferitagli dal Vaticano, che bisogna dare ascolto. Quindi, la Santa Sede si è sempre espressa con le parole del Vescovo di Mostar, evidenziando che Medjugorje è un inganno diabolico. Ma le farà una confidenza. Vedrà che tra poco il Vaticano interverrà con qualcosa di esplosivo per smascherare una volta per tutte chi c’è dietro questo raggiro”.
Gli stessi sostenitori fanno notare che a Medjugorje si registra ogni anno un record di conversioni e miracoli…
“E’ una forzatura. E poi, chi conta tutte queste conversioni? Veda, se una persona si converte, è perché ha una certa predisposizione, perché si sa guardare dentro, perché sa ricevere il dono dello Spirito. Il luogo in cui avviene questa conversione è del tutto relativo. Pensiamo a San Paolo: si convertì per strada, e allora che dovremmo fare, scendere tutti in strada e attendere di essere convertiti? Per quanto riguarda i miracoli, le racconterò un aneddoto personale. Devo all’intercessione di Nostra Signora del Rosario di Pompei la guarigione miracolosa di una persona della mia famiglia, eppure non mi risulta che la Madonna sia mai apparsa a Pompei. Ecco, per credere, per essere guariti dentro e fuori, non occorre necessariamente che Maria si faccia vedere”.
Che Lei sappia, il Santo Padre Benedetto XVI quale opinione ha di Medjugorje?
“Mi limiterò a sottolineare che fu lui, in quanto Cardinale Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, a emanare delle note ufficiali avverse a Medjugorje, come quella che vietava ai sacerdoti e ai religiosi di recarsi in pellegrinaggio in quella terra. Faccia lei…”.
Invece si dice che Giovanni Paolo II fosse convinto della bontà delle apparizioni.
“Una leggenda tutta da provare, fermo restando che le opinioni personali tali sono e non rappresentano in alcun modo un atto magisteriale”.

68 commenti:

  1. Ho potuto controllarlo direttamente : I carismatici sono veramente degli imbecili !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha parlato Leonardo da Vinci

      Elimina
  2. Si continua a confondere fatti cose e persone.
    Ora vado molto di fretta
    Appena ho tempo scriverò volentieri un post.

    Ma giusto così "a volo d'uccello".

    Villa apre e chiude virgolette, ma non mette in nota (almeno io non vedo) quando e dove la Madonna avrebbe detto quel che ha riportato. NON E' SERIO
    Vassula Ryden, checcetra con M. e con i messaggi, non è veggente di M.??
    Per dirla tutta la questione Messa Tradizionale NON è legata SOLO al volere del parroco o dei frati, ma del Vescovo che è colui che incoraggia o non incoraggia...
    I frati NON sono veggenti non sono né depositari, né interpretatoti ufficiali dei Messaggi.
    Poi la solita solfa, ma forse non sapete che viviamo in un tempo di CRISTI e che M. è una parrocchia delle tante dove c'è tutto e il suo contrario?

    Ora scappo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intervengo solo per spiegare la presenza, nell'articolo, di Vassula Ryden...non si tratta di confusione di persona: certamente Vassula non è una veggente di M. e non c'entra nulla col caso Medjugorje.

      E' stata inserita la sua figura carismatica, quantomeno inquietante per la modalità di manifestazione con cui riceve i presunti messaggi di Gesù (la scrittura automatica è una pratica esoterica), perchè è collegata con il Padre Petar Ljubicić, il Francescano scelto dalla "Madonna di medjugorje" come custode e futuro latore dei famosi segreti.

      Sarebbe lui, fedele seguace di questa esoterista,Vassula(!), il designato dalla Madonna per la diffusione dei segreti dati da Lei ai veggenti di Medjugorje....
      Una scelta che lascia per lo meno interdetti...

      Elimina
  3. Con tutto il rispetto per il buon lavoro che questo blog fa ogni giorno a servizio della Tradizione, vi inviterei a maggiore prudenza nel trattare l'argomento Medjiugorie. Gli articoli scritti a riguardo su Chiesa Viva sono un grosso macigno che schiaccia la verità anzichè scoprirla. Temo fortemente che certa avversione verso Medjiugorie provenienti da ambienti tradizionalisti o filo tradizionalisti producano nei numerosi fedeli che si recano a Medjiugorie un atteggiamento di ripugnanza verso la Tradizione stessa e posso testimoniare che molti fedeli che partecipano o fanno parte di gruppi a sostegno della Messa di sempre si recano a Medjiugorie. E poi siamo sicuri che nelle "presunte" apparizioni la Madonna non abbia rivelato ai veggenti nulla riguardo agli sbandamenti dottrinali nella Chiesa o su certo strapotere in quel luogo del movimento carismatico? I veggenti poi con quale autorità potrebbero impedire la celebrazione in loco di dette messe o correggere le esuberanze dei carismatici? A chi spetta? Direi certamente a Roma e al vescovo del luogo. Una provocazione: senza compromettersi con tutto ciò che Medjiugorie rappresenta, si potrebbero far celebrare delle Messe more antiquo proprio in quel luogo e credo che ciò rallegrerebbe molto i fedeli tradizionalisti che lì si recano quasi in incognito per non urtare la sensibilità dei propri gruppi tradizionalisti di appartenenza.
    Attenzione e prudenza, ribadisco, sugli articoli di don Villa su Medjiugorie. Il giudizio spetta alla Chiesa e al Romano Pontefice (con tutto rispetto per il vescovo di quella diocesi che da sempre si esprime in modo negativo verso le apparizioni).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si celebra la Santa Messa solamente nella parrocchia per volontà del Vescovo che quando vuole prende decisioni. C'è la Messa principale della parrocchia in croato il pomeriggio e alcune messe tra cui l'Italiana la mattina, celebrano solitamente i frati e i preti pellegrini DEVONO concelebrare se no se la devono dire nella loro propria stanza di albergo. Il parroco, quando gli chiesi se si poteva celebrare una Messa Tridentina con un gruppo di fedeli legati alla tradizione fu molto contento e mi chiese una lettera così da giustificare un'altra Messa (in più) nella giornata. Mi ha detto che è stata già celebrata da un gruppo di americani e che lui concede volentieri salvo reprimende del Vescovo. Mi ha poi indicato una chiesetta nella zona vicino alla parrocchia dove si potrebbe celebrare con più agilità dove cioè c'è ancora l'altare a muro, balaustre ecc. e dove lui darebbe volentieri il permesso... è una chiesetta splendida...

      quindi sì, il prete e la Messa ci sarebbero a M. ma mancano i fedeli... per cui... M. è ancora nelle mani dei carismatici...

      Elimina
  4. Ora per comprendere se una apparizione sia vera o falsa é necessario tener sempre presente questa semplice affermazzione: "NULLA VERITAS SINE TRADITIONE"(niente è verità senza la Tradizione Cattolica)
    Infatti proprio san Paolo afferma:"Ma anche se noi o un angelo dal cielo vi annunciasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo annunciato, sia anatema"(Galati 1,8)
    Ecco che queste poche righe da me scritte bastano a far cadere per sempre l'intoccabile mito medjugoriano.

    RispondiElimina
  5. Ben detto Celestino!


    Repetita iuvat:

    "Ma anche se noi o un angelo dal cielo vi annunciasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo annunciato, sia anatema"(Galati 1,8)

    RispondiElimina
  6. Perfetto infatti dove non c'è Tradizione Cattolica non c'è neanche ls Chiesa di Cristo. per questo prego che il Signore smascheri questa mega truffa così per la sua Gloria e almeno per il bene di molte anime.

    RispondiElimina
  7. Basterebbe solo questo messaggio del 25 dicembre 2010 per capire che NON E' la SS.Vergine quella che appare e parla.
    "Cari figli, oggi IO e mio Figlio Gesù desideriamo darvi..."

    IO e mio figlio...potrà mai la SS.Vergine anteporsi a Gesù?
    Basta con quest'affronto alla Madonna!

    RispondiElimina
  8. Il commento riportato da don Villa è stato manipolato (come al solito) da don Villa stesso... il messaggio originale è il seguente:

    20 maggio 1982: «Sulla terra voi siete divisi, ma siete tutti figli miei. Musulmani, ortodossi, cattolici, tutti siete uguali davanti a mio Figlio e a me. Siete tutti figli miei. Ciò non significa che tutte le religioni siano uguali davanti a Dio, ma gli uomini sì. Non basta, però, appartenere alla Chiesa cattolica per essere salvati: occorre rispettare la volontà di Dio. Anche i non cattolici sono creature fatte a immagine di Dio e destinate a raggiungere un giorno la salvezza, se vivono seguendo rettamente la voce della propria coscienza. La salvezza è offerta a tutti, senza eccezioni. Si dannano soltanto coloro che rifiutano deliberatamente Dio. A chi poco è stato dato, poco sarà chiesto. A chi è stato dato molto, sarà chiesto molto. Soltanto Dio, nella sua infinita giustizia, stabilisce il grado di responsabilità di ogni uomo e pronuncia il giudizio finale».

    Poi si legga Lettera del sant'Uffizio (durante il Pontificato di Pio XII) all'arcivescovo di Boston dell'8 agosto 1949, Denz. 3867-3872, sfido poi chiunque a mettere in discussione tale pronunciamento.

    Che qualcuno mi dica se il messaggio è eretico... dove e come... avrei sinceramente dubitato se tra le religioni avesse messo anche gli "ebrei"... non mi si accusi di antisemitismo per piacere... il motivo credo sia lampante, per chi conosce un po' le religioni.

    Non aggiungo altro tutto il post è un Pamphlet, iroso polemico e non corretto scientificamente... mi chiedete uno studio serio, con questi post mi passa la voglia di leggervi e di scrivere ...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il messaggio è palesemente eretico, è spazzatura modernista, le costa così tanto mettersi a studiare un po' il catechismo per evitare di farsi fregare dal demonio?
      E' tempo perso spiegare a voi modernisti gli errori, perchè da buoni protestanti lavorate per opinioni personali, per questo siete mediugoriani, e nemmeno il Magistero Santo di Gesù Cristo vi convince...posso solo consigliarvi di pregare con Fede che Dio vi illumini...

      Elimina
    2. Ma lei conosce il Catechismo Cattolico? 1) Solo mediante il Battesimo siamo liberati dal peccato e rigenerati come figli di Dio diventando membra di Cristo e quindi solo i battezzati possono essere anche figli della Santa Vergine.
      2)Il Signore stesso afferma che il Battesimo è necessario per la salvezza e per questo ha comandato ai suoi discepoli di annunziare il Vangelo e di battezzare tutte le nazioni.3)Solamente l'uomo che pur ignorando il Vangelo di Cristo e la sua Chiesa, cerca la verità e compie la volontà di Dio come la conosce, può essere salvato. Altro che seguire la voce della propria coscienza, questo lo fanno anche i kamikaze!
      Questo messaggio è talmente assurdo da non meritare più nessun commento...

      Elimina
    3. Caro anonimo sono l'anonimo di prima, sei stato fin troppo gentile a spiegare...e allora, dirò anche io per illuminare il nostro amico, che i figli della Madonna sono solo coloro che fanno la volontà del Figlio Suo, poichè solo in Cristo vi è la Salvezza, e Cristo stesso ha comandato agli apostoli di convertire tutte le nazioni alla Sua dottrina, perchè chi non è con me è contro di me, e chi non si converte NON E' FIGLIO SUO...quindi Musulmani, ortodossi che rinnegano Gesù sono solo infedeli destinati ad una sorte peggiore di Sodoma e gomorra...e ora sarebbero figli della Madonna?
      Ma perchè dobbiamo stare qui a leggere queste stupidaggini?

      Elimina
    4. Il messaggio è ecumenico, si vede che la gospa ha letto nostra aetate!
      Inoltre credo proprio che quel messaggio non sia conforme alla dottrina cattolica, poichè per esserlo avrebbe dovuto spiegare un bel pò di cose, così inteso significa che tutti si salvano.
      Poi Don Camillo i Figli di Dio coeredi delo Regno sono coloro che sono battezzati, ma come fa a dire la gospa che tutti sono figli di Dio? questo non è conforme alla dottrina cattolica, semmai tutti sono creature di Dio!
      Basta, quale temerarietà c'è a dire che io non ci credo, anche questo è necessario per la salvezza e poi se ci sono i carismatici (di cui ho fatto parte) c'è di mezzo il protestantesimo.
      CVCRCI

      Elimina
    5. guardi che il messaggio riportato da Don Villa non è quello citato da lei ed è purtroppo correttissimo si informi meglio.... anche se comprendo... sono cosi tanti.... chissa forse proprio per confondere meglio .... tante volte non fosse gia cosi immensa la confusione e la menzogna che la fomenta..........!!!!

      Elimina
    6. Nervi saldi piedi per terra.

      Più volte in questa sede si è parlato di uno degli errori scaturiti dall’idealismo prima, dal liberalismo dopo e, ultimamente, dal modernismo. Il ritenere, cioè, che la coscienza umana possa avere una funzione “creatrice”, in relazione alla distinzione tra bene e male.

      Il Magistero - supportato dalla migliore filosofia e teologia, patristica e scolastica - insegna che nel sacrario della coscienza si può primariamente udire la voce di Dio, circa il bene da fare ed il male da evitare e, nel momento successivo, la persona decide per mezzo del proprio libero arbitrio se aderire al bene o al male. In nessun caso la coscienza è chiamata a forgiare una propria idea morale privata sulla base di pulsioni o convincimenti soggettivi ed agire in ossequio a questo autonomo giudizio. Anche perché la coscienza è capace di dare giudizi prudenti, se rettamente formata, o giudizi erronei, se in disaccordo con la ragione e la Legge divina e naturale. Ora la RETTA COSCIENZA porta necessariamente a conoscere il vero Dio, la coscienza erronea o peggio affettata NO ! Ora aderire alla Verità è dovere di ogni creatura e la via è unica la Chiesa Cattolica nel suo battesimo, che può essere ottenuto sacramentalmente, ma c'è anche il Battesimo di desiderio per i catecumeni ma anche in Voto palese o implicito. Tutto è tra Dio e l'anima e solo Dio può giudicare chi aderisce o meno, chi è degno di Salvezza chi no.
      Ovviamente la coscienza deve essere umile, razionale e pronta a ricevere da Dio piena «capacità di vero e di bene, che si esprime anche nel cosiddetto buon senso e nella fede dei semplici ... La ragione e la fede servono a questo.

      Elimina
    7. Il testo da lei riportato non ha nessuna attinenza col discorso, mi spiace doverglielo dire...

      Elimina
  9. Anche il messaggio del 25 febbraio 1982 è illuminante circa quanto detto sopra. Riporto fedelmente da un sito di Medjumgorie.
    "Ad un veggente che le chiede se tutte le religioni sono buone, la Madonna risponde: "In tutte le religioni c'e' del buono, ma non e' la stessa cosa professare una religione o un'altra. Lo Spirito Santo non agisce con uguale potenza in tutte le comunita' religiose."

    Signori, siamo di fronte al Nuovo Catechismo della Gospa: scegliete accuratamente la religione da professare, visto che ce ne sono alcune più spiritualmente assistite di altre, quindi alcune più favorite ed altre meno. Certo, poteva anche essere più precisa e darci delle dritte su quale scegliere...
    Sam

    RispondiElimina
  10. Poi le 7 domande mi sembrano tutte sacrosante, semmai bisognerà capire come mai?
    A da vede come je davo co a chitarra Annarì.
    Mi chiedo perchè ho lasciato tutto questo?
    Ero votato ad una sicura carriera carismatica, fatte conto un dustin offman, al pacino, steve mequeen...
    CVCRCI

    RispondiElimina
  11. Caro Stettino, sai benissimo che hai lasciato "tutto questo" per raccontare agli ignoranti della setta dei carismatici, tra le varie che imperversano nella chiesa! Meglio così che non diventare il dustin hoffman dei carismatici, che a quanto pare mietono consensi a Medjugorje. Anzi,là è il loro cavallo di battaglia, alla faccia dei fedeli che ignari ,là pregano e non sanno di contribuire ad accrescere il fenomeno... ed impinguare le casse!
    "Quando sentirete dire :il Cristo è qui - o- Il Cristo è là- voi non ci andate...."Starsene a pregare nel proprio ambito senza pellegrinaggi verso "nuove"zone di apparizioni, credo sia più saggio.

    RispondiElimina
  12. Noto che nessuno ha riferito dell'esperienza "tattile" avvenuta a Medjugorje per merito delle veggenti. E' notizia tratta dall'analisi di don Villa:
    "i veggenti si trovavano in un campo
    con alcuni amici, vicini a un certo Marinko, e vi apparve la Madonna. I ragazzi dissero: «La Madonna permette a tutti quelli che lo desiderano di venire a toccarla» (!!!). I veggenti li guidavano:
    «Adesso, voi toccate il suo velo, il suo capo, la sua mano, il suo vestito»... Tutto questo durò un quarto d’ora, circa; poi, la Madonna li lasciò. In quello stesso momento, Marija gridò: «Oh Marinko, la Madonna ci ha lasciati, tutta annerita!». Forse perché
    erano dei peccatori quelli che la toccavano? Certo, è incongruente questo fatto, perché la Madonna avrebbe dovuto saperlo anche prima che La toccassero.
    Quello che è più grave, invece, è che l’Immacolata, Madre di Dio, si sarebbe prestata a toccamenti sconvenienti del genere, rimanendo, poi, annerita!
    È incredibile e scandalosa questa scena, tanto
    oltraggiosa alla Vergine!..." NON BASTA ANCORA QUESTO FATTO? Oltrechè apparire a comando in campagna in case, in Italia, in Croazia, in monti e valli, ci fu pure l'episodio di "gentil permesso" di toccare ???? O Don Villa si è inventato tutto (ma non è suo uso!)oppure l'informazione data dice tutto sulla presenza reale delle apparizioni.

    Cito ancora:
    "P. Tomislav Vlasic racconta che «nel cuore d’una notte, si fece sentire un fracasso spaventoso, seguito da un gran vento, e poi da una grande luce». «Fu “come se la terra si spaccasse”» (Tèqui,p. 21). Un baccano infernale da morire!
    Ed ora, un altro appuntamento notturno. Fu il 7 agosto. La Madonna domandò ai “veggenti” di recarsi sul luogo delle apparizioni alle ore 2 di notte. Sul posto,c’era una vecchia croce di legno che assomigliava a un feticcio. Improvvisamente, un pallone di luce uscì da quella croce, spezzandosi, poi, in migliaia di
    piccole stelle. I ragazzi, presi dal panico, si misero a gridare. Alla fine, i ragazzi dissero che la Vergine pronunciò ancora queste parole: «se ciascuno di voi lo desidera, può toccarmi!»!! Quelli che la toccarono,sentirono, poi, una specie di intorpidimento nelle
    mani..."

    N.B.anche in questo campo di fenomeni straordinari,la potenza del Demonio è immensa. Può vestirsi,persino, di “Angelo di luce”, e persino di apparire con l’aspetto di Nostro Signore o della Madonna.
    Così camuffato, il Demonio può operare ogni sorta di prodigi, estasi, levitazioni, rumori strani, locuzioni in lingue, fare discorsi pii, ecc., pur di arrivare, poi, a infiltrare
    errori per le anime.
    -Però, mentre le opere di Dio sono sempre improntate a serietà e maestà, quelle diaboliche hanno sempre qualcosa di stravagante, di disordinato, e persino di ridicolo-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono esempi talmente probanti della falsità del fenomeno da lasciare esterefatti...chi ci crede non ha la minima idea di cosa sia la Sacralità, dell'altezza di Dio e della Madonna...

      Elimina
  13. BlaisePascal
    ________
    don Camillo conosci la differenza che passa tra quelli come te e noi Cattolici Apostolici Romani (se vuoi anche tradizionalisti)? Come per gli Ebrei accecati presumono della propria giustizia così voi "medjugoristi" presumete in "malafede"!
    Riporto un documento non certo per voi ignavi di fede ma per chi la fede ha dischiuso gli “occhi”!
    Caro (si fa per dire), don Camillo chi ha orecchie per intendere intenda!

    APPARIZIONI A MEDJUGORIE?
    Estratto da
    APPARITIONS A MEDJUGORJE?
    di Frère Michel de la Sainte Tninité
    (da uno studio pubblicato in fascicoli da «La Contre-Réforme catholique au XX siècle», dal Maggio 1984 al Giugno 1985)
    1

    Frère Michel de la Sainte Trinité, noto esperto di Fatima su cui ha pubblicato diversi autorevoli volumi, ha condotto lo studio in oggetto sulle testimonianze dei "veggenti" di Medjugorje alla luce del dogma, basandosi sulle direttive ed esperienze tradizionali della Chiesa circa la valutazione dei fenomeni di questo tipo e, in particolare, ponendo gli avvenimenti jugoslavi a confronto con le apparizioni e i messaggi della Madonna a Fatima, che hanno ottenuto la debita autenticazione della Chiesa.
    Gli specialisti di teologia mistica ci forniscono numerosi criteri di discernimento chiari e precisi, che permettono di distinguere le manifestazioni divine autentiche da tutte le loro contraffazioni: sia che si tratti di imposture o di turbe psico-patologiche o di interventi demoniaci; questi tre elementi d'altronde combinano molto spesso in maniera inestricabile la loro azione al servizio dell'errore e del male.
    Non si tratta solamente di stabilire la salute fisica e il buon equilibrio psichico dei "veggenti" e nemmeno di indagare nella loro vita morale e spirituale. Questi criteri sono necessari, ma non sufficienti. Non è sufficiente dimostrare, secondo le regole della dinamica di gruppo, che i "veggenti" non sono sotto l'influenza di alcun leader, come sembra credere il Padre Slavko Barbaric o.f.m., giovane francescano di Medjugorje, che, grazie a questa unica constatazione, si ritiene autorizzato a concludere che si tratti di intervento celeste!
    %

    RispondiElimina
  14. %
    I criteri decisivi sono d'ordine obiettivo; essi si riferiscono alla natura e al contenuto dottrinale dei fatti presentati come provenienti da Dio. Questi sono criteri sicuri e prioritari, giacché né Dio né la Vergine Maria sono degli sconosciuti per la Chiesa. È per questo che «è sufficiente che un solo punto certo sia contraddetto in fatto di dogma [...] per potere affermare che chi parla non è inviato da Dio» (Poulain, Des Grâces d'oraison, Traité de théologie mystique, pag. 357, Parigi 1906. Cf. tutto quanto esposto sulle «Révélations et visions», p. 293-294). D'altra parte, Dio non suole intervenire in maniera straordinaria senza motivo evidente: se il messaggio ricevuto è banale e non fa che ripetere luoghi comuni o parole di apparizioni precedenti, esso è sospetto.
    Ricordiamoci, inoltre, che se una «apparizione» autentica deve essere vera, buona e degna di Dio in ogni sua parte, un'«apparizione» illusoria o diabolica, al contrario, non è mai interamente malvagia. L'inganno va a volte molto lontano e la contraffazione può presentare delle somiglianze notevoli con le manifestazioni divine autentiche. La storia della Chiesa ce ne fornisce esempi famosi. Tale fu nel XVI secolo quella di una certa Madeleine de la Croix, francescana di Cordova, votata fin dall'infanzia al demonio, che, per trentotto anni, trasse in inganno i più grandi teologi, i Vescovi, i Cardinali dando tutte le apparenze di un'anima dotata di carismi straordinari (Poulain, op. cit. p. 336). L'esempio di Nicole Tavernier, a Parigi, durante i guai della Lega (l'associazione dei cattolici di Francia nel XVI secolo -n.d.r.-), può essere forse ancora più stupefacente. «Ella aveva la reputazione di essere una santa e di operare miracoli. Di fatto, ella prediceva l'avvenire, aveva delle estasi, delle visioni e rivelazioni e compiva degli incontestabili prodigi. Digiunava e parlava senza posa della necessità di fare penitenza per uscire dalle condizioni in cui ci si trovava. Essa annunciava che, se ci si fosse pentiti dei propri peccati, si sarebbe vista la fine delle calamità pubbliche. Dietro suo incitamento, la gente si confessava e comunicava. In diverse città della Francia, si ordinarono perfino delle processioni. Ed ella stessa ne fece fare una a Parigi alla quale assistette il Parlamento accompagnato dalla Corte e da un gran numero di cittadini. Ma presto la beata Acarie riuscì a smascherarla, dimostrando che il demonio era l'autore di tutto quanto in essa si vedeva di straordinario e che egli sapeva perdere un po' per guadagnare molto» (J.-B. Boucher, Madame Acarie, Parigi 1982; citata da H. Bremond, Histoire du sentimente religieux, tomo II, p. 69-71).
    %

    RispondiElimina
  15. %
    2
    LE PRIME APPARIZIONI...
    «PIANGONO E SONO DISTURBATI»

    Facendo riferimento alle prime apparizioni (24-30 giugno 1981), Frère Michel ci fa notare come in diversi punti del loro racconto i "veggenti" appaiano disturbati e impauriti. Al di là del timore reverenziale che suscitano sempre le apparizioni celesti, essi dimostrano uno stupefacente panico. Tutte le testimonianze più sicure concordano. i "veggenti" sono stati presi da un terrore, da un panico sorprendenti alla vista dell'«apparizione»: Ivanka Ivankovic, Mirjana Dragicevic e Milka Pavlovic hanno già visto la "Vergine". Poi arriva Vicka: «Allora Vicka raggiunse le due ragazze che, con eccitazione e a voce alta, le dissero di avvicinarsi.
    – Che cosa succede? C'è un serpente? [sic]
    – No , niente serpenti!
    Vicka accorse, ma la vista dell'«apparizione» la terrorizzò a tal punto che, presa dalla paura, si tolse le scarpe e fuggì.» (M. Ljubic, La Vierge Marie apparaît en Yougoslavie, Ed. du Parvis, Hauteville 1984, pag. 14). «Il primo giorno —ella dirà più tardi— abbiamo tutti urlato facendo delle boccacce» (Ljubic, op. cit., pag. 59). Vicka racconta la stessa cosa a Padre Bubalo: «Mi sono tolte le scarpe e, a piedi nudi, sono fuggita correndo come folle [...] Arrivata vicino al villaggio, sono scoppiata in singhiozzi, era irresistibile...» Poi, ella decide di ripartire: «Tutta singhiozzante, ho domandato a Ivan di accompagnarmi». Essi salgono e, da lontano, vedono l'«Apparizione»: Ivan fuggì immediatamente, scavalcando un muro di cinta e lasciando le mele e tutto quello che aveva». L'«Apparizione» fa segno alle ragazze di avvicinarsi, ma «noi non l'abbiamo fatto: avevamo troppa paura!» Al ritorno, racconta Vicka, «mi sono gettata sul divano e non smettevo più di piangere, piangere...» (Ljubic, op. cit., pagg. 19-31).
    Com'è strano tutto questo! Quale contrasto con l'indicibile pace e la gioia traboccante che aveva riempito l'anima di Bernardette, dei piccoli "veggenti" di Pontmain o dei tre pastorelli di Fatima! Quanto siamo lontano dalla piccola Giacinta che, nel suo giubilo, non poteva trattenersi dall'esclamare senza posa: «Oh che bella Signora! oh che bella Signora!»
    Molte altre stranezze vengono riportate dai documenti, come il seguente racconto di Vicka:
    «Erano le 6.30 di sera. Pioveva un po' e cominciava a farsi scuro. L'ho vista veramente bianca. Ho visto il suo abito, i suoi capelli neri. Portava qualcosa nella mano destra che copriva e scopriva senza posa, ma non ho potuto vedere cosa fosse».










    i "veggenti" dimostrano uno stupefacente panico, presi da un terrore e da un panico sorprendenti alla vista dell'«apparizione».
    %

    RispondiElimina
  16. Sarò un ingenuo, ma che la Santa Vergine si lascia toccare il velo non ci trovo nulla di male. Se è Madre, di solito i figli hanno tale confidenza con la propria Madre. E poi il segno del velo sporco a causa dei peccati, ebbene. pedagogicamente molto importante... spiritualmente molto efficace per far comprendere il valore della Confessione Sacramentale. Del racconto del signor Vlasic, ebbene sarà vero? I veggenti han confermato quel che lui ha riportato?

    poi del messaggio riportato del 25 febbraio 1982, segue l'altro che da senso a questo e che don Villa come al solito ha manipolato, mutilandolo pro domo sua.

    23 febbraio 1982: A una veggente che le chiede come mai ogni religione abbia un proprio Dio, la Madonna risponde:
    «C’è un solo Dio e in Dio non esiste divisione. Siete voi nel mondo che avete creato le divisioni religiose. E tra Dio e gli uomini c’è un unico mediatore di salvezza: Gesù Cristo. Abbiate fede in Lui»

    poi...

    quando dice delle religioni si sottende: (Ortodossi, Cattolici, Mussulmani), ricordo così per ricordare quel che potrebbe essere del "buono" che nel Mussulmanesimo la Madre di Gesù è riconosciuta come Vergine e Madre di Gesù, il quale alla Fine del Mondo secondo il Corano giudicherà TUTTI GLI UOMINI, prima però i mussulmani (con i cristiani) dovranno combattere l'ANTICRISTO.

    "Il fatto di fede su cui i musulmani concordano è che Gesù è un profeta: «E quando ricevemmo dai profeti il loro impegno, come da Te, da Noè, da Abramo, da Mosè, da Gesù figlio di Maria - e ricevemmo da loro un impegno rafforzato» (sura XXXIII-7 Al-Ahzab [I Coalizzati]).

    Egli non è stato ucciso, è stato elevato da Dio e discenderà sulla Terra alla fine dei tempi per liberare il mondo dalla presenza satanica dell'anticristo, infine sarà riconosciuto dalla gente e sarà il giudice che applicherà i comandamenti di Dio. Dopo alcuni anni Gesù morirà e risorgerà per il Giudizio Universale.

    «La pace su di lui il giorno in cui nacque, il giorno in cui morirà, il giorno in cui verrà resuscitato vivo!» (sura XIX-15 Maryam [Maria]).

    (in Confronti, n. 9, 2006, pp. 31-32)

    RispondiElimina
  17. don Camillo conosci la differenza che passa tra quelli come te e noi Cattolici Apostolici Romani (se vuoi anche tradizionalisti)? don Camillo conosci la differenza che passa tra quelli come te e noi Cattolici Apostolici Romani (se vuoi anche tradizionalisti)? Come per gli Ebrei accecati presumono della propria giustizia così voi "medjugoristi" presumete in "malafede"!
    -------------------------------------------------------------------------
    Ogni apparizione è diversa, se il criterio di autenticità è legato al criterio di somiglianza, con Fatima e Lourdes stiamo freschi, allora Kibeho, Laus, Akita, non era la Madonna ad apparire... chi allora???? per piacere cerchiamo di ragionare...

    Non ho nulla da difendere... la mia fede è ben poggiata su Cristo e sulla sua Sacrosanta Tradizione e chi mi segue da quando scrivo sui blog lo sa! E poi ricordo che molti di coloro che OGGI zelano nella Tradizione IERI (mentre il sottoscritto combatteva per celebrare la Prima Messa in LATINO) facevano l'alleluia delle lampadine con le mosse sul presbiterio della propria parrocchia.

    Fino ad oggi non ho motivo per dubitare della presenza della Santa Vergine a Medugorie, se un domani ci saranno fattori inequivocabilmente screditanti le apparizioni, ne prenderò atto, e continuerò a credere il Dio.

    Vi lascio con questo messaggio che mi ha molto incoraggiato:

    (Messaggio del 25 maggio 2010)
    "Cari figli, Dio vi ha dato la grazia di vivere e proteggere tutto il bene che e in voi ed attorno a voi e di esortare gli altri ad essere migliori e piu santi, ma satana non dorme e attraverso il Modernismo vi devia e vi guida sulla sua via. Percio figlioli, nell’amore verso il mio cuore Immacolato amate Dio sopra ogni cosa e vivete i suoi comandamenti. Cosi la vostra vita avra senso e la pace regnera sulla terra. Grazie per aver risposto alla mia chiamata".

    Pax tecum

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, bravo, bello proprio un'atteggiamento di Carità Cristiana, è vero io svitavo le lampadine, per fortuna che c'era lei a tenere alta la fede cattolica, vuole un riconoscimento ad honorem?
      Sa quante volte ogni giorno mi pento della mia ignoranza?
      Non pensa che tra quelle persone ce ne siano veramente di Fede solamente ingannate?
      Se io oggi ZELO è per grazia di Dio, che mi ha dato occhi per vedere, IERI ero un grande peccatore meritevole solo dell'inferno, per questo dovrei accettare tutto quello che oggi passa questa chiesa conciliare, nella chiesa di Benedetto XVI potrà trovare posto anche la Gospa!
      aH, LA PACE SI OTTERRA' SOLO CON LA CONSACRAZIONE DELLA RUSSIA AL SUO CUORE IMMACOLATO!

      Aiutatemi a ricordare chi l'ha detto.
      CVCRCI

      PS:Don camillo i carismatici non sono dei modernisti?
      Perchè la gospa non gli ha detto di cambiare vita?
      perchè non gli ha detto che i carismatici sono protestanti velati da cattolici?

      Elimina
  18. %
    Con questo è tutto, ora è solo un tuo caso di coscienza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunicazione:
      l'Anonimo qui sopra, aveva inserito un intero documento su Medjugorje, diviso per l'esattezza in ben 51 posts. Ho lasciato i primi 3 posts (che si leggono più in alto) e quest'ultimo, ed ho rimosso 47 posts intermedi. Chi desidera leggere l'intero testo lo può trovare al seguente link:
      http://www.agerecontra.it/public/press/wp-content/uploads/2010/12/MEDJUG1.pdf

      A breve, questo documento sarà utilizzato per un articolo a parte, dove sarà possibile intervenire con commenti più pertinenti al testo.

      Elimina
    2. Annarita vedo che allora non hai più bisogno di un mio lavoro, visto che intendi pubblicare questo altro pamphlet (tre di fila), del 1985 (!) ...così giusto per sapere e magari prendere le distanze... ma ricordate come han detto i due Anonimi, non fate altro che far disgustare e allontanare i buoni credenti dalla (vostra?) Tradizione... Dio non lo voglia...
      HUMILITAS!

      Elimina
    3. Don Camillo, vedo che non ci capiamo:
      questo blog non ha messo questo articolo ed il precedente per giungere a delle conclusioni definitive sul caso Medjugorje! Qui nessuno ha la pretesa di giungere a conclusioni ed emettere giudizio prima di quello della Chiesa. Per questo qualunque testimonianza o studio o lavoro va benissimo, sia esso favorevole o contrario alla vicenda.

      Qui si sta solo cercando, in attesa del pronunciamento della Gerarchia e del Papa, di RIFLETTERE sull'avvenimento e NESSUNO è obbligato a farsi un'idea imposta da qualcuno, sia essa positiva o negativa. Pertanto il tuo lavoro va benissimo, anzi, dopo questi articoli esposti in chiave critica, ci vuole un articolo che sia in favore, per creare un equilibrio di considerazioni che siano "pro e contro".

      Non capisco poi il fatto di "prendere le distanze" da chi elabora gli eventi in modo diverso da te...in base a quale principio assoluto tu dovresti essere l'unico "competente" in materia, tanto che bisognerebbe considerare spazzatura tutte le altre analisi del caso, buttando nel cestino tutti: i Vescovi, Michel de la Sainte Trinité, Don Luigi Villa...tranne la tua lettura, che sarebbe l'unica da abbracciare e da fare propria?....Non si può riflettere tutti insieme in santa pace, ognuno esprimendo le proprie considerazioni, senza pretendere di convincere tutti gli altri che la propria sia l'unica verità assoluta?

      Quanto a quello che hanno detto gli anonimi e a cui tu fai eco, oltre che ripetere a disco rotto che non pretendiamo di sentenziare niente di definitivo, ma ci stiamo solo facendo delle LEGITTIME domande perchè è innegabile che in questa storia le contraddizioni pullulano e abbondano uscendo da tutte le parti, aggiungo che qui non abbiamo l'abitudine di tapparci la bocca per paura del giudizio altrui. Se ragionassimo così questo blog, che ha sempre parlato molto chiaro, senza guardare in faccia a nessuno, non sarebbe stato neanche aperto. PERTANTO OGNUNO PENSI DI NOI QUELLO CHE PIU' GLI AGGRADA. Non abbiamo avuto timore a scrivere al Santo Padre in toni proporzionati alla gravità dell'argomento trattato, non ci impedirà di ragionare a voce alta nessuno di QUELLI che hanno paura di farsi troppe domande a questo modo, magari poi con il "rischio" di conoscere una verità che non piacerebbe.

      Sui tuoi giudizi nei nostri confronti, pesanti e gratuiti, rispondo con il rispetto dovuto al Sacerdote, cioè nell'unico modo possibile: col silenzio...

      Elimina
    4. Ma benedetta giovanotta, sbagliano tutti, vuoi che non possa sbagliare il sottoscritto?

      Ma io ti dico nella massima carità ti pare il modo di affrontare la questione M. così come l'ha poste te? Ti lamenti di Blaise, va bene troppo focoso, ma tu come hai gestito il post precedente? Quante cose hai messo dentro? ma tu (o chi la postato forse Gianluca) hai riletto il tutto? vado con ordine:

      nel post
      http://nullapossiamocontrolaverita.blogspot.com/2012/02/entro-lanno-2012-la-commissione-su.html

      questo blog ha messo:
      1. Articolo tratto da Pontifex (e vabbè è lungo perchè riporta la storia dell'evento 30 anni sono tanti) e solo questo poteva bastare.
      2. ci ficchi foto della collina fiammeggiante (già sentenziando (!) che c'è cosa? in quella collina?)
      3.L'articolo per esteso del Vescovo di M. in occasione della visita del card. Schönborn a Medjugorje.
      (ho il mal di testa, ma vado avanti)
      4. riporti dal sito di Corvaglia tutta la LUNGHISSIMA vicenda di Tomislav
      5. Riporti paragrafi sempre di Vlašić ma che rimandano a o link inesistenti o che mi mandano in pagine dove non so dove cercare il paragrafo da te citato...

      incommentabile (vabbè mi sono detto, pazienza don Camillo... so ragazzi)

      poi arriva dopo poche ore il secondo posto questo qui dove scrivo e trovo

      1. un riferimento ad un articolo che mi è stato chiesto di postare (vabbene ottimo) poi:
      2. sette domande: BENISSIMO mi sono detto ad ogni domanda risponderò con attenzione documentando il tutto... ma poi aggiungi:
      3. Pio XI.
      4. Villa con i suoi processi sommari con parte scelta
      5. di nuovo Corvaglia che cita
      5.1 Vassulla
      5.2 fr. Bubalo, così, senza capirne il nesso
      6. La lettera del Vescovo morto
      7. Lunghissimo articolo (parlo di quello con i grassetti rossi) dove non si capisce da dove si è stato preso e se è il continuo di prima, comunque è lunghissimo e parla di 1000 cose. tra cui accuse serie "Frati ribelli… e ricchi" che prima di pubblicare mi accerterei MOLTO BENE! il tutto quindi
      I L L E G I B I L E e quindi incommentabile.
      8. Dulcis in fundo: BARILE!! con l'articolo di Gemma, solo questo meriterebbe lunga trattazione.

      sono le ore 11.01, sono sul PC dalle 09.00.

      ma poi vedo altro post su M. dove:

      1. Già dai una sentenza nel titolo.
      2. Citi Monfort, vabbene ma poi
      3. Mi tiri in ballo (adesso mi secca)
      4. Riaccosti con vincolo indissolubile M. da carismatici-pentecostali (tre su tre post)
      5. di nuovo Frère Michel (due su tre post)
      6. Tiri in ballo il buon Don Giorgio, (pro tomo tua!) con un lavoro interessante degno di attenta lettura, come se Don Giorgio, avesse fatto questo lavoro SOLO per confutare M.

      qui mi fermo perchè non ho più tempo... ma ti domando, ti sembrano tre post equilibrati? degni per un approfondimento sereno e scientifico?

      Da quel che è riportato sono tutti PAZZI atei, invasati, nemici di Cristo e della Madonna, quelli che vanno a M., perchè l'avete detto VOI!

      non lo so!

      Elimina
    5. Per quanto riguarda la gestione dei Post sicuramente nessuno dice di essere perfetto ma almeno noi mostriamo la nostra faccia e non ci nascondiamo dietro nomignoli, seconda considerazione: se voi sacerdoti faceste tutto il necessario per difendere la vera dottrina cattolica non ci sarebbe nemmeno bisogno di aprire Blog per difendere tutto ciò dalla deriva Conciliare e post conciliare...

      Da quel che è riportato sono tutti PAZZI atei, invasati, nemici di Cristo e della Madonna, quelli che vanno a M., perchè l'avete detto VOI!
      Be, sicuramente noi non ci siamo arrogati il diritto di dare un giudizio definitivo sul fenomeno come fai tu che secondo te è tutto autentico, prendi atto che il fenomeno Megjugorie è ambiguo in quasi tutte le sue sfacettature. Ti avevo chiesto di mandarmi la tua testimonianza e non lo hai fatto anzi spari giudizi abbastanza"pieni di orgoglio" perchè si è messo in dubbio che veramente appaia la Madonna a Megjugorje, comunque se non ti piace questo canale cambialo nessuno ti vieta di stare qui, anche se sei sempre il benvenuto a partecipare...
      Per ultimo ti vorrei fare una domanda: Celebri solo more antique o celebri anche col messale protestante Montiniano? sicuramente capirò in quante staffe metti i tuoi piedi...

      Elimina
    6. Mi spiace dirlo forse ci metterà la faccia, buon per lei, ma il sacerdote ha ragione. Non è questo ip modo per procedere per un approfondimento serio e pacato.
      Cordialità

      Elimina
    7. Annarita, mi spiace di aver ingenerato questo equivoco, sono semplicemente un sacerdote tradizionalista amico della FSSPX, leggo poco Cordialiter quindi facci difficoltà a comprendere il suo sfogo, ci tengo a dire che le "critiche" dei sacerdoti sono sempre una benedizione anche se in questo momento fate fatica a comprendere il tutto. Don Camillo lo conosco ha un rispetto e una venerazione per i giovani che intraprendono con fatica la via della Tradizione, sì è un appassionato conoscitore dell'evento M. difficilmente ne parla o scrive ma è un vero esperto in materia, un peccato che ve lo siete fatto sfuggire.
      Scusate e arrivederci.

      Elimina
    8. Caro Sacerdote Anonimo,
      non so se credere alla descrizione che fa di sè, non ne ho prova alcuna, ed ormai non ci si può fidar più di nessuno....
      ma ponendo anche che sia vero quel che dice....le dirò che anche noi siamo amici, guarda un pò...della FSSPX e posso assicurarle che fra i Sacerdoti(non della FSSPX, ma intendo in generale), dipiace dirlo, si trova veramente di tutto, pertanto non sarei così sicura che tutte le critiche in assoluto, nessuna esclusa, siano una benedizione.

      Se Don Camillo ha "rispetto e venerazione" per chi intraprende la via della Tradizione, certamente ha fatto di tutto per tenerlo nascosto, e non desidero ripetere quello che ho già detto....Quanto a sta storia dei "giovani", non siamo giovani: abbiamo 40 anni a testa,("sprecati" penserà forse qualcuno...) e non abbiamo imboccato questa via "con fatica" ma di getto, perchè la cercavamo da tutta la vita.

      Caro Don, in questa Chiesa tutti sono grandi esperti di tutto....bisognerebbe essere esperti unicamente di Dio e di santità di vita, e tutto il resto verrebbe con sé. Noi non ci siamo affatto fatti sfuggire Don Camillo, lo abbiamo accolto, difeso dagli altri e ci siamo solo presi critiche, rimbrotti ed insulti da lui. Pertanto da questa storia che mi ha messo, lo dico chiaramente, in grande sofferenza, ho capito che l'unico peccato è solo quello di lasciarsi sfuggire Dio e la sua Grazia, il resto non ha davvero alcun valore.
      Saluti e auguri.

      Elimina
  19. ANONIMO!!!
    IO CAPISCO LO ZELO E LA VOLONTA' DI INFORMAZIONE... MA TI SEMBRA IL MODO DI COMPORTARSI IN UN BLOG??? HAI MESSO 60 POST SOLO TU, UNO DI SEGUITO ALL'ALTRO!! COS'HAI POSTATO? UN LIBRO INTERO? NON CAPISCI CHE COSI'IMPEDISCI A TUTTI GLI ALTRI DI COMMENTARE, ED IL CONFRONTO VA A FARSI BENEDIRE?
    MAGARI, SE CI MANDAVI IL TESTO VIA MAIL CI AVREMMO FATTO UN ARTICOLO, NOO?...
    COSA CHE PROBABILMENTE FAREMO...MA QUESTA E' LA PAGINA DEI COMMENTI, E NON CI SI POSTANO INTERI ARTICOLI!! ROBA DA MATTI!

    E poi ribadisco che NESSUNO ha il diritto di apostrofare, usando frasi offensive, chi abbia un parere differente dal proprio! Don Camillo è un Sacerdote, che ha diritto allo stesso rispetto dei Sacerdoti ai quali tu, cattolico tradizionale, rendi omaggio con il bacio della mano. Inoltre non è né un modernista, né un protestante. Né tantomeno è in malafede! Chi lo ha letto nei blogs, lo sa bene.

    Comunque, lo stesso valga nei confronti di Don Villa, che conosciamo personalmente e che ci ha assicurato che non pubblica mai nulla che non sia comprovato e supportato da documentazione certa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annarita questo però deve valere anche per Don camillo, il suo ultimo post non mi sembra così riguardoso, perchè chi oggi svita le lampadine ha bisogno di preghiera, Carità e misericordia per una loro deficienza (in senso di mancanza).
      Credo che il post sia stato messo dall'ottimo Blaise, in effetti è un pò lunghino a limite fatti mandare il file.
      E' molto interessante.(ma non l'ho letto tutto)
      CVCRCI

      Elimina
    2. Comunque, lo stesso valga nei confronti di Don Villa, che conosciamo personalmente e che ci ha assicurato che non pubblica mai nulla che non sia comprovato e supportato da documentazione certa.
      -------------------------------------------
      Non mi pare... feci una figuraccia che ancora mi ricordo leggendo da Chiesa Viva ANNO XLI - N° 440 il 3zo punto riguardante la non opportunità della Beatificazione GP2 "

      cito a pag 3

      "3. In Francia, il 15 ottobre 1986, Giovanni Paolo II andò nella Comunità di Taizé, e poi dai carismatici pentecostali di Paray le Monial, dove disse persino che «il culto del Sacro Cuore era fuori uso». (Una vera ingiuria gravissima a Cristo Redentore!..)".

      Apre e chiude virgolette: APRE E CHIUDE VIRGOLETTEEEEE!!!!
      Si suppone che riporta una frase contenuta nell'omelia... mi diedero del CIALTRONE e me lo meritavo perchè ancora andavo dietro a don Villa.

      1. perchè il discorso non l'ha fatto il 15 ottobre ma il 5 ottobre 1986 ( e vabbè un refuso di stampa)
      2. perchè GP2 non ha MAI DETTO una frase del genere, tutt'altro
      http://www.vatican.va/holy_father/john_paul_ii/homilies/1986/documents/hf_jp-ii_hom_19861005_paray-le-monial-francia_it.html.

      Diffamazione e calunnia, reati punibili sia dal Codice civile che dai Sacri Canoni, vedete voi cosa dovete fare!

      Ogni cosa che pubblicate in questo BLOG di don Villa, e così di altri, dovete avere la pazienza di verificare le fonti, che siano corrette e non mutilate a casaccio.
      Sono tutti buoni a fare blog REAZIONARI e COLLERICI... pieni di LIKE!! ma se procedete così peccate contro la CARITA'

      Elimina
    3. Ovvio che valga anche per Don Camillo, Stefano!
      Infatti ho detto "NESSUNO ha il diritto di apostrofare, usando frasi offensive, chi abbia un parere differente dal proprio!" E in questo "nessuno" è compreso anche Don Camillo.
      Infatti la frase successiva - "Comunque, lo stesso valga nei confronti di Don Villa, che conosciamo personalmente e che ci ha assicurato che non pubblica mai nulla che non sia comprovato e supportato da documentazione certa." - era palesemente rivolta a lui.

      Ci mancherebbe. Non è che se uno è Sacerdote ha la patente, in quanto tale, per trattare gli altri senza carità o con sufficienza; anzi dovrebbe essere di esempio contrario. (Quanto alla stoccata che ti ha lanciato, avete principiato male già l'altro giorno, lui a parlare di "tradizionalismo cieco e presuntuoso" e tu a ributtargli la frase addosso. Avete mancato entrambi, quelle di oggi ne sono le conseguenze.)

      Quanto a Blaise, sarà anche "ottimo", e magari "ottimo e interessante" quello che posta, ma si è comportato con estrema maleducazione. Non si entra in casa d'altri monopolizzando la pagina dei commenti con una cinquantina di posts! Questo lo faccia a casa sua, nei suoi blogs. Non si è neanche degnato di giustificare il suo operato. E lo ha fatto fregandosene delle conseguenze: ha neutralizzato il confronto perchè è impossibile commentare 50 post, e ci ha intasato la pagina interna dei commenti! Adesso ripulire la pagina da tutta sta roba richiederà ore di lavoro! Ma può stare certo che toglierò questa invasione di campo. Non ho bisogno che mi mandi nessun link: è preso da "agere contra", che ripropone un articolo di "salpang", questo è il link:
      http://www.agerecontra.it/public/press/wp-content/uploads/2010/12/MEDJUG1.pdf
      Chi desidera leggerlo tutto può farlo dal link (che è pure impaginato meglio), in attesa di trovarlo qui come articolo a parte.

      Elimina
  20. Dici bene stettino, "preghiera, Carità e misericordia per una loro deficienza (in senso di mancanza)", perchè allora per i milioni di credenti a Medugorie no?

    Grato al Signore per quel che sono, ieri ero nell'ignoranza, ho fatto scelte sbagliate? ho fatto delle scelte in base a quel che sapevo, e quel che mi hanno insegnato, delle esperienze che ieri ho fatto OGGI non le farei più, semplicemente.

    Mi sono arrabbiato per quel che mi hanno fatto? molto! Mi sono scoraggiato? abbastanza! due strade si sono aperte davanti a me: sedevacantismo (tutto dico, TUTTO è sbagliato) via breve: entro a Verrua Savoia, faccio finta di essere nel 1920, e ogni mattina mi affaccio dalla finestra e grido per dieci minuti al mondo: modernisti, modernisti, modernisti, poi la richiudo e vado a dire la Messa ricordando Pio X come Papa regnante... che bello, eh!

    Oppure prendo atto della CRISI della Chiesa, rimango dove sono, CROCEFISSO con Cristo, e con umiltà mi metto a studiare, senza per-comprensioni, tutte le produzioni teologiche, ecclesiologiche degli ultimi 100 anni (perchè ricordiamoci che il Concilio è solo l'àcme della malattia) con l'aiuto di don Nitoglia, Mons. Gherardini, ecc, ecc. faccio mie le "luci" se pur deboli di Verità respingendo le "tenebre" dell'errore.

    Su Medugorie, vi inviterei a mantenere un atteggiamento almeno di rispetto, così come faccio io, di leggere i Messaggi ufficiali (http://www.radiomaria.it/documenti/dwnl.php?id=825, http://www.radiomaria.it/documenti/dwnl.php?id=185) integralmente e se ci sono dei messaggi che voi ritenete ambigui, ben volentieri, vi aiuterò, se lo volete, a comprenderli nel giusto modo. Di tutto il Circo che sta intorno all'evento ho già detto come la penso e non mi ripeto.

    Se no vi lascio in compagnia di Frère Michel, Barile, Mons.Gemma, e don Villa... che senza essere mai stati a M., senza aver letto TUTTI i Messaggi ufficiali, senza aver parlato con i veggenti, hanno capito TUTTO a quanto pare...

    Pax tecum

    RispondiElimina
  21. Carissimo Don Camillo allora potresti iniziare a toglierci un pò dell'ambiguità del fenomeno rispondendo alle 7 domande che ho posto nell'articolo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1. Possibile che la Madonna non abbia mai parlato della deriva dottrinaria della Chiesa negli ultimi 50 anni dal concilio in poi?
      --------------------------------------------------------------------
      Tu non puoi sapere cosa è successo all'indomani del messaggio 25 maggio del 2010... tra noi sacerdoti amici, e in Curia... cosa che difficilmente trapelano all'esterno, dopo la professione di fede modernista della Chiesa Conciliare per bocca del suo Capo B16: 12 maggio a Belem in Portogallo... lo stesso padre Livio non sapeva più cosa dire... fu un "attacco", o non so come definirlo esplicito al Papa.

      2. Possibile che la Madonna in 25 anni non abbia mai istruito i numerosissimi carismatici che il loro modo di pregare è protestante?
      --------------------------------------
      Insomma la preghiera è preghiera... e poi mica tutti i pellegrini che vanno a M., sono degli invasati&carismatici come Frère Michel, descrive... bisognerebbe andare per vedere, prima di giudicare in base alle foto o video, scelti, che non rappresentano la realtà quotidiana di quella parrocchia, perchè ricordo che i pellegrini sono un conto i parrocchiani ela parrocchia un altro...

      3. Possibile che la Madonna in 25 anni non abbia mai detto di Celebrare con il Messale di San Pio V ma permetta di celebrare con il Novus Ordo Missae?
      ---------------------------------------
      Ho già risposto

      Qui riportiamo un video di una Messa dei giovani in perfetto stile carismatico protestante.
      --------------------------------------
      Ma il Papa che fa, ai suoi raduni? e il Vescovo che dice? già c'è stracciamento di vesti perchè a M. si "disobbedisce al Vescovo" perche è contrario alle apparizioni, cosa si direbbe se la Madonna entra in merito a disposizioni pastorali&liturgiche che non sono di "sua competenza" MA SOLO DEL VESCOVO e del Papa romano in ultima analisi?

      Elimina
    2. 4. Possibile che la Madonna non corregga i vari testimoni che portano avanti questo fenomeno con varie contraddizioni? In questo articolo si parla del frate che svelerà i cosiddetti 10 segreti.
      --------------------------------------------------
      Mi sembrano solo dei processi sommari... dimmi esattamente cosa intendi! quale sarebbe il nesso tra Vassula Ryden e fr. Janko Bubalo? e poi fr. Janko non è veggente e non sarà veggente, sarà solo un portavoce...

      5. Possibile che la Madonna in 25 anni non abbia mai messo in guardia la gente dalla deriva post conciliare che ha preso la chiesa?
      ------------------------------------------
      14 aprile 1982: «Dovete sapere che Satana esiste. Egli un giorno si è presentato davanti al trono di Dio e ha chiesto il permesso di tentare la Chiesa per un certo periodo con l’intenzione di distruggerla. Dio ha permesso a Satana di mettere la Chiesa alla prova per un secolo, ma ha aggiunto: “Non la distruggerai”. Questo secolo in cui vivete è sotto il potere di Satana, ma – quando saranno realizzati i segreti che vi sono stati affidati – il suo potere verrà distrutto. Già ora egli comincia a perdere il suo potere e perciò è diventato ancora più aggressivo: distrugge i matrimoni, solleva discordie anche tra le anime consacrate, causa ossessioni, provoca omicidi. Proteggetevi dunque con il digiuno e la preghiera, soprattutto con la preghiera comunitaria. Portate addosso oggetti benedetti e poneteli anche nelle vostre case. E riprendete l’uso dell’acqua benedetta».

      6. E che dire di questo fatto documentato su uno scellerato che si è proclamato Papa?
      -----------------------------------------------------------------
      Quale è il nesso tra sto' pazzo coi pizzi e merletti, M. e i Messaggi?

      7. Infine pare che la Madonna sia venuta a completare Fatima, ebbene in 25 anni non si è visto neanche un barlume di ciò che la madonna ha detto di compiere a Fatima.
      --------------------------------------------
      25 agosto 1991: «Cari figli, anche oggi vi invito alla preghiera, ora come non mai, da quando il mio piano ha cominciato a realizzarsi. Satana è forte e vuole disturbare i miei progetti di pace e di gioia e farvi pensare che mio Figlio non sia forte in ciò che ha deciso. Perciò vi invito, cari figli, a pregare e a digiunare ancora più intensamente. Vi invito a qualche rinuncia per la durata di nove giorni, affinché con il vostro aiuto si realizzi tutto ciò che voglio realizzare secondo i segreti iniziati a Fatima. Vi invito, cari figli, a comprendere l’importanza della mia venuta e la serietà della situazione. Voglio salvare tutte le anime e presentarle a Dio. Perciò preghiamo affinché tutto quello che ho cominciato si realizzi completamente. Grazie per aver risposto alla mia chiamata».

      Nel 1960 aveva dato ordine a suor Lucia che il 3 messaggio fosse svelato, ecc..
      -----------------------------------------
      Fatima era una ammonimento al Papa e alla Chiesa, la NON Consacrazione da parte di Benedetto15 (successore di San Pio X, che fece rientrare in vaticano tutti i modernisti che San Pio X cacciò, tra cui Giovannone) della Russia ha causato MILIONI di morti, attenti a dire che il Papa più cattivone della storia fu P6.
      Circa poi il terzo segreto... capiamoci bene la terza parte dell'unico segreto è stato rivelato!, ma non è stata pubblicata la SPIEGAZIONE (che la Madonna da della terza parte) la famosa seconda busta che Suor Lucia consegnò insieme alla terza parte del Segreto. Si dice, con la scusa che erano SOLO allucinazioni della Suora da non tenere in considerazione. Ma chi lo può dire? Forse un giorno si saprà... forse... fino a quel momento preghiamo perchè avvenga la Consacrazione della Russia, che è stata fatta ma non secondo i desideri della Santa Vergine, così come sembra abbia detto suor. Lucia e aspettiamo di vedere il "tempo dei 10 Segreti" di M., magari si capirà tutto!.

      Pax tecum

      Elimina
  22. Ma don Camillo come posso ripettare ciò che per me, per la mia ragione non è vero?
    Ogni mattino recito "Mio Dio credo in tutto quello che voi a rivelato e la santa Chiesa ci propone a crdere".
    Le rivelazioni private sono altra cosa, quando ci sarà il pronunciamento sarà altra cosa, sebbene nella chiesa di oggi come ho scritto c'è posto anche per la gospa e a santi come don Giussani.
    Se è vero sono pronto a dire:Ho sbagliato!
    Ma oggi per me questo non fa parte della mia fede e della fede cattolica anzitutto.
    Ma lei ha mai pensato che davvero fosse tutto falso, come io pensavo che fosse tutto vero?
    Mi spiace ma le prove sono più contro che a favore di questo evento, inventare messaggi che possano sembrare cattolici non è difficile, guardi kiko arguello!
    secondo lei è cattolico?
    Per quanto riguarda chi crede in M. a me non cambia nulla io uso sempre carità e Misericordia, ma gli uomini dovrebbero guardare alle certezze non alle favole.(cfr 2tim 4,4)
    25 anni di questa tiritera, ma la Madonna non potrebbe dare un segno come a fatima e tutti si convincerebbero?
    Fatima fu credibile perchè accompagnato da un miracolo cui assistettero 70000 persone.
    Lourdes fece la stessa cosa.
    Perchè la Madonna non mette fine a questa diatriba, se non fossi sicuro di quel che dico direi che questo mette discordia tra di noi e ci divide, come il messaggio da lei citato e ciò mi convince che non viene dalla Madonna!
    Sempre suo in Cristo
    CVCRCI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Checcentra Kiko? anzi M. è L'ANTI Kiesa parallela di Kiko, se lo vuoi sapere!

      Che la Madonna ricordi che attraverso le TRADIZIONALISSIME via di santificazione (Santa Messa, SS.Rosario, Confessione e penitenza NELLA PROPRIA PARROCCHIA) si DEVE vivere e operare in parrocchia, dissolve in un attimo tutte le pretese autarchiche dei movimenti e Kammini del post-Concilio... infatti, Kiko NON vuole che le sue Komunità vadano in pellegrinaggio a M. non per essere obbedientissimi a B16, ma perchè teme che i suoi adepti riscoprano l'unica VIA certa della propria santificazione... altro che tripode!

      E SEGNI (3) li ha promessi... il che non significa che non ci siano dei segni anzi un segno permanente e sovrannaturale a M.... ma questo è utile ma non deve essere fondante per "credere" in Dio e per fare semplicemente i buoni cristiani, ORDINARI così come la Madonna chiede...

      Elimina
  23. Personalmente non credo a medjugorie e sono anche un "fans" di Don Villa, ma le posizioni di don Camillo sono tutte degne di rispetto.
    Ora solo per amor di verità bisogna tener presente un eventuale falsificazione dei fatti ad opera di Don Villa, perchè se come dice Don Camillo è vero, sarà necessario prendere le dovute distanze da Don Villa.
    La verità ci farà liberi ed è per questo che frequento questo blog, perchè i suoi 2 curatori vogliono cercare la verità senza pregiudizzi.

    RispondiElimina
  24. Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire a me sembra che lei rigiri un pò quello che si dice.
    Io ho paragonato i messaggi di M. come qualunque altro messaggio di uomini di chiesa, perchè BVI dice uccidetevi, odiatevi o cose simili?No certamente ma molto spesso non pral della Verità!
    Invece il segno, visto che non si tratta di dogmi è necessario per stabilire con certezza che il messaggio vien da Dio.
    Ripeto come per Fetima!!!
    25 mi sembranio un pò tantini....
    Mi prenederò cura di contattare don Villa.
    CVCRCI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefano carissimo, siamo uniti dal "santo tormento" quello che ci porta a cercare la Verità.
      Nel dubbio: Carità!

      Elimina
  25. Mi permetto molto umilmente di non essere d'accordo sulla vostra inchiesta.
    Per due motivi:
    -la vostra inchiesta accusa (!) la Madonna di non suggerire la Messa antica;
    -accusate la Madonna di non denunciare le derive conciliari;
    -assimilate il fenomeno Medjugorje al movimento carismatico.
    Per quanto riguarda il punto primo, la Madonna non può sostituirsi ai preti perchè non può interferire con competenze che sono proprio della gerarchia.La Madonna a Fatima chiese che nel 1960 fosse pubblicato il terzo segreto, la gerarchia la ascoltò? E se oggi la Madonna suggerisse la celebrazione della Messa antica sarebbe ascoltata?
    Secondo punto.Le derive conciliari.Tutti sanno che il messaggio di Medjugorje ruota intorno a cinue punti: rosario,digiuno,lettura della sacra scrittura,confessione mensile e Messa.Come si vede è un programma che più cattolico non può essere.Nei suoi tanti messaggi la Madonna invita a riscoprire la confessione e il rosario, ebbene il fatto che la Madonna invita a ritornare su determinati punti della prassi cattolica non è una implicita accusa a certe derive conciliari ? E poi sfido chiunque a trovare un messaggio della Madonna che approvi o che lodi il concilio.
    Terzo punto.A Medjugorje TALUNI pregano da carismatici, ma non tutti, infatti posso dirlo con la massima tranquillità che io la comunione in ginocchio lo scoperta a Medjugorje, per questo quando l'ho rifatta nella Messa antica vi ho visto una piacevole similitudine...quindi a Medjugorje si prega anche da cattolici: adorazione al SS.Sacramento silenziosa, lunghe file ai confessionali, rosario, comunione fatta in ginocchio...
    Voglio concludere il mio umile e modestissimo parere:
    -non assimilate Medjugorje al movimento carismatico;
    -non scandalizzate i tanti fedeli di Messe antiche che pure simpatizzano per Medjogorje, altrimenti rischiamo un autogol e un'emorragia di fedeli non indifferente.Per esempio il nostro gruppo stabile che ha ottenuto la Messa antica è composto per due terzi da fedeli "medjugoriani".
    Non dimenticatevi infine che i più acerrimi nemici di Medjugorje sono i modernisti e gli atei, questo non vi dice niente?
    Grazie per chi ha avuto la pazienza di leggere questo mio umile commento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace dirlo ma il suo è un commento che non conclude e direi quasi assurdo.
      Che la Madonna non debba dire della Messa non è vero, forse che le cose si dicono solo se sono ascoltate?
      Che ragionamento è questo, così anche l'annuncio della salvezza non avrebbe più senso!
      La comunione in ginocchio non è una piacevole similitudine deve essere un dovere!
      I carsimatici sono portati alle visioni, quindi questo aspetto non è da sottovalutare essi tendono ad esaltare gli stimoli che potrebbero indurre a volte a visioni, anche qui nel mio paese c'è chi ha parlato con la Madonna tra loro.
      Che poi a M. ci siano cattolici chi lo nega?
      Che lei vada alla Messa VO e M. forse gli è stato imputato di non essere cattolico?
      Ma ciò è valido a maggior ragione per chi non ci crede ed il fatto che i modernisti sono nemici di M. è perchè sono nemiici della madonna in sè non nell'evento M.
      Infine lei tocca iul tasto più dolente della questione:"emorragia di fedeli".
      Perchè se M. non dovesse essere riconosciuta teme una deriva della Fede per questi megiugoriani?
      Anche lei è tra questi?
      Beh allora su quale fede era fondata la loro!
      Non servono a Cristo 6 miliardi di finti cattolici, ne bastano pochi veri!!!!!
      Emorragia di fedeli.
      E' incredibile in che modo si cerchino fedeli per annoverarne un numero maggiore è proprio dello spirito ecumenico, tutti dentro basta si creda a qualche cosa.
      Ma questa non è la FEDE CATTOLICA!
      Riempiamo le chiese di atei, modernisti, protestanti, magiugoriani, tradizionalisti, animisti, tutti insieme appassionatamente, forse per questo Cristo ne sarebbe contento?
      Oh insensati galati chi vi ha ingannati?
      Però purtroppo proprio per questo motivo, che Dio non voglia, questa gerarchia epproverà anche questa falsità, altrimenti si rischia un'emorragia di fedeli!
      CVCRCI

      Elimina
  26. Brevemente:
    1 Don Camillo dica, quando scrive di essere un sacerdote vero, perchè il web è pieno di gente che non è quella che dice di essere...

    2 Da sacerdote lei è guida delle anime, le anime a lei affidate sono tutte sotto la sua responsabilità, non le spinga a frequentare luoghi ambigui...se si dovessero perdere lei sa cosa accadrebbe...

    3 I Vescovi Zanic e Peric hanno già condannato il fenomeno, lei deve prenderne atto e agire di conseguenza e non fare pubblicità alla gospa come se tutto fosse vero, solo perchè a lei personalmente quei dieci milioni di messaggini piacciono...Il cattolicesimo non è un opinione personale. Si fa quello che dicono i capi, i capi hanno parlato e condannato...

    3 Prenda atto delle considerazioni che gli anonimi di sopra giustamente le hanno fatto sul discorso dei figli di Maria...il secondo anonimo le ha citato il catechismo della chiesa cattolica moderna, abbia almeno la pazienza di leggerlo.
    4 Per cortesia lei come pastore di anime non si faccia fregare, proprio lei, dal demonio...

    La saluto in Gesù e Maria

    RispondiElimina
  27. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  28. 1. E' evidente che lei frequenta da poco tempo questi blog e che non ha letto tutti gli interventi, Annarita ha già confermato le mie credenziali, e poi se mi chiamo con un "don", ci sarà pure un motivo.

    2. Come si permette a dire una cosa del genere? ci conosciamo?

    3. Il Vescovo di M. non è più competente in materia, non lo sa che ORA c'è una commissione pontificia?

    3. A sì? a me non mi pare... comunque giusto per rafforzare il discorso sopra le riporto una citazione di un noto autore Cattolico (magari ance questo per lei è modernista, chissà) circa la (retta) coscienza evocata nel messaggio di M. sopra citato.

    La coscienza « è una legge del nostro spirito, ma che lo supera, che ci dà degli ordini, che indica responsabilità e dovere, timore e speranza. [...] Essa è la messaggera di colui che, nel mondo della natura come in quello della grazia, ci parla velatamente, ci istruisce e ci guida. La coscienza è il primo di tutti i vicari di Cristo »
    John Henry Newman, Lettera al Duca di Norfolk, 5: Certain Difficulties felt by Anglicans in Catholic Teaching, v. 2 (Westminster 1969) p. 248

    4. ... e aggiungo: "Chi sta in piedi veda di non cadere", ma questo vale sia per me che per lei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Don camillo, Don camillo la coscienza è l'atto con cui si agisce di natura, quando si conoscono le cose non si agisce più di coscienza ma secondo la retta ragione, cui la coscienza si conforma (Cum alio scientia), la nostra Fede non si basa dunque sulla coscienza ma sulla conoscenza, principalmente gli articoli di fede che fungono "come quasi da principi".
      Per favore don Camillo la coscienza non è una legge, semmai essa attua una legge ma come ripeto questo non può sussistere secondo la conoscenza della legge formale.
      Don camillo Don Camillo nel 2010 è stata costituita la commissione i Vescovi hanno avuto la loro competenza prima.
      E poi le credenziali......
      Sei Lei è Don tanto basta per noi!
      Infine lei dice:ma ricordate come han detto i due Anonimi, non fate altro che far disgustare e allontanare i buoni credenti dalla (vostra?) Tradizione... Dio non lo voglia...

      Cosa c'entra M. con la Tradizione e noi chi disgusteremmo? ammettiamo la Chiesa (cosa che purtroppo non avverrà) non riconosca il soprannaturale, il nostro atteggiamento è risultato più prudente di quello vostro che avete invece fomentato a credere una cosa non vera, che peccato si configura in questo caso?
      Se invece fosse vero, io obbedirei, certamente senza l'obbligo di andare, non è un dogma di fede.
      Eh la prudenza grande Virù, aspettiamo il pronunciamento, sebbene come detto scontato,altrimenti ci sarebbe "un'emorragia di fedeli", penso a Brosio per esempio!
      CVCRCI

      Elimina
    2. Sì hai ragione, però mi riservo di approfondire la questione di quell'unico Messaggio in cui trovo un po' difficoltà anche io, anche se "De Fiores" (senza aver letto cosa pensa di questo Messaggio in particolare) ha detto che sono tutti fino ad ora accettabili per la fede Cattolica, mi riservo di chiedere ad un amico prete la cui Cattolicità è indiscussa da tutti.

      Elimina
    3. Il punto 3 riportato dal don è superficiale ed inesatto, la competenza del vescovo di M. non può essere esautorata da una commissione di indagine qual'è quella presieduta da Ruini. Detta commissione riferirà alla Congregazione per la dottrina della Fede alla quale spetterà una decisione finale che comunque non potrà non tenere conto del parere negativo espresso da due vescovi.I poteri episcopali sono chiari e ben legiferati, vedi il "Direttorio per il ministero pastorale dei vescovi "apostolorum successores" ed anche le ”Norme della Congregazione per procedere nel Giudizio delle Apparizioni e Rivelazioni Presunte”, del 1978 dove i poteri del vescovo di fronte a presunte apparizioni appaiono importanti, se non addirittura decisivi.
      Patrizia

      Elimina
  29. @ a.rita & company

    Mi corre l'obbligo di scusarmi per l'accaduto, non era nelle mie intenzioni provocare il disguido. Raramente scrivo al di fuori di Tradizione.biz, se ritenete che il mio intervento sia stato a sproposito tolgo il disturbo e non scriverò più in questo blog. Tengo solo a chiarire alcuni punti per "diritto di replica" ( espressione in voga che non mi piace ma la sfrutto lo stesso), poi come sono entrato così vado via in punta di piedi o quasi.
    1) Che don Camillo fosse un prete non lo sapevo, ho creduto fosse un utente come altri con il nick name in omaggio al mitico ( quello si che era un prete con "i numeri") personaggio di Guareschi, personalmente ho un rispetto reverenziale verso i preti proprio per la loro natura "soprannaturale", soprannaturale perchè... Dio gli ubbidisce: dice due parole e Nostro Signore scende dal cielo ( per dirla con le parole del S. Curato D'Ars). Essi sono Alter Christus, e va tutto il rispetto. Mi scuso quindi con don Camillo; se però desse ( non a me ma a quanti lo leggono) la certezza che è un "vero" prete e non un mistificatore allora molti gli saranno grati.
    2) E' in malafede chi a tutti i costi vuole rifilare una bidonata, se voi su questo blog postate articoli atti a smascherare la "TRUFFA" di Medjugorje, non si capisce perchè prendete e accettate per buono uno che scrive che i messaggi ufficiali della "Madonna" sono un'esclusiva di "radiomaria", fino a prova contraria la voce ufficiale è e resta la Santa Madre Chiesa. ( Sveglia! ormai neanchè qui a Napoli vanno più di moda ne il gioco delle tre carte ne i pacco paccotto e contropaccotto)
    3) Non ho postato 50 commenti ma un solo articolo che per la sua lunghezza il blog non ha consentito l'inserimento in un unico foglio, così ho pensato di dividerlo in più parti, ciò solo credendo di fare cosa utile e gradita a chi seguiva la discussione e che alla fine tutti potessero tranquillamente commentare (non vedo alcuna difficoltà). Nessun monopolio quindi, nessuna arroganza ne "menefreghismo" (data l'ora tardi non ho potuto dare spiegazioni )e poi (mi permetto di consigliare di rivedere i parametri della finestra dei commenti aumentando i numeri di caratteri d'inserimento)... del mio operato non devo dare conto a nessuno, ne sono un MALEDUCATO, ne tanto meno MATTO... sia ben chiaro.

    Ribadisco l'accecamento di quanti sono convinti che a Medjugorje operi la mano di Dio, non mi resta che pregare per loro.
    Scusate se ieri sono stato prolisso, da uomo del glorioso e martoriato Sud quale orgogliosamente sono e che per la fede in Cristo si fanno ammazzare, vi saluto tutti.
    BlaisePascal

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Blaise,
      ti è mai capitato che qualcuno entrasse in Tradizione.biz inserendo un post lungo un chilometro, oppure diviso in 50 parti staccate, e gli amministratori non lo abbiano censurato, non per l'argomento in sè, ma per la modalità di intervento? Come fa a sembrarti normale quello che hai fatto?...Come puoi dire che non capisci la difficoltà a commentare una tale mole di post immessi in un discorso già iniziato?

      Cerco di spiegarti la differenza: un conto è mettere un articolo, anche molto lungo, che si può commentare riportando fra virgolette la frase che si intende commentare; un conto è inserirlo dentro i commenti, con il sistema di risposta sottostante, per cui si crea una dispersione di risposte pazzesca, da far diventare matti nel tentare di leggere e di tenere il filo del discorso....

      Senza considerare che nel contegno da tenere in un blog c'è anche il discorso della lunghezza di quello che si posta: non si può inserire un ARTICOLO INTERO dentro i commenti. Non si fa. Bastava mette l'inizio del testo, aggiungeno sotto il link per chi desiderava andarsi a leggere tutto il documento. Un blog ha anche bisogno di una certa snellezza di lettura, per poter procedere all'intervento di tutti.

      Non è che devi "togliere il disturbo", si tratta di rientrare in alcune regole semplicissime di equità verso gli altri bloggers. Voglio dire che se a tutti fosse venuto in mente di postare un articolo intero fra i commenti, sarebbe stato da spararsi in testa!....Credo sia chiaro il motivo.
      Per il resto mi scuso per l'impulsività con cui ho commentato la cosa (che mi ha lasciato letteralmente senza fiato!), e spero che supereremo questa vicenda.

      Elimina
    2. Nessun problema la vicenda per me è già archiviata.
      Perseguiamo lo stesso scopo, quello di difendere la vera fede cattolica.

      A noi la battaglia a Dio la gloria!

      Elimina
    3. LAUS DEO, fratello mio!
      :-)

      Elimina
  30. I messaggi ufficiali sono raccolti dalla Parrochia di M. , questi riportati sono quelli che studia la pontificia commissione. Nonostante non condivida la teologia di padre Livio, ritengo tutti i documenti da lui riportati ufficiali e degni del massimo valore.

    RispondiElimina
  31. Scusate l'errore ho saputo adesso, grazie ad Annarita, che Brosio non si è convertito a M., buon per lui.
    CVCRCI

    RispondiElimina
  32. Come Gavazzi???? Brosio è medjugoriano, più volte lo ha affermato lui stesso nei vari documentari su medjugorie che si sono avuti in tv, sono sicuro che se lo cerchi su youtube lo trovi senza problemi.

    RispondiElimina
  33. Mah, a me sembra che testualmente nei messaggi attribuiti alla Madonna venga chiaramente detto che le religioni NON SONO uguali. Ma gli uomini, sì. E vorrei vedere chi può negarlo che davanti a Cristo gli uomini non siano uguali. Come è citazione evangelica che a chi è stato dato di più sarà chiesto di più (dunque ai cattolici e verso i tradizionalisti Di sarà esigentissimo...). Che la Madonna si consideri madre di tutti cosa c'è di errato? Non è madre di Dio che è padre di tutti? La madonna invita i cattolici a stare insieme ai credenti di altre religioni. E allora? MI spiegate come si fa ad evangelizzare se non si sta insieme a qualcuno. Voi tradizionalisti (per quanto avete moltissime ragioni) ve ne state appartati nelle tende con il Signore come sul Tabor, e non volete immischiarvi con gli altri imitando in questo proprio i giudei. I messaggi invitano all'atteggiamento caritatevole senza il quale come volete evangelizzare? Con la frusta, con l'obbligo di una religione di Stato, con il carcere?

    Avete molte ragioni circa la crisi della Chiesa ma in questo atteggiamento fustigatorio sbagliate di brutto.

    RispondiElimina
  34. Per favore, Don Camillo, potrebbe postare qualche frase del discorso modernista di BXVI in Portogallo?
    Poi vorrei sapere, leì è tradizionalista o opera nella Chiesa regolare? I suoi commenti mi sono sembrati particolarmente sensati e prudenti.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.