Per la maggior Gloria di Nostro Signore cerchiamo persone disponibili ad eventuali Traduzioni da altre lingue verso l'Italiano. per chi si rendesse disponibile puo' scrivere all'indirizzo Mail: cruccasgianluca@gmail.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

lunedì 27 febbraio 2012

L'ecumenismo di Benedetto XVI...

Numero CCXLI www.dinoscopus.org  

      25 Febbraio 2012

L'ecumenismo di Benedetto - I

Pochi anni fa, in Germania, è apparso uno studio prezioso sull’ecumenismo conciliare, scritto da un certo Dr. Wolfgang Schüler. In “Benedetto XVI e l’auto-comprensione della Chiesa cattolica” egli sostiene che l’ecumenismo sorto dal Vaticano II ha trasformato la comprensione che la Chiesa ha di se stessa, e con una serie di citazioni testuali, egli prova che Joseph Ratzinger, come prete, Cardinale e Papa, ha promosso in maniera consistente questa trasformazione, dal Concilio fino ad oggi. Né si è vergognato di averlo fatto.

In ordine logico – ci vorrà più di un “Commenti Eleison” – vedremo qual è la visione che la vera Chiesa ha di se stessa, e quindi, con l’aiuto del Dr. Schüler, come questa sia cambiata a partire dal Concilio e come Benedetto XVI abbia promosso in modo consistente tale cambiamento. Infine trarremo le conclusioni che ne emergono per i cattolici che desiderano mantenere la vera fede.

La vera Chiesa cattolica ha sempre considerato se stessa come un tutto organico, una società unica, santa, cattolica e apostolica, composta da esseri umani uniti dalla Fede, dai sacramenti e dalla gerarchia romana. Questa Chiesa è talmente una che nessuna parte può staccarsi o andar via da essa senza cessare di essere cattolica (Cf. Gv XV, 4-6). Per esempio, quella Fede che è l’elemento primario del credente cattolico non può essere considerata in maniera frammentaria, ma dev’essere assunta o tutt’intera (almeno implicitamene) o niente. Questo perché è per l’autorità di Dio, che ha rivelato gli articoli della Fede cattolica, che io credo in essi, tale che se non credo in uno solo di tutti questi articoli non faccio altro che rigettare la Sua autorità, così che anche continuando a credere in tutti gli altri articoli il mio credo non poggerà più sull’autorità di Dio, ma solo sulla mia scelta.

Infatti, la parola “eretico” deriva dal greco hairein, “scegliere”, perché il credo di un eretico è ormai una sua mera scelta, egli ha perso la virtù soprannaturale della fede, così che se rifiuta anche un solo articolo di Fede, egli non è più cattolico. Una famosa frase di Agostino recita: “in molto sei con me, in poco non lo sei, ma per quel poco che non lo sei, quel tanto che lo sei non ti è di alcuna utilità”

Ad esempio, un protestante può credere in Dio, può anche credere nella divinità dell’uomo Gesù di Nazareth, ma se non crede nella Presenza Reale di Dio, in Corpo, Anima e Divinità, sotto le specie del pane e del vino dopo la consacrazione della Messa, egli ha un concetto profondamente diverso e manchevole dell’amore di Gesù Cristo e del Dio in cui crede.
Si può dire quindi che un vero protestante e un vero cattolico credono nello stesso Dio? Il Vaticano II dice che si può e costruisce il suo ecumenismo sulla base di presunte credenze più o meno condivise tra i cattolici e tutti i non cattolici.
Al contrario, il Dr. Schüler, con una serie di confronti, illustra che ciò che pur appartenendo a due credi diversi può sembrare una stessa credenza, non lo è affatto. Ecco un esempio: le molecole di ossigeno unite all’azoto sono sempre le medesime come quando sono unite all’idrogeno, ma vi è una bella differenza nei due casi: nell’uno è l’aria che respiriamo (O + 4N), nell’altro è l’acqua che beviamo (H2O)!
Continuate a seguire.
Kyrie eleison.
Londra, Inghilterra 25 febbraio 2012

6 commenti:

  1. Dietro le apparenze, Benedetto XVI è pure peggio del predecessore. L'immagine classica di Chiesa data da mons. Williamson nasce da un modo di ragionare pulito che oramai è inesistente nella "Chiesa cattolica conciliare". Si tratta realmente di una "chiesa altra", con "il suo culto, i suoi preti, una sua teologia...." (mons. Lefebvre).

    Paradosi

    RispondiElimina
  2. Meglio di "La sai l'ultima?"27 febbraio 2012 20:06

    Che barzellettari!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando non si capisce di cosa si parla si ridicolizza per non sentirsi fuori gioco.
      Questo lo sai, no??

      Io, più passa il tempo, più mi rendo conto che mons. Lefebvre (che ebbi l'onore d'incontrare più volte) era un vero uomo di Chiesa nel senso più bello e pieno del termine.

      I barzellettari sono quelli che, da un lato professano a parole la fede in Cristo (papa attuale compreso), e dall'altro baciano i Corani (il papa polacco, pure santo!) o fanno i congressi di Assisi continuando a dichiarare che la fede degli Ebrei attuali è una fede da fratelli maggiori.

      Questi sono i barzellettieri.

      Ma siccome non la capite, non la vedete, non la potete accettare, accusate chi è coerente.

      Buonanotte!!!!!!!!!!

      Elimina
  3. Ho,hic, bevuto, hic, un poco, hic, ma solo un poco, hic !
    abbiate pazienza, hic ! sono capitato qui, hic, e volevo dire, hic, qualcosa, hic !

    anonimo Meglio di "La sai l'ultima?"

    RispondiElimina
  4. Assolto S.E. Mons.WILLIAMSON

    http://www.tradizione.biz/forum/viewtopic.php?f=3&t=20490&p=236463#p236463

    Il Signore non abbandona mai nelle prove!
    BlaisePascal

    RispondiElimina
  5. Ma com'è emblematica la foto di papa Ratzinger coi rappresentanti di altre religioni e fedi !

    Com'è bello per l'ecumenista vedere così tutti loro sullo stesso piano !

    Fossi neocatecumenale mi ribellerei comunque, poichè mettere sullo stesso piano ebraismo talmudico ed islam è ignobile, poichè per il neocatecum. ebraismo talmudico è la sorgente del suo credo in sincretismo con il cristianesimo luterano praticato. L'islam viene quindi aborrito.

    Ma si sa che Ratzinger è abilissimo nel far accordare tutti sotto lo stesso vessillo (che non è quello di Cristo Re), quindi intruppiamoci con gioia tutti insieme...ciascun con la sua fede verso il fulgido sol dell'avvenire universale.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.