Per la maggior Gloria di Nostro Signore cerchiamo persone disponibili ad eventuali Traduzioni da altre lingue verso l'Italiano. per chi si rendesse disponibile puo' scrivere all'indirizzo Mail: cruccasgianluca@gmail.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

mercoledì 1 febbraio 2012

"Bisogna conquistare anime a Gesù Cristo. Agli sforzi infernali per strappare le anime a Gesù Cristo, opporremo lo zelo e la dedizione dell'amore". Ecco cosa ha fatto Marcel Lefebvre con il suo ardentissimo zelo per Dio: ha salvato la Messa di sempre e il Sacerdozio cattolico dal modernismo strisciante che ha preso sede nella Chiesa odierna. Così rispondiamo al blog "Cordialiter".

"Bisogna conquistare anime a Gesù Cristo"

Le sette insegnano l'edonismo, il materialismo e il più gretto egoismo; noi vi opporremo la ricerca della totale abnegazione, il vigore della perfezione interiore e una incessante mortificazione in ogni cosa, per quanto sarà possibile; vi opporremo un amore generoso della croce, lo spirito di sacrificio, d'unione a Gesù immolato, che non è altro che lo spirito stesso del cristianesimo; vi opporremo una squisita purezza, le caste delicatezze della verginità, l'oblio dei nostri interessi personali, e infine, l'intero sacrificio di noi stesse per la maggior gloria di Dio. [...]

Bisogna conquistare anime a Gesù Cristo. Agli sforzi infernali per strappare le anime a Gesù Cristo, opporremo lo zelo e la dedizione dell'amore. Quanto sbaglierebbe l'anima che venisse a cercare in questo Istituto esclusivamente la propria perfezione! Una Figlia del Cuore di Gesù deve essere non solo un altro Gesù Crocifisso per lo spirito di sacrificio e di volontaria penitenza, o come un altro Gesù Ostia per lo spirito di oblazione e di immolazione perpetue, ma deve essere anche un altro Gesù Redentore compiendo in se stessa «ciò che Gesù Cristo deve soffrire in noi, per la formazione del suo corpo che è la Chiesa», per le stesse intenzioni del sacrificio di Nostro Signore, che sono la gloria di Dio e la salvezza delle anime. «Questa umile Società non è fondata soltanto per la salvezza e la santità dei suoi membri, ma perché i suoi membri si adoperino, con l'aiuto della grazia e con tutte le loro forze, alla salvezza delle anime, per il servizio dei sacri interessi del Cuore di Gesù, della santa Chiesa e del Sacerdozio cattolico, per mezzo della preghiera, del sacrificio, della diffusione della devozione verso il Cuore adorabile di Gesù e verso la Vergine Immacolata, Regina e ausiliatrice della Chiesa».

CAMMINO NEOCATECUMENALE, SETTA CHE ALLONTANA DAL VERO DIO...

E come potremo noi dal profondo della nostra miseria elevarci a cose tanto sublimi? Sorelle faremo tutto per mezzo di Gesù Cristo; mediante la nostra unione al suo Cuore e al suo sacrificio, l'offerta dei suoi meriti infiniti e del preziosissimo calice del suo Sangue adorabile. Faremo tutto per Maria, l'Associata al divin sacrificio, per la quale venne sempre l'aiuto divino alla Chiesa contro i suoi nemici, e che, dopo aver annientato tutte le eresie, distruggerà certamente anche la grande apostasia sociale dei tempi presenti» [...].

E poiché ad ogni errore è seguito sempre il trionfo spirituale di ciò che esso combatteva, è certo che la Chiesa godrà in futuro di una meravigliosa fioritura di Ordini religiosi e di uno splendido risveglio di vita cristiana. O Sorelle! ... umiltà profonda, ma fiducia illimitata; abbandono senza riserva all'azione della grazia, perché «poche anime comprendono ciò che Dio opererebbe in esse, se si abbandonassero completamente nelle sue mani e lasciassero agire la grazia divina».

Capirete facilmente come un Istituto che ha simili scopi, non può accettare anime ripiegate su se stesse, meschine, pusillanimi, che cercano le dolcezze della pietà, invece di cercare il sacrificio e la perfezione; esso ha bisogno di anime generose, ardenti nell'immolazione, dimentiche di se stesse e soprattutto piene di quella dedizione amorosa che va dritta al Cuore del Diletto!

[Brano tratto dalla lettera circolare dell'8 dicembre 1882 della Beata Maria Deluil-Martiny, zelantissima Fondatrice delle “Figlie del Cuore di Gesù”]

"Bisogna conquistare anime a Gesù Cristo. Agli sforzi infernali per strappare le anime a Gesù Cristo, opporremo lo zelo e la dedizione dell'amore". ECCO CIO' CHE HA FATTO MONSIGNOR LEFEBVRE...








DALLA LETTERA SCRITTA A GIOVANNI PAOLO II...
"E’ vitale per la Chiesa affermare, tramite il sacrificio della Messa che vi è salvezza unicamente per il sacrificio di Nostro Signore, solo Salvatore, solo Sacerdote, solo Re. La religione cattolica è la sola vera le altre religioni sono false e trascinano le anime nell’errore e al peccato. Solo la religione cattolica è stata fondata da Nostro Signore Gesù Cristo quindi non ci si può salvare che per essa. Da ciò si deduce la necessità per tutte le anime di un battesimo valido e fruttuoso che le renda membra del Corpo Mistico di Nostro Signore. Da ciò proviene l’urgenza della Regalità Sociale di Nostro Signore iscritta nelle costituzioni per proteggere le anime cattoliche contro i pericoli dell’errore e del vizio e favorire le conversioni per la salvezza delle anime."
----------------------------------------------
... So benissimo che certi fedeli che frequentano le cappelle lefebvriane fanno “caciara” sui blog usando un linguaggio simile ai sedevacantisti, ma è proprio per questo motivo che bisogna aiutare la FSSPX a farle capire che quei personaggi bisogna “metterli in riga”...
INTANTO CHE ATTENDIAMO DI ESSERE MESSI IN "RIGA" RISPONDIAMO A  CORDIALITER...


Cordialiter, il blog sulla Tradizione Cattolica

A Dio spiacenti ed ai nimici sui”, ossia i timidi, i mediocri, gli indifferenti che condussero una vita “sanza infamia e sanza lodo” (Dante, Inf., III, 21 ss.).







"Roma ha perso la fede, cari amici, Roma è nell'apostasia. Queste non sono parole, non sono parole (sparate) in aria che vi dico, è la verità! Roma è nell'apostasia. Non si può più dare fiducia a questa gente. Hanno abbandonato la Chiesa, abbandonano la Chiesa, e sicuro, sicuro, sicuro..."
Mons. Marcel lefebvre

 -------------------------------------

Nell'apprezzabilissimo Blog CORDIALITER sono apparsi degli articoli dell'autore, che criticano le posizioni, di alcuni Blog, prive di compromesso con la Gerarchia attuale della Chiesa, definendoli "pseudo tradizionalisti, al limite del sedevacantismo, che seminano rabbia, delusione, sconforto, amarezza" ed infine etichettati come "Lefebvriani", come se seguire l'insegnamento del grande e Santo Vescovo Lefebvre fosse pericoloso o disdicevole. Ebbene noi di questo Blog ci possiamo tranquillamente definire con orgoglio "LEFEBVRIANI"... e perché? Perché definirsi in tale modo significa definirsi autenticamente Cattolici, pur con i propri limiti. Sarebbe stato anche utile che l'autore degli articoli, come anche l'inconsistente Sacerdote anonimo, avessero messo un elenco di questi cosiddetti "Blog disfattisti" oppure, dato che esistono le Mail, che l'autore del Blog CORDIALITER contattasse gli autori disfattisti di questi Blog, per avere con loro uno scambio di opinioni, ma purtroppo questo non è avvenuto.
Chiaramente noi ci siamo sentiti tirarti in ballo, dato che proponiamo molti scritti e le immagini di Monsignor Lefebvre. Ma ora veniamo all'inconsistente sacerdote anonimo che afferma:

"Buongiorno,
                       non so chi sia lei, ma condivido al 100% la sua risposta al lettore scandalizzato da siti pseudo-tradizionalisti visitando i quali ...“si rimane amareggiati, sconfortati, delusi, arrabbiati e demoralizzati. Insomma, quei siti non fanno altro che seminare disfattismo e scoraggiamento tra i fedeli. C'è modo e modo di denunciare i misfatti dei modernisti.”.


Fanno del male alla buona causa, è fuor di dubbio. Uniamo le forze per mettere in guardia gli incauti fedeli che si lasciano attirare da una foto di mons. Lefebvre, pensando di combattere la buona battaglia, mentre in realtà fanno il gioco del nemico. Mons, Lefebvre non ha mai usato quei toni e quei modi di fare.


La saluto, in Christo Jesu.
(Lettera firmata)"

Per prima cosa si potrebbe dire a questo Prete di mostrare pubblicamente la sua faccia come facciamo noi; secondo: se Lei Prete anonimo, come anche altri, facesse il Suo dovere di denunciare le attuali ed autentiche eresie moderniste della Gerarchia, mettendo in guardia il gregge e consigliandolo di starsene lontani dai loro insegnamenti perversi, noi probabilmente non avremmo avuto bisogno neanche di aprire il nostro Blog, ma dato che molti Sacerdoti se ne stanno rintanati sotto una cappa di falsa obbedienza a questa apostata Gerarchia attuale, parliamo noi semplici fedeli, se non altro per difendere la nostra Fede che nessuno, neanche il Pontefice, ha il diritto di toglierci..Terzo: si potrebbe chiedere a questo Prete se celebra il modernista rito del "Novus Ordo Missae" o solo il Rito Antico, oppure tutti e due, come se niente fosse. In realta' siamo noi a rimanere "amareggiati, sconfortati, delusi, arrabbiati e demoralizzatidall'atteggiamento di questi Preti che dicono e non dicono e mettono i piedi in due staffe.
Lei dice: "C'è modo e modo di denunciare i misfatti dei modernisti". Ci spieghi lei, dato che in realtà non dice niente di concreto, come si può' fare:  forse standosene zitti come fa Lei? ASSOLUTAMENTE NO.

"Fanno del male alla buona causa, è fuor di dubbio" Ci spiega quale sarebbe la Sua "buona causa"? Forse ottenere favori da questa Gerarchia modernista, tacendone con omertà i misfatti, per non compromettersi agli occhi della stessa? Ebbene noi non lo facciamo.
In ultimo lei dice:"Uniamo le forze per mettere in guardia gli incauti fedeli che si lasciano attirare da una foto di Mons. Lefebvre, pensando di combattere la buona battaglia, mentre in realtà fanno il gioco del nemico. Mons. Lefebvre non ha mai usato quei toni e quei modi di fare". Caro Prete anonimo, sappia che noi sotto ad ogni foto di Monsignor Lefebvre mettiamo sempre un suo pensiero o discorso, pensando così di portare alla luce i Suoi insegnamenti, che nessuno ormai diffonde più.
Caro Prete anonimo, ci dica: forse che questo dire di Monsignor Lefebvre non è in linea con la nostra posizione? Forse Lei non ha mai letto un suo discorso e così si spiega la Sua affermazione, che si potrebbe definire in un solo modo: IGNORANZA.


Fideliter n°66 Setembre Ottobre 1988


"Riguardo alla ripresa dei contatti con Roma. Porrò la questione sul piano dottrinale:"Siete d'accordo con le grandi encicliche dei Papi che vi hanno preceduto? Siete d'accordo con "Quanta Cura" di Pio IX, "Immortale Dei" e "Libertas" di Leone XIII, "Pascendi" di San Pio X, "Quas primas" di Pio XI, "Humani Generis" di Pio XII. Accettate ancora il giuramento antimodernista? Siete ancora per il Regno Sociale di NSGC? Se non accettate la dottrina dei vostri predecessori è inutile di parlare. Finche non avrete accettato di riformare il Concilio considerando la dottrina di questi Papi che vi hanno preceduto nessun dialogo è possibile. E’ inutile. Cosi le posizioni sono più chiare." (Conferenza tenuta al ritiro sacerdotale a Econe il 4 settembre 1987 "Sous la Banniere" n.133 ottobre 2007 p.4)


"Bisogna tenere, assolutamente tenere, tenere ad ogni costo. E adesso vengo a quello che senza dubbio vi interessa; ma io dico: Roma ha perso la fede, cari amici, Roma è nell'apostasia. Queste non sono parole, non sono parole (sparate) in aria che vi dico, è la verità! Roma è nell'apostasia. Non si può più dare fiducia a questa gente. Hanno abbandonato la Chiesa, abbandonano la Chiesa, e sicuro, sicuro, sicuro. L'ho riassunto al cardinale Ratzinger in poche parole, perche diciamo che è difficile di riassumere tutta questa situazione; ma gli ho detto: "Eminenza, veda, anche se Voi ci accordaste un vescovo, anche se Voi ci accordaste una certa autonomia rispetto ai vescovi, anche se Voi ci accordaste tutta la liturgia del 1962, se ci accordaste di continuare i seminari della Fraternità, come lo stiamo facendo ora, noi non possiamo collaborare, e impossibile, impossibile, perche lavoriamo in due direzioni diametralmente opposte: Voi lavorate alla decristianizzazione della società, della persona umana e della Chiesa e noi invece lavoriamo alla cristianizzazione. Ecco che non ci si può capire.
Allora gli ho detto: Per noi il Cristo è tutto; Nostro Signore Gesù Cristo è tutto è la nostra vita: La Chiesa è Nostro Signore Gesù Cristo, è la Sua sposa mistica. Il sacerdote è un altro Cristo; la sua Messa è il Sacrificio di Gesù Cristo è il trionfo di Gesù Cristo attraverso la croce. Il nostro seminario: vi si impara ad amare il Cristo, e si è tesi verso il regno di Nostro Signore Gesù Cristo: Ecco quello che siamo. E Voi, voi fatte il contrario. Voi mi avete appena detto che la società non deve essere cristiana, non può essere cristiana; che sarebbe contro la natura della società (di essere cristiana)!

Volevate appena adesso provarmi che Nostro Signore Gesù Cristo non può e non deve regnare nella società! Voi volete provare che la coscienza umana e libera di fronte a NSGC! ­"Bisogna lasciare loro la libertà e uno spazio vitale autonomo" come dite voi. Questa e la decristianizzazione. Ebbene noi invece siamo per la cristianizzazione. Ecco che non ci si può capire. Ed e questo, vi assicuro, e questo il riassunto. Non si può seguire quella gente la. La divinità di NSGC è contro l'ecumenismo e la libertà religiosa e l'apostasia. Non credono più nella divinità di NSGC che deve regnare. Perche? Perche questo va contro l'ecumenismo. Ecco. Questo va contro l'ecumenismo e la libertà religiosa.
La libertà religiosa e l'ecumenismo si toccano sono la stessa cosa. Perche se la società e cristiana, se Nostro Signore regna sulla società allora come potrà stare bene con gli ebrei con i protestanti con i musulmani con i buddisti, ecc? Non si potrà più fare dell'ecumenismo, non sarà più possibile. Allora nascondiamo la croce di Gesù Cristo, nascondiamo NSGC, non parliamo più di NSGC nella società, la società multireligiosa pluralista,ecc. No, questo non e possibile, non e possibile! Ugualmente per la personalità umana libera, è vero, viene scristianizzata anche essa. Essa deve credere, non è libera, deve credere, altrimenti è condannata. E NS che l'ha detto. E’ vero o non è vero? Allora se deve credere non è più libera. ­La libertà di coscienza, lo spazio sociale autonomo per tutti i sentimenti religiosi e le idee religiose che l'uomo può concepire nella sua coscienza: Vi chiedo un po. Evidentemente dietro tutto questo vi e la moralità che segue. Non ci sono solo le idee; dietro le idee c'e evidentemente lo spazio sociale autonomo? Fino all'ordine pubblico si è liberi, la società non c'entra.- E’ inconcepibile, inconcepibile.

Queste cose me le ha dette il 14 luglio per voler provare che lo Stato non dovrebbe avere religione. E che questo corrisponderebbe alla natura dello Stato. Allora gli ho detto:"Ma insomma, ci sono quindici secoli della Chiesa che vanno al contrario di quello che Voi dite. Insomma, Eminenza!

Comunque. E le unzioni dei re e dei principi, che cosa erano? Era la supplica la domanda rivolta a Dio di dare loro la fede cattolica, dare loro la forza di mantenere la fede cattolica nel loro paese, di diffondere il costume cristiano, le virtù cristiane, di difendere la Chiesa contro i suoi nemici,ecc.

Era questa l'unzione dei re. Gli si dava la spada, perche? Per difendere la cristianità contro i nemici della fede: Ah ma questo era un periodo singolare e anomalo. Questo poi... non e male. E’ anomalo. Noi (Ratzinger) ci rifacciamo al Vangelo. Rifarsi al vangelo, vi domando un pò, è facile a dire. E' assolutamente falso. Come se San Paolo non avesse detto:"oportet illum regnare" Deve regnare Tutto” e per il regno di NSGC nel vangelo, vediamo. Insomma comunque! O allora non c'e più vangelo.  Allora come volete che ci si possa fidare di questa gente. Non e più possibile."

Quindi non ci rimane altro che dire che forse i fedeli dovrebbero starsene lontano da Lei che ignora, o peggio che magari conosce e non diffonde queste chiare parole  del Monsignore...

Un ultimo un pensiero per l'autore del Blog CORDIALITER: noi non siamo assolutamente portavoci della Fraternità San Pio X e non siamo, per adesso, neanche formalmente interni ad Essa, quindi una cosiddetta "reprimenda" sarebbe assurda e ridicola, in quanto non sarebbe giustificata alcuna autorità su di noi, al fine di  fermare il nostro operato. Secondo: abbiamo tutto il diritto di avere dei dubbi sui recenti colloqui con la Gerarchia modernista da parte della San Pio X, ma esprimeremo un parere pubblico solo dopo che Monsignor Fellay renderà nota la decisione presa dalla Fraternità. Vede, caro autore, recentemente abbiamo letto l'intervento di Gnocchi e Palmaro rispetto ad una presunta entrata della San Pio X nella attuale "Nuova Chiesa Conciliare": pur essendo il loro un apprezzabilissimo parere rimaniamo, in contrasto circa la seguente affermazione:
"A questo punto, nessuna delle due parti può pretendere di far pagare all’altra un prezzo inesigibile: da un lato, Roma non può chiedere alla Fraternità San Pio X di rinnegare la sua identità; dall’altro, i lefebvriani non possono pretendere che Roma perda la faccia, con una resa incondizionata e con una fiabesca rimessa in forma dell’attuale mondo cattolico, che è obiettivamente un coacervo di molte contrastanti cose". In realtà, la Fraternità San Pio X non può assolutamente cedere alle prassi moderniste dell'attuale Chiesa, quindi non ci sono sconti per nessuno. Qui si tratta della Dottrina del Signore, e non di uomini, ("Se anche un angelo, o noi stessi, vi annunciassimo un Vangelo diverso da quello che vi abbiamo annunciato, sia anatema!") quindi la Fraternità non ha alcun diritto di sminuire il messaggio evangelico, pur di ottenere un riconoscimento da questi lugubri personaggi che hanno occupato la Chiesa da 50 anni, e neanche avrebbe il diritto, se facesse  tale accordo, che noi restassimo zitti, in silenzio, qualora questo accordo fosse fatto in modo non grato a Dio. La Gerarchia attuale va sbugiardata pubblicamente, dato che pubblicamente fanno perdere la Fede a milioni di fedeli. E' giunta l'ora di finirla col buonismo o con il "CORDIALITER" verso questi loschi assassini della Fede, che da 50 anni portano avanti dottrine autenticamente infernali, vedi l'approvazione della setta eretica Neocatecumenale, 20 Gennaio 2012.
Questo rimane il nostro pensiero, così come è tale anche il Suo. Comunque, se vuole, si potrebbe ancora pacatamente discutere di tutto ciò.
La salutiamo in Cristo.
                                           
     la  Redazione di  Non Possumus: Gianluca Cruccas  e Anna Rita Onofri

49 commenti:

  1. Sono veramente sconcertato da questi buonisti, com'è facile attaccare qualcuno senza dire chi è, come è facile dire che altri sono d'accordo senza dire chi è.
    per quanto ne so CORDIALITER è un mentitore che lancia accuse false ed è un peccato grave.
    Che razza di informazione è, dove sarebbe la correzione fraterna di questi sedicenti cattolici.
    CVCRCI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Opportunismo, tristi calcolatori...
      viene prima il proprio interesse, che la Gloria di Dio...
      la Verità è barattata per il rispetto umano...

      Elimina
  2. sono rimasto anche io un pò spaesato, e amareggiato da quello che ha scritto cordialiter.
    la verità occorle gridarla dai tetti e non stare in silenzio, perchè non serve a nulla scendere a patti con la chiesa modernista. Occorre non aver paura di dire la pura verità. L'attuale Sovrano Pontefice e quasi tutti i Principi della Chiesa(Cardinali e Vescovi) hanno tradito l'unica vera Chiesa Cattolica, zittire tale verità vuol dire scendere a patti con il nemico modernismo. Spero che in futuro cordialiter chiarirà meglio queste sue posizioni equivocabili

    RispondiElimina
  3. Io non credo che CORDIALITER chiarisca qualcosa.

    Al fondo di queste posizioni "buoniste" c'è il "don Abbondio" che caratterizza il pensiero di alcuni italiani i quali ritengono che la cosiddetta verità stia sempre "in mezzo", un "mezzo" molto comodo, mai agli estremi.

    E' quella "aurea mediocritas" con la quale si finisce per non capire un cavolo di nulla delle cose di Chiesa (oltre che della vita).

    Da queste posizioni, persone di quel tipo non si scrostano neppure a fucilate. Sono nati pusillanimi, non ci si puo' far niente!

    "Uno il coraggio da solo non puo' darselo" (don Abbondio). E, infatti, come don Abbondio si inquietava e infastidiva dinnanzi alla sollecitudine del cardinale Federigo Borromeo, così costoro fanno altrettanto davanti a chi parla chiaro.

    Paradosi

    RispondiElimina
  4. Il problema è che è un sacerdote della FSSPX, sempre se vero, ad affermare quelle cose e purtroppo è da ieri che mi frulla in testa anche il nome, spero non sia un peccato mortale.
    CVCRCI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo dimostra che ci sono discepoli indegni di monsignore perché pavidi e pieni di rispetto umano.

      Certo che monsignore non parlava sempre di queste cose ma quando era il momento le diceva chiare perché o la verità è chiara e non guarda in faccia a nessuno o non è verita!!!

      MA che razza di don Abbondi o forse è anche "ecumenismo" con la Chiesa conciliare???????

      Elimina
    2. Perchè pensi questo, Stef?...
      Sono andata a leggere l'articolo, e non mi sembra che sia specificato che il Sacerdote sia della FSSPX........
      Se fosse vero, comprendo bene la tua amarezza....ma non mi sembra...

      (Comunque: a scanzo di equivoci futuri, abbiamo aggiunto sotto al banner dell'homepage che non pretendiamo essere i portavoci della posizione ufficiale o dell'atteggiamento nè della FSSPX, nè di alcun altro. Dopo tanta appartenenza ala Chiesa conciliare-fuorviante, nostro malgrado, siamo lietissimi di essere dei cattolici liberi da legami con qualsivoglia associazione, che pensano col proprio cervello, ed agiscono con la propria coscienza, fissa dinanzi a Dio. E per adesso, va bene così.)

      Elimina
  5. Caro amico Cordialiter, è DOTTRINA, e' MAGISTERO che davanti all'eresia che annienta milioni di anime NON ESISTE il rispetto umano.
    E' una Comunione la nostra, chi non grida, e non si da da fare per mettere in guardia il fratello che si è perso, oltre a danneggiare TUTTA la Comunione sarà corresponsabile della possibile dannazione del fratello perduto...quindi è dovere del cattolico dare l'allarme.
    IL RISPETTO UMANO lo si butta alle ortiche davanti a cose del genere.

    E poi permettimelo, pseudotradizionalisti a chi giustamente scandalizzato grida? Non è così...
    Gli PSEUDO TRADIZIONALISTI sono in realtà tutti quegli oscuri figuri(non parlo di te perchè il tuo è un buon blog che seguo) che solo dopo il MOTU PROPRIO sono saltati fuori con tanto di faccia tosta e in pompa magna a fingere di impersonificare la tradizione come se fosse l'ultima moda della Chiesa...ma c'è da dire a chiare lettere: dove erano costoro quando migliaia, di "lefevriani" osteggiati da tutti, combattevano soli con fede e audacia la buona battaglia OTTENENDO I RISULTATI CHE SOLO LORO HANNO OTTENUTO?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anni fa era don Giulio Tam a dire: "Quando il palazzo brucia tutti devono portare acqua e fare i pompieri".

      Adesso che brucia più di prima qualche pretonzolo tradizionalista si permette di fare l'ecumenista con la Chiesa conciliare??????????????

      VERGOGNAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  6. Sinceramente quello che mi infastidisce maggiormente è quell'usare termini tipo "al limite del sedevacantismo". Ma cosa significa? Par diventato un modo di dire usato a sproposito tipo antisemita, razzista, settario, fanatico, integralista, ma basterebbe un minimo di conoscenza o semplicemente di lettura dei loro siti per vedere che non è così. La superficialità usata nell'esprimere certi giudizi richiederebbe l'esercizio di una maggiore virtù di prudenza prima di venire esternata.
    Patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi ha deciso di fare pappa e ciccia con i conciliari ai quali domanda una dichiarazione di legittimità (che in realtà discende solo dalla confessione retta della fede), si sottomette, vuoi o non vuoi, alla loro mentalità.

      Nella scala dei valori, dunque, non è pià la verità della fede ma quanto al momento è umanamente "conveniente".

      AL TEMPO PAGANO RAGIONARE COME CORDIALITER SIGNIFICAVA:

      BRUCIATE QUALCHE GRANO D'INCENSO ALLA DIVINITA' IMPERIALE, POI OTTERRETE LA LEGITTIMAZIONE E FARETE TANTO BENE!!!

      "Stranamente" i martiri hanno scelto di dare diversamente ed è solo così che si sono capovolti i culti pagani e l'idolatria.

      Elimina
  7. Quando uno vuole A TUTTI I COSTI DEMONIZZARE gli altri comincia a tirare fuori ETICHETTE "al limite del sedevacantismo", come per far capire che certe persone sono pazze scriteriate!

    Invece è la realtà della Chiesa conciliare ad essere pazza e scriteriata, al punto che lo stesso monsignore verso la fine della sua vita, pur non sostenendo il sedevacantismo aveva "tentazioni" di quel tipo.

    Non sono gli animi sensibili ad essere pazzi, sono i conciliari a fare i pazzi spingendo gli animi sensibili in considerazioni sempre più estreme. Estreme ma vere, poiché fotografano nient'altro che la realtà!!!

    CORDIALITER???? BUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUHHH!

    Paradosi

    RispondiElimina
  8. Domenica ho visto il Papa affacciato alla finestra, a salutare la carovana della pace.
    Carovana della Pace?? ma scempiaggini maggiori si possono inventare. devo essere sincero, mi ha fatto un po' tristezza vedere la grandezza del papato ridursi a lanciare due colombe in piazza S. Pietro.
    La continua ambiguita' della santa sede e' una cosa penosa per ogni cattolico.
    Non abbiamo piu' casa.
    Cosa peggiore nn poteva succedere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è vera Messe, ma sola Kermesse!!

      Elimina
  9. Every woman every men join the caravan of love...stand up stand up stand up.
    The housemartins.
    Annarita chi può parlare in termini positivi di Mons Lefebvre al di fuori della FSSPX?
    L'impressione è che sia un sacerdote della FSSPX però posso sbagliarmi, sebbene questo tipo di argomento l'ho già sentito.....purtroppo.
    Sto male saluto e me ne vado acuccà.
    Buonanotte
    CVCRCI

    RispondiElimina
  10. Pregate .........chi prega si salva...chi non prega chiacchiera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I santi (quelli veri) pregavano ma anche pensavano e combattevano. Se per pregare significa non dire le cose per quel che sono allora questa non è preghiera ma tradimento.

      Il cristiano non è forse anche un soldato? E il soldato combatte, per la miseria!!!!

      Elimina
    2. Se intendi che non si ha la libertà di dire le cose per quel che sono, il tuo è un ottimo consiglio per trasformare la pietà in pietismo, la lotta in rassegnazione, la lucidità della coscienza in ottusità.... è un ottimo consiglio per fare di un uomo uno schiavo.

      Paradosi

      Elimina
    3. Non perdere tempo a leggere il blog...
      CVCRCI

      Elimina
    4. Beh Gavazzi....se il tempo lo perdi tu, perche' non posso perderlo io a leggere il blog, sempre dopo i miei doveri comunque.

      Elimina
    5. Cari anonimi, e dove ho scritto le cose delle quali mi accusate? I Santi pregavano prima...per anni..poi dopo essere diventati Santi riuscivano a fare quello che facevanoe e quando aprivano bocca sapevano quello che dicevano e faceva effetto ! O forse voi siete gia' Santi solo perche' aprite bocca....?Il Cristiano combatte, pregando....cosi' come tutte le vittorie dei Santi ,e poi quelle militari a Lepanto , a Vienna e via dicendo...sono state vinte con il Rosario, prima, durante e dopo.
      Cari anonimi...allora la mia provocazione era per voi.....!

      Elimina
    6. Ti rispondo con un fatto che mi è accaduto personalmente così finalmente capirai.

      Un giorno stavo per entrare nella cappella di una stazione ferroviaria: avendo un poco di tempo volevo dedicarlo alla preghiera.

      Entrando, vedo due signore inginocchiate che facevano le loro devozioni. Immediatamente ho sentito una atmosfera strana: le luci erano quasi tutte spente! Le due donne CHE PREGAVANO SOLO, non si erano accorte di nulla.
      Sono andato al quadro elettrico dietro l'altare, ho acceso le luci e ho notato ovunque molti fogli blasfemi firmati "testimoni di Geova".

      Dunque prima di quelle due pie dame erano entrati alcuni, avevano disseminanto ovunque fogli blasfemi, pure sull'altare, avevano spento le luci e se ne erano andati via.

      "Pregate e non pensate" è ESATTAMENTE l'atteggiamento di quelle pie donne che quando le scrollai dal loro stato "comatoso" trasecolarono incredule!

      Quello che serve è senz'altro la preghiera ma SOPRATTUTTO la PRESENZA perché tutto sta prendendo fuoco. E tu che fai se la tua casa si incendia? Stai fermo a pregare o ti dai pure da fare? O attendi di santificarti per bene e solo dopo che tutto è reso cenere ti dai da fare? Allora non servirà più!

      Non si puo' dividere la santificazione dalla preghiera ma neppure DALLA TESTIMONIZANZA E DALLA CONTINUA AZIONE.

      Sono chiaro ora?

      Elimina
  11. Hai ragione, Si_si_No-no,
    chi prega si salva....ma chi ti dice che chi scrive ed intervine qui, non preghi?
    E visto che ci conosciamo personalmente....perchè questo livore?...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Annarita...quale livore? E chi ha detto che era rivolto a tutti voi?......evidentemente e' rivolto a chi monta polemiche inutili e fa' solo chiacchiere! Cordialiter incluso , anzi in primis!Al quale ho gia' scritto personalmente !
      Pertanto ...essendo una provocazione...chi non si sente coinvolto...non si offenda!:) Annarita..lo sai che Si_si_No_no e' un provocatore!

      Pertanto ribadisco che la preghiera e' fondamento di ogni azione Cristiana, testimonianza, combattimento etc. ...per la buona riuscita di esse.

      Tutto qui! Di chiacchieroni in giro ce ne sono molti...concordi con me annarita vero?

      Elimina
  12. Mons Lefebvre ha sempre parlato in modo molto chiaro e citando mons Ratzinger e le parole scambiate con lui, ha evidenziato (per chi non VOLESSE vedere)il pensiero di Ratzinger che si potrebbe riassumere così:
    A i tempi di cui parla mons Lefebvre sono cambiati, troppo cambiati perchè la Chiesa possa fare ancora qualcosa.
    B Poichè la Chiesa non può agire come allora, dunque è necessario andare verso il mondo per farsi capire.
    C Per farsi capire dal mondo è necessario un linguaggio analogo (messa in volgare di tutte le lingue del mondo,assemblee dei laici, conferenze episcopali, meeting con massonerie ed ebrei ed altri religiosi)
    D Oltrechè linguaggio analogo, quindi comprensibile dal mondo cambiato, socializzare con esso senza pretendere di indurre la religione cattolica e la Regalità di N.S.Gesù Cristo.
    OVVERO
    Sincretismo ed ecumenismo
    QUINDI, ECCOME SE LEFEBVRE AVEVA RAGIONE!AVEVA SPIEGATO MOLTO BENE IL RATZINGER PENSIERO ! E noi poveri fedeli seguaci delle voci di Chiesa fedeli a Gesù Cristo, non a sette o movimenti o diplomazie vaticane, possiamo ben ribadire i concetti salvifici che non abbiamo imparato da noi stessi ma da secoli di Chiesa Cattolica, come ora non si trova più con facilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh no Mardunolbo, tu devi tacere e pregare, come se la preghiera esimesse dalla testimonianza cristiana, hai capito????

      Questa gente che pensa così fa a patti col demonio!

      Elimina
    2. Pregherei l'ultimo anonimo di non esagerare...
      Chi invita alla preghiera, che è il fondamento di tutto e la sorgente di ogni attività e testimonianza cristiana, non può certo fare a patti col Nemico! Il primato della preghiera su qualunque altra opera concreta, o discorso, è innegabile. Segna la differenza fra l'essere mossi da se stessi, o l'essere spinti dalla Grazia di Dio, ad operare per Lui.

      E' sempre Dio che suscita il volere e l'operare (sia nella preghiera che nell'azione concreta), secondo i Suoi benevoli disegni...e sono diversi i modi con cui Egli chiama le sue creature a collaborare con Lui. Perciò il "chiacchierare sulle cose di Dio" - anche se non indispensabile come il pregarLO, MA PUR SEMPRE NECESSARIO - è una Grazia concessa sempre da Lui.

      Elimina
    3. Come vedi annarita...ecco individuato un chiacchierone, uno di quelli che rende i blog insopoprtabili...e magari sono anche infiltrati marranos! Bastano 2 parole e scoppiano come pop corn!

      Elimina
  13. Cordialiter ha sbagliato , strategia e momento. Pero' che molti blog tradizionalisti siano litigiosi...beh , questa e' una verita'. Pero', accettando la sua polemica si cade nella provocazione di Cordialiter...il quale non ha fatto nomi od indicato determinati blog.....pertanto, era meglio non rispondergli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intendo rispondergli personalmente e non come blog....

      Elimina
    2. Vedi carissimo...
      chi conosce bene questo blog e lo frequenta abitualmente, lo fa perchè ha capito che da queste parti, oltre ad esserci libertà di opinione ed espressione (tranne per chi scade nel volgare o nel demenziale), sono assolutamente assenti STRATEGIE, GIOCHETTI, MEZZE VERITA', MESSAGGI SUBLIMINALI, FINTE DIPLOMAZIE, RAPPORTI IPOCRITI, e furbate varie...

      Qui si cerca la verità, e la si dice alla luce del sole. Che faccia bene o che faccia "male" saperla; che sia il momento opportuno o che non lo sia; che porti vantaggi o che porti svantaggi umani. Qui non esistono calcoli di sorta, e chi frequenta sa che sta in un posto in cui non verrà mai ingannato, su nessuna cosa o notizia, né sui tempi per conoscerla.

      Dunque non è nostra abitudine far finta di niente, se ci sentiamo chiamati in causa; non ci importa nulla di "cadere nella provocazione" e far capire agli altri che ci siamo riconosciuti nella critica, anche perchè era inevitabile, visto che siamo l'unico blog in Rete, del circondario, a mettere foto su foto di Lefebvre (sfido a trovarmene un altro), quindi il riferimento era evidentissimo.

      Sinceramente non considero questo blog "litigioso": si usa un liguaggio chiaro, "fuori dai denti", a volte forse troppo...e questo nel testo dei threads, ma per quanto riguarda i commenti, non mi risulta (se non in casi molto sporadici) che si sia giunti mai allo scontro fra i partecipanti...cosa che secondo me segna la differenza fra "litigiosità" e "trasparenza".

      Elimina
    3. Scusa Annarita..perche' MIL non e' litigioso? Ma perche' pensate che ogni cosa sia riferita a voi? Non ho mica detto che il vostro e' litigioso...anche se qualche infiltrato ogni tanto c'e'!

      Elimina
    4. Hai voglia se MIL è litigioso! Ti confesso che quando ci entro divento litigiosa anch'io....è proprio l'aria che si respira.

      Ho pensato che parlassi anche di questo blog perchè riprendi una frase di Cordialiter, che parla di siti rissosi, ma che si stava palesemente riferendosi a noi...tutto qui.

      Elimina
  14. Email mandata al Cordialiter.

    Mi scusi caro Cordialiter .....ma a cosa serve questa polemica sul suo blog se non ci sono nomi delle persone accusate? I blog accusati di sedevacantismo, i nomi delle persone che frequenterebbero le cappelle FFSPX che poi si lancierebbero in crociate dello zelo amaro? E prima di tutto i nomi di questi lettori scandalizzati?
    L'unica cosa certa e' che questi pseudo tradizionalisti sarebbero frequentatori della FFSPX. Una brutta macchia ...su di loro!

    E chi sarebbe questo Don amareggiato? Se permette dopo che al Duomo di Milano ho visto una coppia baciarsi e fotografarsi sotto l'altare.A Radio Maria usare "liberta' , fratellanza ed uguaglianza" e' oramai un mantra . Oltre ad aver sentito il monsignor Gaetano Bomicelli dichiarare che per l'unita' dei Cristiani dobbiamo imitare protestanti...ed islamici!

    Insomma ......ma il problema sono questi 4 siti magari troppo ruvidi? Mi sembra che Gesu' con i Farisei e mercanti de Tempio fu' assai piu' acido!

    Insomma...capisco che la divisione oramai e' ovunque....ma non mi sembra il momento ed il luogo di mettersi a polemizzare e dare adito a polemiche in un momento in cui lo scandalo e' oramai a portata di parrocchia e piu' in alto ancora. Mi sembra il fatto della pagliuzza e della trave!

    Oppure abbiamo gia' i Tradizionalisti DOC e quelli di serie B? Questo Don in una cosa e' riuscito...mettere le persone l'una contro l'altra. Non mi sembra che sia stata una buona idea dargli spazio e dividere ulteriormente i tradizionalisti .

    RispondiElimina
  15. Eh va be, se uno viene piccato risponde piccato, bisogna pregare però va detto in un certo modo, detto così sembra dire: e stateve zitti.
    Si Si no no, che io conosco moolto bene è mbravo ragazzo ed un buon cattolico solo certe volte esagera con le sue sentenze.
    Sapeste quante me ne dice....
    Caro si si no no semo pochi!
    Almeno tra di noi cerchiamo di non distruggerci gli uni gli altri (Ga 5,15).
    Ben fatto per la lettera a cordialiter.
    CVCRCI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Gavazzi....ma se uno vuole provocare.....deve farlo come un'educanda ? E poi ...hai la coda di paglia? se qualcuno ha la coda di paglia..che prenda fuoco! Ho forse fatto nomi? E come mai qualcuno se l'e' presa? stavo per caso parlando di qualcuno in paticolare? E che forse cercare di abbassare la polemica e' sbagliato? ogni tanto del sano silenzio ?

      Elimina
    2. Pure la paternale mi fai? Cosi' in alto sei arrivato?.....e quali sarebbero le sentenze scusa caro professore , e' l'uomo od il teologo che parla?
      Pero' ci siete cascati in parecchi sulla mia provocazione eh?.....ahi ahi ahi!!!

      Comunque.....troppe chiacchiere in giro ....pregare..pregare!!

      Elimina
    3. Io sparo sentenze? hai appna sparato una sentenza! Gavazzi....ma se dobbiamo fermarti con le cannonate quado cominci. Jacopo ha le orecchie sfondate ..confessati per il giudizio temerario!

      Elimina
  16. Pero' che molti blog tradizionalisti siano litigiosi...beh , questa e' una verita'.

    Un tale qualche giorno fa mi disse che bisogna santificare anche le mani......quindi
    Voleva iniziare su di me...(per scherzo)
    Che ne pensi si si no no.
    E poi bastaq co sti anonimati!!!!!!!!
    CVCRCI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boh...che c'entra? Parlavo di bestemmiatori! Non parlavo di te quindi...pure tu ti metti sempre in mezzo!

      Elimina
  17. Lasciateli perdere questi preti, pensate che ce ne sono tanti altri che la pensano come voi, come cioè la Chiesa Cattolica. Prima o poi apriranno gli occhi, e chi sarà ancora cieco e perché l'ha voluto, è quindi è e sarà inescusabile, davanti alla storia davanti soprattutto a Nostro Signore.

    E poi... si continua con questi ritornelli, "dentro" "fuori", "voi" "noi".... siamo sulla tessa barca piaccia a no sballottata dal vento e nel mare in tempesta e con questo Pietro che ha smesso, per paura, di tenere il timone... ma Gesù sta su questa barca e prima o poi si sveglierà... un Papa ha cambiato la Chiesa, un Papa ha approvato l'eresia, e allora? questo ci togliere la fede o la fiducia in Dio? MAI!
    Nulla di nuovo ... la storia della Chiesa ci ha insegnato che ciò è già accaduto e che in un dato momento tutto può cambiare... la vittoria è certa "un vescovo vestito di bianco" sanerà con il suo sangue unito al sangue dei FEDELI cattolici la Chiesa... attendiamo... non so se "sbattere i piedi" potrà servire, se i Papi conciliari non hanno avuto paura di Dio e rispetto la sua Mamma Santissima, non credo abbiano paura degli uomini, ma sbattiamoli lo stesso, sì, ma senza perdere la speranza e la fiducia in Dio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben detto...... preghiamo! I have a dream.....un mega rosario in latino dei Tradizionalisti da qualche parte a Roma....Via della Comciliazione?E chi e' dentro e' dentro..e chi fuori e' fuori! Non e' figlio di Maria!

      Elimina
    2. BENVENUTO DON CAMILLOOOO!
      Mi trovi d'accordo su quello che dici, questo tipo di preti va lasciato perdere....
      Se qualcuno vuole divertirsi leggendosi la risposta di Cordialiter alla lettera di SisiNono, trova una persona priva di ogni elasticità mentale, che ripete paro-paro quello che aveva già detto...
      con in più...un'altissima domanda: "CHE V A N T A G G I si otterrebbero nel fare i nomi di chi si accusa?"(sic!) Credo sia irrecuperabile...
      Facciamoci una risata sopra, e non pensiamoci più.

      Elimina
  18. Un appunto per Anna Rita.
    Qualche intervento fa mi hai detto che esageravo, laddove dicevo che chi invita a pregare e a non agire è figlio del demonio.
    L'espressione è paradossale (perché il demonio non prega) ma non è lontana dal vero.
    E lo ha capito bene Stefano Gavazzi, infatti!!
    "Non dovete giudicare, non dovete intervenire, non dovete pensare, voi pregate e basta!" equivale a "Lasciate tutto in mano nostra e non mettete il becco nei nostri affari, voi laici, che siete fatti solo per darci soldi e forse e qualche preghierina".
    Invece questa non è immagine di chiesa ma una distorsione bella e buona con le conseguenze che tutti vediamo.
    Se la fede e la preghiera non si traducono in una energia per capovolgere le cose (anche con la chiarezza usata dal blog) allora non sono nulla e, giustamente, si fa il gioco del demonio!
    Spero di essere stato chiaro stavolta!

    Non ha capito un bel niente "sisi nono" che parla di chiacchierone e provocatore senza manco sospettare questo mio discorso.

    RispondiElimina
  19. SINGOLARISSIMA LA RISPOSTA DI CORDIALITER.

    ______________________________

    Carissimo in Cristo,

    io non ho voluto fare nessuna polemica. La mia intenzione è stata di fare una sorta di "correzione fraterna" nei confronti di coloro che con il loro comportamento estremista seminano confusione e amarezza tra gli stessi tradizionalisti, oltre a dare una cattiva immagine del movimento tradizionale.

    ___________________

    DUNQUE CHI PARLA CHIARO E' UN ESTREMISTA. MI PARE SOLO CHE CHI PARLA CHIARO FA DA SEMPLICE SPECCHIO AD UNA SITUAZIONE ESTREMISTA CHE STA AVVENENDO NELLA CHIESA, NULLA PIU'.

    ____________________

    Questo problema di una deriva di certi settori del movimento, non è una semplice mia supposizione, ma è la stessa preoccupazione di tante altre persone. I nomi? In questo caso che vantaggi si otterrebbero nel "fare i nomi"? Se qualcuno non vuole credermi, per me non è un problema.

    Non è mia intenzione dividere il movimento tra tradizionalisti di serie A e quelli di serie B. Il mio intento è semplicemente cercare di fare qualcosa per evitare il deragliamento. Infatti, ci sono varie persone che a furia di sentire certi discorsi estremisti, hanno perso totalmente fiducia nel Corpo Mistico di Cristo (Credo unam sanctam catholicam et apostolicam Ecclesiam) e alla fine si sono allontanati dalla Religione.

    ____________________________

    ANCHE QUI SI PUO' DIRE LO STESSO. SONO I TRADIZIONALISTI CHE "DERIVANO" O E' LA CHIESA CONCILIARE CHE STA REALMENTE DERIVANDO E PEGGIORANDO NELLA SUA SITUAZIONE? I TRADIZIONALISTI INFATTI STANNO FERMI NELLE POSIZIONI DELLA TRADIZIONE. SONO GLI ALTRI CHE SI MUOVONO E DUNQUE DERIVANO.

    E LA DERIVA GIUNGE FINO AL PUNTO DI UN VERO E PROPRIO DERAGLIAMENTO DALLA TRADIZIONE CATTOLICA CON ANNESSA ANGOSCIA E SFIDUCIA CRESCIENTE DEI TRADIZIONALISTI CHE NE HANNO PROFONDA COSCIENZA, OSSIA CHE GUARDANO AI FONDAMENTI DELLA FEDE E NON ALLE APPARENZE DI AVERE SOLO UNA LITURGIA TRADIZIONALE (SENZA RIFERIMENTI CON LE ESIGENZE DELLA FEDE TRADIZIONALE)!

    ______________________

    Insomma, io voglio che il movimento tradizionale sia un movimento cattolico, non un gruppo di persone filo-scismatiche che seminano rabbia, disfattismo e tristezza. Io credo che la "maggioranza silenziosa" della gente di area tradizionale la pensi come me. Perlomeno questa è l'impressione che ho avuto parlandone con varie persone.

    In Cordibus Jesu et Mariae,

    ________________

    QUANDO TUTTO CROLLA STARE SILENZIOSI NON SERVE CHE A PEGGIORARE LA SITUAZIONE. LO SCISMA NON LO PROVOCANO I TRADIZIONALISTI MA SOLO COLORO CHE SI ALLONTANANO DALLA TRADIZIONE.
    QUESTO CONTINUO GETTARE IL MALE DOVE NON C'E' FA RICORDARE UN DETTO SESSANTOTTINO MA VALIDO IN QUESTO CASO:

    "IL DITO SEGNA LA LUNA. LO SCEMO GUARDA IL DITO".
    "I TRADIZIONALISTI INDICANO IL MALE DELLA CHIESA CONCILIARE. GLI SCEMI ACCUSANO COME MALE I TRADIZIONALISTI"

    MOLTO "CORDIALMENTE"

    Paradosi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro si si no no io non ho dato nessun giudizio temerario semmai sei tu che mi hai detto bisogna menar le mani oppure non è vero, non sei tu che ad un nostro fratello hai detto che bisogna fare tre rosarii perchè uno è poco, poi non dovrebbe interessarti ciò che dico a Jacopo almeno io sono coerente ed il mio intervento era scherzoso, come sempre, mentre tu sei sempre molto caustico.
      Pregate pregate! detto così è una sentenza, tu non puoi sapere quanto prego io, Annarita e chiunque altro in questo blog, vedo che di chiacchiere ne fai tante anche tu e ciò sottrae tempo alla preghiera, altra cosa che riguarda la coerenza: metti nome e cognome sui tuoi post:Si deve combattere, non con mezzi termini, ma con coraggio; non di nascosto, ma in pubblico; non a porte chiuse,ma a cielo aperto!(San Pio X)
      Invece di dire che ho dato un giudizio temerario (magari mi dovresti quale peccato ti ho imputato e comunque lo farò lo faccio ogni 15 giorni) che forse non sai neanche cosa sia, pensa che questo tuo atteggiamento è di superbia con qualche vena di invidia ingiustificata, ricordati di usare Carità.
      Ti sei dichiarato provocatore (parole tue nel post delle 12:23) ed un provocatore è anche litigioso!
      Comunque pregherò sempre per te!
      CVCRCI

      Elimina
    2. Ottimo commendo Paradosi.
      CVCRCI

      Elimina
  20. " Infatti, ci sono varie persone che a furia di sentire certi discorsi estremisti, hanno perso totalmente fiducia nel Corpo Mistico di Cristo (Credo unam sanctam catholicam et apostolicam Ecclesiam) e alla fine si sono allontanati dalla Religione" (Cordialiter)

    La "colpa" non è, allora, di chi fa il male ma di chi lo denuncia!

    Ci si allontana dalla fede a causa del male denunciato, non a causa del male esistente e praticato (per altro non sempre nascosto)!

    Ma che ragionamenti sono questi???

    Cristo quando dice di pulire l'interno e di non fare affidamento sull'esterno poteva mai sbagliarsi??

    Per costoro è bene mostrare una bella apparenza e non dire nulla, nel caso in cui si scopra che non è così.

    Invece io dico: quelli che si allontanano dalla Chiesa non si allontanano, piuttosto, da una caricatura di Chiesa che viene fatta da alcuni prelati modernisti??

    Se si allontanano è perché non trovano in quella caricatura la Chiesa che cercavano. Vogliamo dar loro torto???

    Il discorso di Cordialiter oltre ad essere errato è molto pericoloso perché invita a confidare nelle apparenze, a non riflettere, non spinge ad osservare la sostanza per la quale dovrebbero sussistere anche le apparenze stesse.

    E' un discorso disperatamente fideistico.

    E' il tipico discorso del "tradizionalista" che non ha capito "niente" della tradizione e della Chiesa.

    Paradosi

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.